Dopo un'intera settimana di allenamenti sospesi per i numerosi casi di positività al Coronavirus, l'Umana Reyer Venezia è tornata sul parquet del Taliercio per riprendere il lavoro coi giocatori "abili". La particolarità è che i giocatori negativi sono scesi in campo con indosso le mascherine a uso sportivo: come comunicato dal club orogranata, i giocatori hanno fatto da "cavia" per questi strumenti realizzati su idea del Politecnico di Torino in collaborazione con la commissione per l'attuazione del protocollo medico FIP. "Dopo l'ennesimo giro di tamponi, il gruppo di coach Walter De Raffaele ha ripreso l'attività utilizzando le mascherine Sherpa con la speranza che possano diventare uno strumento di sicurezza utile per la ripresa generale degli sport di contatto", si legge nella nota diffusa dalla Reyer.

Serie A
La Reyer ha 7 giocatori, ma giocherà domenica contro Milano
20/11/2020 A 09:46

Venerdì Venezia aveva annunciato che erano 11 i positivi al Covid-19 nel gruppo squadra, per cui sono state rinviate le partite di sabato sera contro Trieste e quella di martedì 17 novembre in Francia contro Bourg, valida per l'ottava giornata di Eurocup. La Reyer deve già recuperare altre due partite di coppa, quella dell'andata coi francesi e quella di mercoledì scorso contro il Partizan Belgrado, entrambe al Taliercio. E' possibile che gli orogranata tornino sul parquet domenica prossima 22 novembre per il big match contro l'AX Armani Exchange Milano, posticipo delle ore 20.45 al Forum di Assago, sempre che l'emergenza e i numerosi positivi calino.

Della situazione ha parlato Federico Casarin, presidente della Reyer Venezia, al Corriere del Veneto: "È una situazione complicata. Non possiamo fare previsioni su quando riprenderemo a giocare. Potrebbero aggiungersi altri positivi, ma speriamo di no. Di certo in questo momento tra positivi e infortunati avremmo solo cinque giocatori disponibili, impensabile prevedere quando potremo riprendere a giocare. Non è però scontato che bastino dieci giorni perché si negativizzino. Abbiamo visto in altre squadre che ci sono stati giocatori rimasti positivi anche per venti giorni. Una volta guariti poi i giocatori dovranno sottoporsi alla visita sportiva per ottenere nuovamente l’idoneità. Purtroppo anche rispettando tutti i protocolli accade che qualcuno si infetti ugualmente. E in un attimo finisce che si contagia tutta la squadra".

Highlights: Roma-Venezia 71-89

Serie A
Covid: Venezia ha diversi positivi, rinviata Reyer-Partizan
10/11/2020 A 22:15
Serie A
Milano soffoca Brescia, Venezia sbanca Roma, Pesaro ok con Varese
08/11/2020 A 18:17