I Miami Heat fanno saltare il fattore campo in gara-3 della finale di Eastern Conference e battono i Boston Celtics, in casa loro, per 109-103 in quello che potrebbe essere uno dei punti di svolta della serie.Bam Adebayo non perdona con i suoi 31 punti, 10 rimbalzi, 6 assist e 4 recuperi, mentre dall’altra parte non bastano i 40 di Jaylen Brown e i 20 con 14 rimbalzi di Al Horford.
Per spiegare l’importanza di questo successo degli Heat basta citare un solo dato: gli 8 punti di Jimmy Butler. Non provocati, questi, da una prestazione opaca, ma dal semplice fatto che nell’intervallo è tornato negli spogliatoi a causa di un problema riconducibile alla stessa infiammazione al ginocchio che lo aveva tormentato nella serie con gli Atlanta Hawks.
Una partita, questa, dalle connotazioni complesse da definire, se non altro perché da una parte Miami si ritrova con 26 punti di vantaggio nel corso del secondo quarto, dall’altra Boston rimonta e si trova addirittura a -1 con 2’40” da giocare. Ci pensa però Adebayo a dare sicurezze, soprattutto con il canestro del +6 a mezzo minuto dal termine che garantisce la vittoria agli ospiti.
NBA
Giannis: "Giocare un giorno per i Bulls? Tutti lo sognano"
9 ORE FA
Torna in campo domani, invece, l’altra serie di scena, quella tra Golden State Warriors e Dallas Mavericks, con questi ultimi che, sotto 2-0, possono per la prima volta usufruire della chance di giocare in casa. L’impressione, però, è che Steph Curry e compagni siano tornati ad avere davvero una marcia in più, dopo anni ben oltre il limite della sfortuna.

Jokic riceve il premio di MVP nella sua stalla in Serbia e si commuove

NBA
Il programma di Natale: spicca Mavs-Lakers, Doncic contro LeBron
13 ORE FA
NBA
Il 18 ottobre apre Warriors-Lakers, poi GSW-Memphis a Natale
IERI A 08:53