Meo Sacchetti lascia, Luca Dalmonte arriva. La Fortitudo Bologna sceglie un profilo di grande esperienza per occupare la panchina dopo la separazione burrascosa con il CT della Nazionale, arrivato in biancoblu con grande entusiasmo, progetti e speranze rapidamente naufragati nell'arco di una decina di giornate di campionato. Per Dalmonte si tratta di un ritorno in una piazza che aveva già conosciuto più di vent'anni fa, quando, tra il 1993 e il 1997, aveva coperto il ruolo di assistente allenatore di Sergio Scariolo, Valerio Bianchini e Pero Skansi, dirigendo, da head-coach, soltanto una partita, ma molto significativa, dopo l'esonero dello stesso Scariolo nel novembre del 1996: il derby contro la Virtus Bologna, vinto per 80-63 con una super-prestazione da 31 punti di Carlton Myers.

Più di vent'anni di carriera ad alto livello

La sua carriera da capo-allenatore, iniziata proprio al termine dell'esperienza con la Fortitudo, lo vede sulle panchine di Siena, Avellino, Reggio Emilia, Roseto, Ferrara, Teramo, Cantù, Pearo, Fenerbahçe, Roma e Verona (con cui ha chiuso i rapporti lo scorso dicembre): nel suo palmarès trovano posto una Coppa di Turchia (vinta nel 2013 con il Fener) e il premio di miglior allenatore di LegaDue 2005-06, conquistato alla guida di Ferrara grazie al secondo posto in campionato alle spalle di Scafati (Ferrara viene poi eliminata in semifinale playoff contro Rieti mancando la chance di salire in Serie A). Nel massimo campionato raggiunge i traguardi più importanti tra il 2010 e il 2012 con Pesaro e Roma, trascinate entrambe in semifinale ma poi battute rispettivamente da Milano e Siena. In Serie A manca da cinque anni (2014-15), stagione chiusa con il decimo posto sulla panchina dell'allora Acea Roma.
Serie A
Fortitudo, è addio con coach Sacchetti: in arrivo Dalmonte?
06/12/2020 ALLE 11:37

Fortitudo, una risalita difficile

Dalmonte si troverà ad affrontare una situazione delicatissima e che richiederà grande esperienza per essere raddrizzata. Bologna è ultima in campionato con un record di 1-8, ha perso l'unica partita disputata finora in Champions League e, in queste prime settimane di stagione martoriate da una lunga serie di infortuni, non ha ancora trovato equilibri, chimica e compattezza difensiva nonostante la presenza del trittico dei migliori marcatori della scorsa Serie A (Adrian Banks, Ethan Happ e Pietro Aradori) e gli aggiustamenti effettuati in corsa sul mercato (Wesley Saunders e Marco Cusin, due giocatori che Sacchetti conosce molto bene).

Highlights: Brescia-Fortitudo Bologna 99-85

Serie A
Brescia travolge la Fortitudo, buona la prima per Buscaglia
05/12/2020 ALLE 20:59
Eurolega
Gabriele Procida sbarca in Eurolega: triennale con l'Alba Berlino
08/07/2022 ALLE 10:46