Archiviata la regular season 2021-22 che ha emesso tutti i suoi verdetti, ora la NBA entra nel vivo con i playoff. Dopo una maratona di 82 partite e gli spareggi del torneo Play-In, sabato 16 aprile scatta la volata verso le NBA Finals per aggiudicarsi il titolo di campione nel 75esima anniversario della nascita della lega professionistica americana oggi guidata dal commisioner Adam Silver. Ogni notte sarà ancora più intensa, più viva, più spettacolare, con giocate, record, protagonisti e curiosità, dentro e fuori il parquet, 16 squadre alla caccia dell'anello che nel 2021 è andato ai Milwaukee Bucks. Ecco quindi qui riassunti le 5 storie più stuzzicanti e particolari della notte nei playoff NBA.

Tutte le news sul basket NBA | NBA 2021-2022 calendario & risultati |

Il protagonista

E' un Al Horford in versione vintage quello che stanno avendo i Boston Celtics in questi playoff. Il lungo dominicano, reduce da due stagioni opache tra 76ers e Thunder, sale in cattedra in gara 4 dove segna 30 punti (16 con 6 su 6 al tiro nel quarto periodo), e a 35 anni diventa il giocatore più anziano a segnare un trentello nei playoff da John Havlicek nel 1977, a 37 anni. E' anche la prima gara da 30 punti in carriera nei playoff per Horford, alla partita numero 132. E ci ha messo anche una schiacciatona in testa a Giannis.
NBA
Boston pareggia la serie, Golden State allunga sul 3-1
10/05/2022 A 05:42

Il momento decisivo

Dopo aver rimontato da -11 grazie ad Al Horford, nel quarto periodo è Jayson Tatum a prendere per mano i Celtics a Milwaukee. Disastroso in gara 3 con 4 su 19 al tiro, la stella di Boston è pazzesco in gara 4 con 30 punti, 12 dei quali nell'ultimo periodo e addirittura 10 consecutivi per abbattere i Bucks.

La statistica

Serataccia al tiro per Golden State - 9 su 37 dall'arco, 40% dal campo - e pure per Stephen Curry, che però riesce a essere determinante con 32 punti e 8 su 9 ai liberi: soprattutto, con le 4 triple segnate su 14 tentativi, diventa il primo nella storia a superare quota 500 bombe nei playoff.

La sorpresa

Anche senza Ja Morant, infortunato al ginocchio destro, i Memphis Grizzlies sfiorano la vittoria in gara 4 a San Francisco. I Golden State Warriors infatti devono inseguire per 47' su 48, devono segnare 39 punti nel quarto periodo (39 in tutto il primo tempo) e serve la giocata decisiva di Draymond Green negli ultimi secondi per abbattere dei più che sorprendenti Grizz.

La curiosità dentro o fuori dal campo

Premio stra-meritato per Monty Williams che è stato eletto allenatore dell'anno. Il coach, che ha battuto la concorrenza di Taylor Jenkins dei Grizzlies e di Erik Spoelstra degli Heat, ha guidato i Phoenix Suns ad una stagiona clamorosa da 64 vittorie e 18 sconfitte, il nuovo record di franchigia.

I RISULTATI DELLA NOTTE-IL RECAP
NBA
Playoff, Play-In, Lotteria: i verdetti della stagione 2021-22
11/04/2022 A 13:54
NBA
Tatum, Butler e le altre storie della notte Playoff
18 ORE FA