Dopo un calvario durato praticamente 3 settimane, Filippo Baldi Rossi può tornare ad allenarsi e sarà disponibile per la Unahotels Reggio Emilia in vista della gara di domenica contro Pesaro. L'ala ex Virtus Bologna e Aquila Trento è risultato negativo all'ultimo tampone e quindi può dichiarare chiuso il percorso di isolamento a causa del Coronavirus, contratto a fine ottobre. Un'esperienza difficile, da non sottovalutare, che Baldi Rossi ha raccontato alla Gazzetta di Reggio: "Ho passato quattro giorni con la febbre altissima, oltre 39°, e tanti altri sintomi. Soprattutto accusavo fortissimi dolori fisici. Mi svegliavo nel cuore della notte, mi mettevo sul divano cercando, senza riuscirci, una posizione che mi facesse sentire meglio. Piangevo dal dolore. Per fortuna non ho avuto complicazioni respiratorie e sono riuscito a curarmi a casa".

E’ arrivato il Black Friday su Eurosport! Accedi alla nostra incredibile offerta e goditi tutti gli eventi di basket nel 2021 scontati del 50% sul prezzo annuale!

Serie A
Highlights: Pesaro-Reggio Emilia 84-63
22/11/2020 A 22:10

Un racconto toccante quello di Filippo che invece, facendo un passo indietro, parla così di quando si è accorto di aver contratto il Covid: "Torniamo in palestra il martedì e facciamo due allenamenti. Il giorno dopo mi sveglio a pezzi, tanto che scrivo a Matteo (Del Principio, ndr), il nostro preparatore atletico, e gli chiedo cosa ci avesse fatto fare di diverso nell'ora e un quarto di pesi del giorno precedente. Lui mi risponde che aveva seguito il programma senza stravolgerlo. Così mi insospettisco e mi provo la febbre: avevo 37.2° e mi sentivo stanchissimo. Contatto subito Filippo Barozzi perché non sapevo come comportarmi. Lui organizza al volo un test rapido che risulta positivo. Dopo poco, attorno alle 18.30, faccio il tampone molecolare. Il risultato arriva il giorno successivo ed è ancora positivo. La mia prima sensazione è stata di paura".

Ho passato quattro giorni con la febbre altissima, oltre 39°. Mi svegliavo nel cuore della notte, mi mettevo sul divano cercando, senza riuscirci, una posizione che mi facesse sentire meglio. Piangevo dal dolore

Quei giorni sono stati molto pesanti anche dal punto di vista psicologico: "Mi sono fatto tante domande. Mi sono chiesto se fossi stato io ad attaccare il virus alla squadra e anche alla mia famiglia, perché purtroppo anche mia madre è stata contagiata. Io sono sempre stato attentissimo alle indicazioni della società e ho osservato tutte le regole del ministero della sanità, eppure ho contratto il virus. Per fortuna la società mi è sempre stata vicino".

Highlights: Virtus Bologna-Reggio Emilia 67-77

Serie A
Rinviate Trieste-Reggio Emilia e Cremona-Cantù per Covid
05/11/2020 A 10:00
Serie A
Reggio ha 11 positivi al Covid, rinviata la gara con Treviso
01/11/2020 A 15:12