Altra notte di NBA ricca di partite (ben undici) e di emozioni. Si parte con Charlotte che trova la sua seconda vittoria consecutiva (dopo la striscia di 5 sconfitte) superando New York per 104-96 grazie ad una bella rimonta da uno svantaggio di 14 punti. Protagonisti del match sono Miles Bridges (24 pt) e LaMelo Ball che sfiora la tripla doppia con 12 punti, 17 rimbalzi e 9 assist. Gara a senso unico, invece, tra Cleveland e Detroit, in cui la squadra di casa domina fino al 98-78 finale. I top scorer dell’incontro sono Darius Garland (21 pt) e Cedi Osman (17 pt) per i Cavaliers e Jerami Grant (16 pt) per i Pistons.
A Boston match decisamente più combattuto, con Milwaukee che riesce a portare i Celtics all’overtime nonostante le pesanti assenze di Antetokounmpo e Middleton,senza però riuscire a completare l’impresa. Nel 122-113 finale, a spiccare sono soprattutto le prestazioni di Dennis Schroder (38 pt) e Jayson Tatum (27 pt, 11 rim). Vittoria nettamente più semplice per Phoenix che, battendo Memphis per 119-94, ottiene così il settimo successo di fila. Sono 7 i giocatori in doppia cifra per i Suns, tra cui Booker e Crowder (entrambi con 17 punti), mentre per i Grizzlies è solo Ja Morant a salvarsi con 26 punti, 12 rimbalzi e 6 assist.
NBA
Le 5 curiosità della notte che vi siete persi
5 ORE FA
A Oklahoma ennesima rimonta portata a termine dai City Thunder, che recuperano uno svantaggio di 18 punti e conquistano la vittoria a 1.7 secondi dal termine ai danni di Sacramento. Con 22 punti a testa, sono Gilgeous-Alexander e Dort (autore del game-winner) i leader della squadra di casa, mentre a nulla servono i 21 punti di Barnes e la doppia doppia di Holmes (16 pt, 15 rim) per i Kings. Per i Pelicans, invece, la rimonta è soltanto un’illusione. Dopo aver recuperato 21 punti di svantaggio ed essere andati avanti di 3 a 4 minuti dalla fine, New Orleans si fa infatti beffare nel finale e conclude il match con la 12esima caduta stagionale.Sorride dunque Brooklyn che, grazie alle grandi prove di Harden (39 pt, 12 ast) e Durant (28pt, 8 ast, 7 rim), laspunta per 120-112 negli ultimi minuti di gara.
Continua la striscia negativa anche per Houston (10 sconfitte consecutive) che perde contro Portland con il punteggio finale di 104-92. Buone le prestazioni di Damian Lillard, che mette a referto 20 punti e 7 assist, e CJ McCollum, che chiude con 17 punti e 8 rimbalzi. Arriva la vittoria agevole per Dallas che, contro San Antonio, prende il largo nel terzo quarto e amministra il vantaggio nell’ultima frazione, chiudendo il match con il punteggio di 123-109. I protagonisti assoluti sono Doncic, che registra una tripla doppia da 32 punti, 15 assist e 12 rimbalzi, e Porzingis (anche lui 32 punti).
Periodo nero per Atlanta che ottiene la sesta sconfitta di fila.A festeggiare sono i Nuggets che vincono 105-96 grazie soprattutto al contributo del solito Jokic. Il serbo, infatti, mette a segno la seconda tripla doppia consecutiva, con 22 punti, 19 rimbalzi e 10 assist. Le doppie doppie sfiorate da Trae Young (30 pt, 9 ast) e John Collins (26 pt, 9 rim) non bastano dunque agli Hawks per impensierire Denver.Male Gallinari che in oltre 17 minuti di gioco totalizza solo 2 punti, 5 rimbalzi e 1 assist. Golden State vola sulle ali dell’entusiasmo, divertendo e divertendosi, e conquista la settima affermazione consecutiva surclassando i Chicago Bulls per 119-93. A guidare i Warriors è ovviamente Stephen Curry che realizza addirittura 40 punti, con ben 9 triple segnate su 17 tentativi (53%).
Nell’ultima gara della notte, sono i Lakers a fare scalpore con la bruttissima sconfitta per 108-83 contro Minnesota, che torna così alla vittoria dopo un losing streak che durava da 6 gare. Per i Timberwolves sono fondamentali le prove di Towns (29 pt) e Russell (22 pt); nei Lakers, invece, si salvano solo Davis (22 pt) e Westbrook (20 pt), mentre è disastroso Carmelo Anthony che mette a segno un solo tiro su 12 tentati, chiudendo così la partita con soli 3 punti a referto.

RISULTATI 13 NOVEMBRE

Charlotte Hornets (7-7) – New York Knicks (7-5) 104-96
Boston Celtics (6-6) – Milwaukee Bucks (6-7) 122-113
Cleveland Cavaliers (8-5) – Detroit Pistons (2-9) 98-78
Houston Rockets (1-11) – Portland Trail Blazers (6-7) 92-104
Memphis Grizzlies (6-6) – Phoenix Suns (8-3) 94-119
New Orleans Pelicans (1-12) – Brooklyn Nets (9-4) 112-120
Oklahoma City Thunder (5-6) – Sacramento Kings (5-8) 105-103
San Antonio Spurs (4-8) – Dallas Mavericks (8-4) 109-123
Denver Nuggets (8-4) – Atlanta Hawks (4-9) 105-96
Golden State Warriors (11-1) – Chicago Bulls (8-4) 119-93
Los Angeles Lakers (7-6) – Minnesota Timberwolves (4-7) 83-107

Jokic perde la testa poi chiede scusa: "Ho fatto una cosa stupida"

NBA
LeBron James già in campo: era un "falso positivo"
IERI A 08:47
NBA
Le 5 curiosità della notte che vi siete persi
IERI A 08:25