Nove partite nella notte NBA. Dopo due sconfitte consecutive i Golden State Warriors tornano alla vittoria e lo fanno anche nettamente nello scontro tanto atteso con i Chicago Bulls, prima forza attualmente della Eastern Conference. E’ un dominio assoluto della squadra di Steve Kerr, che si impone per 138-96, chiudendo già la pratica all’intervallo sul +31 (78-47), complice un secondo quarto da 41-19.
Con Klay Thompson a riposo e con Curry da 19 punti, i grandi protagonisti sono il rookie Jonathan Kuminga, al career high con 25, e Jordan Poole, autore di 22. Per Chicago ci sono i 20 di Coby White e la doppia doppia di Nikola Vucevic (19 e 14 rimbalzi).
NBA
Le 5 curiosità della notte che vi siete persi
17 ORE FA
Al successo dei Warriors replicano immediatamente i Phoenix Suns, che restano in vetta alla Western Conference, dopo aver superato 112-94 gli Indiana Pacers. Una vittoria maturata tutta in un ultimo quarto da 32-18 per gli ospiti, trascinati dai 35 punti di Devin Booker e dalla doppia doppia di Deandre Ayton (27 e 12 rimbalzi).
Si ferma ad undici la striscia di vittorie consecutive dei Memphis Grizzlies, che crollano a sorpresa in casa contro i Dallas Mavericks per 112-85. Prestazione sontuosa di Luka Doncic, che trascina i Mavs con un secondo tempo eccellente e la tripla doppia finale 27 punti, 12 rimbalzi e 10 assist, mentre a Memphis non bastano i 19 di Ja Morant.
Philadelphia e Boston sono due squadre che potrebbero cambiare molto prima della deadline del mercato, ma i Sixers stanno vivendo sicuramente un momento positivo a differenza dei Celitcs, come dimostra il netto successo della squadra di Doc Rivers. Finisce 111-99 complice un primo quarto da 32-18, con il solito Joel Embiid dominante (25 e 13 rimbalzi) e Tyrese Maxey da 17. Per Boston il miglior marcatore è Jaylen Brown con 21.
Danilo Gallinari da 18 e 5 rimbalzi non basta ad Atlanta nella sconfitta contro i Miami Heat per 124-118. L’azzurro, sempre al centro delle voci di un possibile scambio di mercato, è autore di una buona prova, supportando dalla panchina Trae Young da 24. Dall’altra parte c’è un Jimmy Butler da 23 e 10 rimbalzi oltre a Tyler Herro, che esce dalla panchina con 24.
Terza vittoria consecutiva per i Cleveland Cavaliers, che consolidano il loro piazzamento play-off, superando 114-109 i San Antonio Spurs. Il protagonista assoluto è Darius Garland con 35, mentre agli Spurs non basta la doppia doppia di Dejounte Murray da 30 e 14 rimbalzi.
Bel successo degli Orlando Magic in casa degli Charlotte Hornets (116-109) con 26 di Moritz Wagner. Vincono anche i Detroit Pistons sui Toronto Raptors per 103-87 grazie soprattutto ai 21 di Trey Lyles. Chiudiamo con la vittoria dei Sacramento Kings per 126-114 sugli Houston Rockets con Marvin Bagley da 26 e 13 rimbalzi.

I risultati della notte

Charlotte Hornets – Orlando Magic 109-116
Detroit Pistons – Toronto Raptors 103-87
Indiana Pacers – Phoenix Suns 94-112
Philadelphia 76ers – Boston Celtics 111-99
Chicago Bulls – Golden State Warriors 96-138
Miami Heat – Atlanta Hawks 124-118
San Antonio Spurs – Cleveland Cavaliers 109-114
Memphis Grizzlies – Dallas Mavericks 85-112
Sacramento Kings – Houston Rockets 126-114

Klay Thompson: "Notte indimenticabile, ne è valsa la pena"

NBA
Vittorie per Bucks, Lakers, Nets e Warriors
20 ORE FA
NBA
Le 5 curiosità della notte che vi siete persi
IERI A 08:25