Per Reggio Emilia questa è una settimana decisamente importante. Stiamo parlando della parte cestistica della città che solo qualche giorno fa ha gioito per la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia (11-14 febbraio al Mediolanum Forum e su Eurosport) ma sa che questo sarà un weekend duro da affrontare e no, non c’entra il basket giocato.

Il 26 gennaio 2020 ci lasciava Kobe Bryant, in un tragico incidente che ha portato via anche sua figlia Gianna e altre persone ospiti dei Bryant, nella rotta verso casa. Da quel giorno anche Reggio Emilia e la Reggiana hanno cambiato faccia e hanno più e più volte dedicato canestri e monumenti al fenomeno dei Lakers cresciuto a Reggio.

Eurolega
Tobey stoppa, Williams schiaccia: come gioca Valencia!
31 MINUTI FA

L’ultima, solo in ordine temporale, è una piazza nella città che sarà intitolata proprio a Kobe e Gianna nel giorno della loro scomparsa, martedì 26 gennaio. Quello spazio si chiamerà “Largo Kobe e Gianna Bryant” e nasce da un intervento di riqualificazione di un’area vicino al palazzetto di Via Guasco, nel cuore di Reggio.

Nella notte tra lunedì 25 e martedì 26 gennaio, Reggio Emilia sarà a colori: la fontana di fronte al Teatro Municipale ‘Romolo Valli’ e gli archi dei ponti di Santiago Calatrava saranno illuminati di giallo e viola, i colori dei Los Angeles Lakers. Perché anche nelle notti più scure, possano sempre splendere le luci di Kobe, Gianna e tutte le persone che non ci sono più.

20.000 con la 8 e la 24 per Kobe e Gigi Bryant: lo Staples Center ricorda il Mamba e Mambacita

Eurolega
Che volo di Austin Hollins! Schiacciata a rimbalzo offensivo
UN' ORA FA
NBA
Ecco il calendario completo: Gallinari-Melli il 2 e 6 aprile
7 ORE FA