Per onorare il leggendario Bill Russell, il giocatore più vincente della storia con 11 titoli, scomparso lo scorso 31 luglio all'età di 88 anni, la NBA ha deciso di ritirare ufficialmente il suo numero 6. Questo significa che a partire dalla stagione 2022-23, nessun giocatore potrà scegliere di indossare la maglia con quel numero, quello del grande Bill, che ai Boston Celtics è stata ritirata a partire dalla sua ultima stagione, il 1968-69. Si tratta del primo in assoluto nella storia della NBA a ricevere questa onorificenza, il terzo di sempre fra gli sport professionistici americani dopo il 42 di Jackie Robinson nella Major League Baseball nel 1997 (il primo giocatore di colore in epoca moderna in MLB), e il 99 di Wayne Gretzky nella National Hockey League a partire dal 1999, il più grande marcatore della storia del gioco.
La NBA, che ha specificato che ogni squadra avrà un simbolo dedicato a Bill Russell sia sulle maglie, sia sul parquet di gioco, ha inoltre sottolineato che i giocatori che attualmente indossano il numero 6 potranno comunque tenerlo fino a fine carriera. Il riferimento più immediato è ovviamente LeBron James che solo un anno fa ha deciso di cambiare il suo numero ai Los Angeles Lakers passando dal 23 al 6 che aveva avuto con la nazionale americana e ai Miami Heat, oltre che per questioni di marketing legate al film "Space Jam 2". Nell'ultima stagione sono stati in tutto 25 ad indossare il numero 6: oltre a LeBron c'erano, fra gli altri, Kristaps Porzingis degli Washington Wizards e Alex Caruso dei Chicago Bulls.
NBA
Il basket piange Bill Russell, il più vincente giocatore della NBA
31/07/2022 ALLE 18:33

LeBron: "Ho promesso a Magic che torneremo Campioni"

NBA
Giannis, Jokic, Doncic: il podio del ranking di ESPN è tutto europeo
25/09/2022 ALLE 13:48
NBA
Holmgren, infortunio shock: salterà la stagione NBA per infortunio
25/08/2022 ALLE 16:50