Blocco delle retrocessioni, super-licenze, ripescaggi, penali da pagare per poter restare nella massima serie: gli ultimi giorni hanno visto un rincorrersi di voci volte a tratteggiare il possibile futuro della Serie A, ma Gianni Petrucci, al termine del Consiglio Federale tenutosi nella giornata di venerdì, ha rimandato ogni decisione al termine della stagione, smentendo, di fatto, qualsiasi rumor.
Quello più chiacchierato toccava da vicino la possibilità di bloccare le retrocessioni in questa stagione vissuta in maniera molto distante dalle aspettative, con chiusura al pubblico quasi totale eccezion fatta per qualche manciata di gara con spettatori contingentati sugli spalti visti in Supercoppa e nelle primissime giornate di campionato. In questo senso, l'ultima classificata si sarebbe potuta salvare mantenendo la categoria attraverso il pagamento di una penale di 125.000 euro, la metà dell'importo richiesto invece alle squadre promosse dalla LegaDue.
"Il Presidente di Lega, Umberto Gandini - ha dichiarato Gianni Petrucci - mi ha confermato come le notizie sui criteri del possibile ripescaggio del club che retrocederà siano soltanto voci infondate. Ho chiesto alle società di pensare a una riforma forte, di grande impatto, che però sarà valutata e discussa soltanto dopo che sarà suonata la sirena dell'ultima partita che assegnerà lo scudetto, a fine stagione".
Serie A
Milano vince il derby con Cantù, successi esterni per Treviso e Venezia
21/03/2021 A 18:38

Top 5: le migliori giocate della 23a giornata

Serie A
Top 5: le migliori giocate della 26a giornata
16 ORE FA
Serie A
Derek Willis inchioda al ferro due grandi schiacciate contro Milano
IERI A 22:19