Sono dieci le partite di una notte NBA che ha visto Gregg Popovich diventare l’allenatore con più vittorie di sempre. Sono 1336 successi, uno in più di Don Nelson per la storico tecnico dei San Antonio Spurs. Per entrare definitivamente nella leggenda è stato decisivo il 104-102 contro gli Utah Jazz, vittoria che permette a San Antonio di credere ancora al decimo posto, l’ultimo valido per giocare il Play-In. Una successo arrivato in rimonta con un ultimo quarto da 40-28 e con un Dejounte Murray da 27 punti.
NBA
Looney, la rimonta Warriors e le altre storie della notte Playoff
5 ORE FA
Da una leggenda della panchina ad una del campo, perchè LeBron James continua ad offrire epiche prestazioni. L’ultima è quella casalinga contro gli Washington Wizards (122-109 per Los Angeles), dove il numero 6 dei Lakers ha messo a referto 50 punti con anche 7 rimbalzi e 6 assist. Nell’ennesima serata difficile di Russell Westbrook (solo 5 punti) è Malik Monk ad aiutare LeBron con 21 punti.
Restando sempre nella Western Conference, ma nelle zone più alte, cadono in casa i Phoenix Suns contro i Toronto Raptors (117-112), con i canadesi trascinati da un Gary Trent Jr. da 42 punti ed un Pascal Siakam in doppia doppia (25 punti e 10 assist); mentre ai Suns non sono bastati i 24 punti di Cameron Payne. Si riprendono il secondo posto, invece, i Memphis Grizzlies, che rimontano quindici punti di svantaggio e superano 118-114 i New YorkKnicks. Ja Morant è il solito protagonista con 37 punti, uno in più dei 36 segnati da Julius Randle.
Passando ad Est, i Miami Heat confermano la loro leadership nella Conference, ottenendo la loro quarantacinquesima vittoria stagionale contro i Cleveland Cavaliers. Finisce 117-105 per gli Heat con un Bam Adebayo dominante da 30 punti e 17 rimbalzi, mentre ai Cavs non basta un Darius Garland da 24 punti e 10 asssit.
Quinta vittoria consecutiva per i lanciatissimi Boston Celtics, che superano 114-103 i Detroit Pistons con 31 punti di Jayson Tatum, mentre dall’altra parte Cade Cunningham continua ad offrire ottime prestazioni (27 punti, 8 rimbalzi e 6 assist) e prova ad avvicinarsi al titolo di rookie dell’anno.
Danilo Gallinari parte dalla panchina, ma gioca 29 minuti e mette a referto 13 punti, 6 rimbalzi e 3 assist nel successo degli Atlanta Hawks sui Los Angeles Clippers per 112-106. Doppia doppia per Trae Young con 27 punti ed 11 assist ed anche in casa Clippers per Ivica Zubac con 24 punti e 12 rimbalzi.
Un Luka Doncic da 30 punti e 14 rimbalzi guida i suoi Dallas Mavericks al successo sugli Houston Rockets (113-100). Quarto ko consecutivo per i New Orleans Pelicans, che cedono nettamente 142-120 agli Charlotte Hornets di un Miles Bridges da 26 punti, 9 assist ed 8 rimbalzi. Vincono anche gli Orlando Magic contro i Minnesota Timberwolves (118-110) grazie alla doppia doppia di Mo Bamba (27 punti e 12 rimbalzi).

RISULTATI NBA 2021-2022 (12 MARZO)

Orlando Magic – Minnesota Timberwolves 118-110
Atlanta Hawks – Los Angeles Clippers 112-106
Boston Celtics – Detroit Pistons 114-103
Houston Rockets – Dallas Mavericks 100-113
Memphis Grizzlies – New York Knicks 118-114
Miami Heat – Cleveland Cavaliers 117-105
New Orleans Pelicans – Charlotte Hornets 120-142
San Antonio Spurs – Utah Jazz 104-102
Phoenix Suns – Toronto Raptors 112-117
Los Angeles Lakers – Washington Wizards 122-109

Lebron: "Dormo dalle 12 alle 8, poi dalle 8.30 alle 12.30"

NBA
Dallas si illude per un tempo, poi Golden State vola
6 ORE FA
NBA
Tatum, Butler e le altre storie della notte Playoff
IERI A 08:27