Undici partite in un’altra, ricca notte di NBA. Tanto lo spettacolo, ma per capire esattamente come sono andate le cose bisogna andare a scoprire, parquet per parquet, quanto accaduto. E, come vedremo, da raccontare ce n’è tanto, in qualunque forma. I Los Angeles Lakers (0-5), partiti con quattro perse di fila, giungono a fare cinque cedendo per 111-102 contro i Minnesota Timberwolves (4-2). Non basta la partita numero 1135 di LeBron James con almeno 20 punti, sorpassando Karl Malone in questo senso. Per lui stanotte 28, ma contano i 29 di Anthony Edwards e i 22 con 21 rimbalzi di Rudy Gobert, oltre ai 21 di Karl-Anthony Towns. I Milwaukee Bucks (4-0), invece, con Giannis Antetokounmpo che sfiora la tripla doppia (30, 14 rimbalzi e 9 assist), ricevendo i New York Knicks (3-2) trovano la vittoria per 119-108. Sette gli uomini in doppia cifra, tre le doppie doppie (Giannis, Brook Lopez e Bobby Portis), mentre in casa Knicks ce ne sono 20 di RJ Barrett e 14 di Julius Randle ed Immanuel Quickley.
Sfida che, al momento, è d’alta quota tra i Cleveland Cavaliers (4-1) e i Boston Celtics (3-2): le due squadre ci entrano con un record di 3-1. Lo migliorano i Cavs con un 123-132 segnato dalla doppia, magnifica prestazione di Caris LeVert e Donovan Mitchell, entrambi a quota 41 punti. Nessuna coppia di Cleveland, neanche LeBron James e Kyrie Irving, è mai riuscita a fare tanto. Gli Atlanta Hawks (4-1), invece, raccolgono un nettissimo e convincente 112-136 con i Detroit Pistons (1-5). 36 i punti di Trae Young, 26 quelli di Dejounte Murray; dall’altra parte 35 di Cade Cunningham.
NBA
3 punti per Fontecchio, Booker da record, William e Kate a Boston
7 ORE FA
Desiderosi di uscire da una serie iniziale non proprio positiva, i Philadelphia 76ers (2-4) vanno a giocare in Canada contro i Toronto Raptors (3-0) e vincono per 90-112 con un grande Tyrese Maxey da 44 punti con 9/12 da tre, suo massimo in carriera. Per i Raptors 26 con 10 rimbalzi di Pascal Siakam. Quanto ai Washington Wizards (3-2), che ricevono gli Indiana Pacers (2-4), arriva la sconfitta per 117-127. Il grande protagonista, dei sei uomini in doppia cifra, è Myles Turner con 27 punti e 10 rimbalzi, ma vanno molto bene anche Tyrese Haliburton con 25 e 12 assist e Buddy Hield con 25. A Washington risultano inutili i 31 di Bradley Beal.
Sfida dal sapore di fascino particolare tra i San Antonio Spurs (4-2) e i Chicago Bulls (3-3), decisa da una grande serata di Keldon Johnson da 33 punti, che insieme ai 21 e 13 di Jakob Poeltl regala il sorriso in formato 129-124 a Gregg Popovich. Per i Bulls 33 di DeMar DeRozan. I Phoenix Suns (4-1), contro i New Orleans Pelicans (3-2), raccolgono un chiaro 124-111 in virtù dei 27 punti di Myles Bridges, evitando che i 25 e 10 rimbalzi di Jonas Valanciunas abbiano delle conseguenze. Infine, in un confronto tra squadre che arrivano con bilanci opposti alla notte, i Portland Trail Blazers (5-1) si impongono per 125-111 nei confronti degli Houston Rockets (1-5). Non c’è Damian Lillard? Ci pensano Anfernee Simons con 30 punti e Jusuf Nurkic con 27 e 15 rimbalzi. Per i Rockets 18 di Eric Gordon.
Per quanto riguarda gli Utah Jazz (4-2) di Simone Fontecchio (fermato insieme a Rudy Gay dal protocollo anti-Covid), nel confronto d’alta classe con i Denver Nuggets (4-2) arriva la sconfitta per 117-101: più di Nikola Jokic (12 e 10 rimbalzi) e Michael Porter Jr. (22 e 13) a farla da padrone è Bones Hyland, che si alza dalla panchina e scrive 26. Pe i Jazz 17 e 10 di Lauri Markkanen.

I RISULTATI DELLA NOTTE NBA

Detroit Pistons-Atlanta Hawks 112-136
Orlando Magic-Charlotte Hornets 113-93
Boston Celtics-Cleveland Cavaliers 123-132
Toronto Raptors-Philadelphia 76ers 90-112
Washington Wizards-Indiana Pacers 117-127
Milwaukee Bucks-New York Knicks 119-108
Minnesota Timberwolves-Los Angeles Lakers 111-102
San Antonio Spurs-Chicago Bulls 129-124
Denver Nuggets-Utah Jazz 117-101
Phoenix Suns-New Orleans Pelicans 124-111
Portland Trail Blazers-Houston Rockets 125-111
NBA
Banchero ne fa 20, ma Orlando perde ancora. Booker-show: 51 punti
9 ORE FA
NBA
Il duello Doncic-Curry, Dinwiddie espulso e il 4° periodo di Powell
IERI ALLE 09:20