Sette partite disputate sui parquet americani, nella notte che vede cadere diverse tra le franchigie di grido in questo periodo storico della NBA. In alcuni casi si ribaltano del tutto i rapporti di forza, c’è di scena anche un overtime, come anche una serie di confronti tirati fino all’ultimo. Il colpo della notte lo piazzano i Detroit Pistons (9-30), che approfittano delle varie assenze pesanti per gli Utah Jazz (28-13) e li battono per 126-116 con sei uomini in doppia cifra e Cade Cunningham e Saddiq Bey entrambi a quota 29. Per i Jazz 31 di Donovan Mitchell e 21 con 14 rimbalzi di Hassan Whiteside.
Cadono anche i Milwaukee Bucks (26-17), che nonostante i 26 e 13 rimbalzi di Giannis Antetokounmpo e i 27 con 11 assist di Khris Middleton perdono 103-99 sul parquet degli Charlotte Hornets (22-19), ispirati dai 27 di Terry Rozier e dai 23 di LaMelo Ball. Supplementare tra Boston Celtics (20-21) e Indiana Pacers (15-26), con i primi che vincono 101-98 grazie a Jayson Tatum che riacciuffa una partita prima vinta e poi quasi persa. Per lui 24 punti e 12 rimbalzi, così come ce ne sono 26 e 15 per Jaylen Brown e 14 e 12 per Robert Williams III. Vana la tripla doppia di Domantas Sabonis (11, 23 e 10 assist), così come i 19 dalla panchina dell’inatteso protagonista Torrey Craig. Vincono in modo netto, invece, i New York Knicks (20-21), che dal terzo quarto in poi iniziano a disfarsi comodamente dei San Antonio Spurs (15-25). 111-96 il finale, con RJ Barrett che scrive 31 sulla colonna dei punti nel tabellino, mentre dall’altra parte ce ne sono 24 di DeJounte Murray.
NBA
Klay Thompson è tornato: "Quasi come vincere il titolo"
10/01/2022 A 08:37
Netta l’affermazione dei Philadelphia 76ers (23-16) sugli Houston Rockets (11-31): 91-111 il risultato sul parquet texano, con Joel Embiid in grande spolvero e che va a quota 31 punti, mentre sul fronte opposto più dei 14 Christian Wood e Jalen Green non c’è. Brutta sorpresa preparata dai Portland Trail Blazers (16-24) ai Brooklyn Nets: 114-108 il finale, con una gran performance di Anfernee Simons (23 punti e 11 rimbalzi), di Robert Covington (21) e di Ben McLemore (20). Inutili, a tal punto, i 28 con 10 rimbalzi di Kevin Durant e i 22 di Kyrie Irving. Si decide sul filo di lana tra Sacramento Kings (16-27) e Cleveland Cavaliers (23-18), e sono i secondi a vincere per 108-109 dopo aver rischiato di dilapidare un vantaggio in doppia cifra abbondante. 18 punti dalla panchina per Kevin Love, come pure (ma dal quintetto) per Jarrett Allen, che ci aggiunge 17 rimbalzi; sul fronte degli sconfitti 21 di Tyrese Haliburton, 19 di Buddy Hield, ma soprattutto il tiro della vittoria sbagliato da De’Aaron Fox.

Klay Thompson: "Notte indimenticabile, ne è valsa la pena"

I RISULTATI DELLA NOTTE NBA
Charlotte Hornets-Milwaukee Bucks 103-99
Detroit Pistons-Utah Jazz 126-116
Boston Celtics-Indiana Pacers 101-98
New York Knicks-San Antonio Spurs 111-96
Houston Rockets-Philadelphia 76ers 91-111
Portland Trail Blazers-Brooklyn Nets 114-108
Sacramento Kings-Cleveland Cavaliers 108-109
NBA
Ritorno vincente per Klay Thompson, Memphis inarrestabile
10/01/2022 A 07:21
NBA
I quintetti dell'All Star Game: la prima di Morant e Wiggins
18 ORE FA