Dolomiti Energia Trentino-Germani Brescia 91-67

Di Davide Fumagalli. Ritorno amaro per Maurizio Buscaglia a Trento perchè la sua Germani Brescia viene letteralmente travolta 91-67 dalla Dolomiti Energia Trentino nel primo anticipo del sabato della 23esima giornata di Serie A. A prevalere è l'Aquila di coach Lele Molin che, dopo il turno di stop a causa del rinvio della partita con Sassari, sfoga la grande energia in campo e bissa il successo di due settimane contro Milano, portandosi così a 16 punti in classifica alla pari di Fortitudo Bologna e Cremona, e a -2 dalla stessa Germani. I padroni di casa dilagano nel secondo tempo, chiudono con 11 su 21 da tre e colmano le difficoltà a rimbalzo (28 a 36) prevalendo negli assist (19 a 13) e limitando le palle perse, praticamente la metà degli avversari (9 a 17). Trento ha cinque giocatori in doppia cifra, spicca JacoRey Williams con 20 punti e 11 rimbalzi, ci sono i 19 con 5 triple di Morgan e i 16 punti con 7 assist e 6 falli subiti di Browne. Per Brescia è invece il secondo stop di fila dopo quello con Milano, un ko che fa male perchè arrivato con una diretta rivale e per il disastroso secondo tempo (45-27, dopo il 46-40 dei primi 20'): inutili i 20 punti di Chery, i 14 di Burns e i 12 di Willis.
Tutto lo sport di Eurosport LIVE, Ondemand e senza pubblicità per un anno intero a metà prezzo!
Serie A
La Fortitudo Bologna rialza la testa battendo Reggio Emilia
19/03/2021 A 21:36

Williams con due schiaccioni, Trento può esultare

La gara della BLM Group Arena ha un un avvio equilibrato, Burns e Kalinoski rispondono a Browne e Sanders, poi Morgan segna in jumper il canestro del 24-24 con cui si va alla prima pausa. Nel secondo quarto Moss e Morgan si scambiano triple, poi la Dolomiti Energia tenta l'allungo sul 37-31 ma la Germani risponde con un 8-0 e mette il naso avanti con Wilson. Da lì torna al lavoro Trento, Forray e Sanders vanno a segno e firmano il 46-40 dell'intervallo lungo.

Incredibile tripla di Moss con una sponda impensabile

Nella ripresa a sorpresa Brescia sparisce e così Trento ne approfitta: dal 49-45 la squadra di Molin piazza un break di 14-1 con le bombe di Sanders e di uno scatenato Morgan, la Germani sbaglia tiri in serie e si espone alla transizione avversaria, e al 30' si ritrova sotto 69-53 per la bomba allo scadere di Browne. Il quarto periodo è uno show assoluto dell'Aquila che trova schiacciate a grappoli con Williams e Mezzanotte, e arriva fino al massimo vantaggio di +29 sul 92-61. Il finale è 91-67, una gran vittoria per Trento, un ko molto pesante per la Germani che comunque veniva da un periodo positivo.

Sanders vola e schiaccia contro la difesa schierata

Nel prossimo turno, 24esima giornata, le due squadre sraanno in campo domenica 28 marzo: la Germani Brescia ospiterà la Happy Casa Brindisi nell'anticipo delle 12, la Dolomiti Energia Trentino sarà di scena a Masnago contro l'Openjobmetis Varese alle ore 18.
  • Trento: Ladurner, Maye 14, Morgan 19, Browne 16, Sanders 12, Mezzanotte 4, Williams 20, Conti, Forray 6, Pascolo, Jovanovic, Martin. All. Molin.
  • Brescia: Kalinoski 7, Sacchetti 2, Vitali, Crawford 4, Willis 12, Chery 20, Bertini, Moss 6, Wilson 2, Parrillo, Burns 14, Bortolani. All. Buscaglia.

Highlights: Trento-Brescia 91-67

* * *

Carpegna Prosciutto Pesaro-Segafredo Virtus Bologna 70-75

Di Daniele Fantini. In cerca di una risposta dopo la sconfitta con Brindisi, ma in amministrazione controllata in vista del doppio impegno settimanale per i playoff di Eurocup con Badalona: non un matrimonio perfetto tra concetti, e il verdetto del campo non può essere che controverso. La Virtus passa sì alla Vitrifrigo Arena riagganciando momentaneamente la Happy Casa al secondo posto in classifica (con due partite in più) ma rischia il disastro nel quarto periodo, quando, dopo aver sempre condotto il match in maniera sorniona senza mai affondare la vera coltellata vincente, si ritrova, quasi d'improvviso, a dover rincorrere, rimontare e spegnere una violenta fiammata di nervi con cui Pesaro sogna il colpaccio. Bologna si salva affidandosi ai suoi pretoriani e al quintetto piccolo "risolutivo" con Kyle Weems da quattro tattico, ma nonostante la grande risposta delle sue punte di diamante nel momento di maggior difficoltà, restano aperti tanti dubbi sulla solidità e sulla chimica di una squadra che ha viaggiato a lungo sulle montagne russe in questa stranissima stagione.

