In un periodo di estrema difficoltà finanziaria, tra gridi di allarme e sospensioni temporanee degli stipendi, la Fortitudo Bologna ritrova un po’ di serenità superando Reggio Emilia (dopo 3 vittorie reggiane in altrettanti precedenti stagionali). Comincia con un k.o. il corso-Caja sulla panchina biancorossa e il tecnico arriva così alla 7 sconfitta consecutiva alla prima gara da head coach subentrato alla guida di un club di A. Matteo Fantinelli decide di attaccare fin da subito Brandon Taylor, sfruttando l’evidente mismatch fisico, specie nel gioco in post spalle a canestro, ma sono le sfuriate di Adrian Banks a valere il primo allungo della Effe e a costringere gli avversari al timeout (11-4 al 4’). L’ingresso di Henry Sims ridà smalto all’attacco ospite con un break personale di 0-6, anche se gli esterni di Reggio Emilia continuano a schiantarsi letteralmente contro la difesa di casa e non riescono a realizzare nemmeno da oltre l’arco dei 6.75. Nel momento in cui la UNAHOTELS sembra poter rientrare completamente, è Marco Cusin a calamitare ogni possesso offensivo della Lavoropiù e a realizzare i canestri che valgono il 19-14 a fine 1° quarto.
Tutto lo sport di Eurosport LIVE, Ondemand e senza pubblicità per un anno intero a metà prezzo!

Saunders cancella Taylor con una stoppatona che spedisce il pallone in tribuna

Serie A
Highlights: Reggio Emilia-Venezia 65-71
10/05/2021 A 21:27
Sims continua a dominare a rimbalzo, anche offensivo, ma è Petteri Koponen a scaldare la mano, segnare punti importanti per evitare la nuova fuga della Fortitudo e fare sostanzialmente le veci di un Taylor irriconoscibile. La squadra di coach Dalmonte non segna praticamente più e il parziale biancorosso si amplia fino allo 0-11 per il primo vantaggio reggiano (23-25) a metà 2° quarto. Reggio Emilia esaurisce però il bonus falli di squadra troppo presto e paga dazio coi continui viaggi in lunetta concessi agli esterni di casa. Bologna perde invece Todd Withers, il quale si accascia sul parquet, dopo un alley-oop non convertito, per un problema al ginocchio sinistro. Dario Hunt, pur soffrendo molto in difesa, diventa allora protagonista del finale di 1° tempo, scrivendo il +4 (35-31) al rientro negli spogliatoi. Banks è ormai go-to-guy indiscusso della Effe, trascinandola a una nuova fuga (39-31) in apertura di ripresa. I compagni però non lo seguono e, anzi, si mangiano canestri incredibili, difettando anche in difesa. Reggio Emilia piazza così un parziale di 0-9, sbloccandosi anche da oltre l’arco dopo un inatteso 0/12, e a metà 3° quarto ritorna avanti (41-42), con un Tomas Kyzlink devastante.

Dario Hunt si mangia la linea di fondo e decolla per la schiacciatona in reverse

Il break biancorosso si amplia fino al 2-17, coronato dalla seconda bomba stagionale di Mouhamet Rassoul Diouf, per il primo vero allungo (41-47), che costringe un preoccupato coach Dalmonte al timeout. Gli ospiti avrebbero più occasioni per dare un’altra spallata al match, ma non riescono a capitalizzarle e Pietro Aradori non fa sconti, piazzando le giocate che valgono il -3 (49-52) al 30’. Nonostante l’evidente stanchezza, Banks è monumentale nel tenere viva la Fortitudo, ma i turnovers limitano un po’ l’attacco biancoblu in un momento importante del match. Fantinelli è perfetto nello smazzare assist fondamentali, con la complicità evidente della difesa biancorossa, e rimettere avanti i padroni di casa (58-57) a metà dell'ultima frazione. Koponen, uno dei migliori tiratori nella storia dell’EuroLega, fa 0/7 da 3, ma sono inspiegabili le scelte offensive biancorosse, che si limitano alla perimetralità quando la Effe ha 4 falli di squadra da un’eternità. Hunt non fa allora complimenti e domina la sfida con Sims, piazzandogli in faccia i giochi da 3 punti che valgono la vittoria bolognese, anche perché Koponen suggella una gara da incubo con un’incredibile palla persa sul -4 a 14’’ dalla sirena e poi non riuscendo a rilasciare in tempo la tripla che sarebbe valsa l’overtime. Hunt MVP (22 e 9 rimbalzi), Banks miglior marcatore (23). A Reggio non basta la doppia-doppia (23 e 10 rimbalzi) di Sims.

Petteri Koponen non brucia la sirena per una questione di centesimi

FORTITUDO LAVOROPIÙ BOLOGNA - UNAHOTELS REGGIO EMILIA 71-68

  • Fortitudo: Banks 23, Aradori 7, Saunders 2, Manna n.e., Hunt 22, Pavani n.e., Fantinelli 2, Baldasso 5, Cusin 6, Withers 4, Totè. All. Dalmonte.
  • Reggio Emilia: Lemar 5, Koponen 4, Candi, Baldi Rossi 6, Porfilio n.e., Taylor 12, Giannini n.e., Elegar 9, Sims 23, Bonacini n.e., Diouf 3, Kyzlink 6. All. Caja.

Highlights: Fortitudo Bologna-Reggio Emilia 71-68

* * *

RIGUARDA FORTITUDO BOLOGNA-REGGIO EMILIA IN VOD (CONTENUTO PREMIUM)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Basket

Fortitudo Lavoropiù Bologna - UNAHOTELS Reggio Emilia

00:00:00

Replica
Serie A
Highlights e tabellini di tutte le partite della 29a giornata di serie A
25/04/2021 A 23:33
Serie A
Highlights: Sassari-Reggio Emilia 89-82
25/04/2021 A 21:28