No D'Angelo Harrison? Nessun problema. No Derek Willis, perso nel secondo quarto per il riacutizzarsi dei problemi alla schiena? Nessun problema, bis. Anche senza due pedine-chiave del quintetto base, la Happy Casa Brindisi piega Reggio Emilia nel posticipo e si riprende il secondo posto alle spalle dell'Olimpia Milano, svettando grazie al record migliore (11-4) nel gruppone comprendente anche Sassari (11-5), Virtus Bologna e Reyer Venezia (11-6). È un successo che corrobora la squadra confermandone la bontà strutturale dopo il periodo di flessione successivo al trionfo al Forum (1-3 nelle quattro gare precedenti a questa) così come la grande capacità gestionale di coach Frank Vitucci, in grado di mantenere un gioco di grande qualità ed efficacia anche con un ampio ricorso alla panchina.

Ousmane Krubally spazza il tabellone: che schiacciata in tap-in

Già, perché dopo la sfuriata iniziale di Nick Perkins (top-scorer dei suoi con 17 punti, 12 dei quali nella prima metà di gara), sono proprio le seconde linee a puntellare il successo, spinte dalle ottime prestazioni degli italiani. Spicca la seratona di Mattia Udom, chiamato a uno sforzo-extra per rimpiazzare Willis e pronto a rispondere con una doppia doppia da 11 punti e 10 rimbalzi, entrambi massimi in carriera. Ugualmente solidi e concreti anche Raphael Gaspardo (11 punti) e Alessandro Zanelli (8 dalla panchina), autori delle due bombe consecutive con cui la Happy Casa prende definitivamente il largo nelle battute iniziali del quarto periodo (67-53) rintuzzando l'enorme break di 18-2 con cui aveva risposto al faticoso rientro della Reggiana nel terzo quarto (da 43-43 a 61-45 all'ultimo riposo). Nel mezzo, ci sono le spingardate di James Bell, impreciso (3/11) ma letale nel momento cruciale, con due triple in fila che, unite a quella di Udom, spezzano l'unico vero momento favorevole ospite, e le giocate all-around di un completissimo Darius Thompson, sempre pronto a riempire il referto in ogni categoria statistica: 14 punti, 5 rimbalzi e 9 assist a indicare una gara gestita con ottima personalità in regia.
Serie A
Retrocessioni bloccate e licenze: quale futuro per la Serie A?
01/02/2021 A 14:16

Dominique Sutton sfoga la rabbia: taglio e schiacciata di potenza

In una serata in cui il tiro dall'arco funziona a strappi (8/30 per Brindisi, 7/22 per Reggio Emilia), la Happy Casa costruisce la vittoria soprattutto sotto i tabelloni, controllando in maniera nettissima il verniciato: agevolata dall'assenza di Frank Elegar, ancora a riposo per l'infortunio alla caviglia sofferto contro Trento, la squadra di Vitucci vince la battaglia a rimbalzo per 43-35 con 12 offensivi, ma i numeri alla fine del terzo periodo, lì dove si decide la partita, sono ancora più eloquenti: 38-23 con 11 extrapossessi in attacco. E anche la zona 2-3 cui ricorre la Reggiana per proteggere la propria area si rivela, invece, un'arma spuntata, perché lenta e mal coordinata tra i reparti, facilmente azzannabile da una Brindisi che, proprio contro la difesa tattica, scava il primo grosso break della gara nel secondo quarto (da 22-17 a 33-21 al 16').
Pur mantenendosi a ridosso della zona playoff (nono posto con un record di 7-10), Reggio incassa la sesta sconfitta nelle ultime sette gare di campionato e mostra, oltre ai già citati problemi sotto canestro, le difficoltà derivanti dalla lunga trasferta che ha tenuto la squadra lontano da casa per l'intera settimana, con le tre gare ravvicinate di FIBA Europe Cup giocate nella bolla in Olanda. Josh Bostic è il top-scorer con 22 punti e 5/11 dall'arco, prodotti, però, con grande discontinuità, alternando momenti bollenti a lunghi giri a vuoto. Il più concreto è Leo Candi, 15 punti, 3 recuperi e tanta energia in 31' dalla panchina. Ancora non pervenuto Petteri Koponen: il finlandese sorvola la partita nella più classica delle versioni albatros, con 0/4 al tiro in 14 minuti spenti.

Happy Casa Brindisi-UnaHotels Reggio Emilia 79-70

  • Brindisi: Thompson 14, Bell 9, Visconti 5, Willis, Perkins 17; Gaspardo 11, Udom 11, Zanelli 8, Krubally 4. N.e.: Motta, Guido, Cattapan. All.: Vitucci.
  • Reggio Emilia: Taylor 8, Kyzlink 7, Bostic 22, Baldi Rossi 10, Sutton 6; Candi 15, Diouf 2, Koponen. N.e.: Giannini, Bonacini, Porfilio. All.: Martino.

Highlights: Brindisi-Reggio Emilia 79-70

* * *

Riguarda Happy Casa Brindisi-UnaHotels Reggio Emilia in VOD (Contenuto Premium)

Premium
Basket

Happy Casa Brindisi - UNAHOTELS Reggio Emilia

01:53:10

Replica
Serie A
Milano risponde alla rimonta di Brindisi, vince 72-67 ed è in finale
4 ORE FA
Serie A
Supercoppa, Highlights: Brindisi-Sassari 76-66
18/09/2021 A 16:24