Ricci impara da Teodosic: assist dietro la testa per Hunter

Pesaro, alla terza sconfitta consecutiva e sempre orfana di un americano in rotazione per l'assenza prolungata di Frantz Massenat, si lascia sfuggire dalle dita un'occasione ghiottissima in una serata in cui sono forza mentale, fisica, difensiva e gioco interno a dirimere la questione di fronte a contenuti tecnici di bassa qualità generale e percentuali quasi ininfluenti dall'arco per entrambe le squadre (7/31 per la VL, 4/20 per la Virtus): dopo aver inseguito anche in doppia cifra di svantaggio a cavallo dei due periodi centrali, la Carpegna Prosciutto si rianima dopo l'espulsione di coach Jasmin Repesa per doppio tecnico (52-59) e, con una zona 1-3-1 contenitiva, piazza un contro-break di 12-2 approfittando del calo di una Bologna distratta, leggera ed eccessivamente compassata. Il micro-vantaggio toccato alla metà del quarto periodo (64-61) si estingue, però, con la velocità di un fuoco fatuo, giusto il tempo perché un paio di colpi di Julian Gamble e di Milos Teodosic, risorto nel finale dopo una partita giocata in maniera visibilmente e stranamente svogliata, ribaltino nuovamente l'inerzia.

Il cuore di Pajola: tuffo, recupero e assist da terra a fil di sirena

Lo stesso Gamble chiuderà come top-scorer bianconero a quota 11, così come Marco Belinelli, autore dei tiri liberi della staffa nel finale ma, a dispetto dei numeri, protagonista di una serata incolore, con scarse percentuali al tiro frutto di una lunga serie di forzature e conclusioni prese fuori equilibrio (3/12). Il migliore, per spirito e atteggiamento, è probabilmente Alessandro Pajola (6 punti, 4 rimbalzi, 2 recuperi e 2 assist in 17' dalla panchina): le sue giocate di grinta, cuore e pura rabbia agonistica tengono viva la Virtus in un lungo momento di stasi a cavallo dei due quarti finali e, non a caso, la rimonta poi sfumata della VL arriva proprio in concomitanza con il suo ritorno in panchina. Positiva anche la risposta di Josh Adams dopo il panchinamento sofferto lo scorso weekend contro Brindisi (sorte toccata questa sera ad Amar Alibegovic): 8 punti in 6 minuti di grande impatto dalla panchina nel secondo periodo, ma poi non più utilizzato nel prosieguo della partita.

Julian Gamble con la schiacciata che vince la partita a Pesaro

Su sponda Pesaro, invece, non bastano i 25 punti di Marko Filipovity, il più continuo, preciso e duttile nella metacampo offensiva (anche 4/9 dall'arco in una serata, come detto, da ferri fatti risuonare in gran quantità), i 16 di Tyler Cain, eroico nel reggere, quasi da solo, il peso della squadra in vernice su entrambe le metacampo contro una front-line fisica, profonda ed esperta, e i 13 di Matteo Tambone (season-high pareggiato), cinico su ogni possesso. Mancano gli apporti offensivi di Justin Robinson, ben controllato da una Virtus che concede pochissimo sulla prima linea (4 punti, 2/8 al tiro), e di Carlos Delfino, auto-limitatosi in una pessima uscita da 0 punti con un gelido 0/8 dal campo.
  • Pesaro: Robinson 4, Drell 5, Tambone 13, Filipovity 25, Cain 16; Filloy 2, Zanotti 5, Delfino. N.e.: Mujakovic, Serpilli, Basso. All.: Repesa.
  • Bologna: Markovic 7, Belinelli 11, Weems 7, Ricci, Tessitori 5; Pajola 6, Adams 8, Hunter 8, Teodosic 8, Gamble 11, Abass 4. N.e.: Alibegovic. All.: Djordjevic.

Highlights: Pesaro-Virtus Bologna 70-75

* * *

Riguarda Dolomiti Energia Trentino-Germani Brescia in VOD (Contenuto Premium)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Basket

Dolomiti Energia Trentino - Germani Brescia

00:00:00

Replica
* * *

Riguarda Carpegna Prosciutto Pesaro-Segafredo Virtus Bologna in VOD (Contenuto Premium)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Basket

Carpegna Prosciutto Pesaro - Segafredo Virtus Bologna

00:00:00

Replica
* * *
Serie A
Virtus Bologna, ufficiale l'ingaggio di Ekpe Udoh
18/07/2021 A 21:05
Serie A
Pesaro presenta coach Aza Petrovic: "Voglio riportare la Vuelle in Europa"
16/07/2021 A 20:48