Finisce dopo un anno e mezzo l’avventura di Cesare Pancotto nel ruolo di allenatore dell’Acqua S. Bernardo Cantù. Il nativo di Porto San Giorgio, 66 anni, è stato infatti esonerato dal club dopo il Consiglio di Amministrazione che si è tenuto questo pomeriggio. Fatale per lui la combinazione dell’ultima sconfitta in quel di Pesaro, con proporzioni che hanno a tratti superato i 30 punti, e di un più generale bilancio nelle ultime settimane, con quattro partite perse nelle ultime sei, che hanno trascinato Cantù al penultimo posto a quota 8 punti. Si tratta del terzo allenatore la cui panchina salta: prima ancora dell’inizio del campionato Attilio Caja era stato sollevato dall’incarico a Varese, che lo aveva affidato a Massimo Bulleri (proprio contro l’Openjobmetis, oggi ultima a quota 6 e con quattro partite da recuperare, l’Acqua S. Bernardo giocherà il derby domenica), mentre a Brescia è avvenuto il cambio tra Vincenzo Esposito e Maurizio Buscaglia e alla Fortitudo Bologna quello tra Meo Sacchetti e Luca Dalmonte.
Due i nomi che sarebbero sulla cresta dell’onda per la sostituzione di Pancotto. Uno è quello di Piero Bucchi, che ha dovuto chiudere anzitempo la seconda parte di strada con la Virtus Roma a causa dell’esclusione del club capitolino, l’altro è quello di Marco Gandini, e in questo caso si tratterebbe di una soluzione interna.
Serie A
Sassari è seconda, Venezia rimonta Cremona, Pesaro travolge Cantù
24/01/2021 A 18:03

Highlights: Pesaro-Cantù 107-83

Serie A
La Virtus batte Cantù e aggancia Brindisi, ko con Venezia
17/01/2021 A 18:20
Serie A
Nico Mannion alla Virtus: 5 domande su un grande colpo
11/08/2021 A 12:07