Spettacolare Happy Casa Brindisi! La Stella del Sud espugna il parquet dell'AX Armani Exchange Milano, costringendola al 1° k.o. in Serie A (ma anche alla prima sconfitta dopo 19 successi in Italia, considerando anche la Eurosport Supercoppa 2020). Dopo il grande successo in Basketball Champions League, la squadra di coach Frank Vitucci si gode l'ennesima prova di squadra, specie in un 3° quarto (17-27) caratterizzato dallo show offensivo della coppia Thompson-Willis (19 punti complessivi), e centra il 9° successo consecutivo in Serie A. Per l'Olimpia una partita caratterizzata dalle assenze e da buone prove individuali, ma anche e soprattutto dalla stanchezza per un tour de force costante tra LBA ed EuroLega. Non bastano così la grande prova individuale di Shavon Shields (14 punti e 8 assist) e le bombe di Luigi Datome (4/6, contro il 5/23 del resto della squadra).

AX Armani Exchange Milano - Happy Casa Brindisi 82-88

Rotazioni di Milano che non annoverano Malcolm Delaney e Kyle Hines, ai quali coach Messina concede un turno di riposo, ma neanche Sergio Rodriguez, ancora alle prese con qualche acciacco fisico. In quintetto parte così capitan Andrea Cinciarini, il quale trova il 2° starting-five, dopo quello nel derby contro la Openjobmetis Varese nel turno precedente, ma anche 2 falli commessi troppo prematuramente. Il match è caratterizzato fin da subito dal bel duello nei pitturati tra Kaleb Tarczewski e Nick Perkins, con l’Olimpia che però beneficia anche del solito gran lavoro, in entrambe le fasi, di Shields (9-8 a metà 1° quarto). L’Happy Casa costruisce invece ottimi tiri da oltre l’arco dei 6.75, ma non riesce a trovare il bersaglio (0/5) fino alla bomba con cui James Bell firma il +1 (12-13) e costringe la panchina biancorossa al timeout. Anche le rotazioni ospiti vengono però ridotte, seppur solo temporaneamente, per problemi di falli: D’Angelo Harrison e Darius Thompson devono infatti lasciare il parquet per 2 falli a testa quando il cronometro segna solo l’8’. La squadra di coach Vitucci ha però ormai iniziato a trovare il canestro dalla distanza e nemmeno l’uscita del suo back-court titolare la rallenta, anche perché Alessandro Zanelli chiude il periodo con 5 punti consecutivi (18-21 al 10’).
Eurolega
Milano batte anche i campioni e va a 4-0: Efes ko 75-71
29 MINUTI FA

Kaleb Tarczewski inchioda la schiacciatona nel big-match contro Brindisi

Perkins continua a fare la differenza e si conferma gran rollante, ma Brindisi non ha ancora fatto i conti con Riccardo Moraschini. L’ex di turno comincia a mettersi in proprio e ad attaccare il ferro avversario con sistematicità, prima di assistere la bomba di Datome per il primo vero strappo dei padroni di casa. L’AX Armani Exchange chiude il pitturato, lavora bene sulle linee di passaggio avversarie, e realizza un 12-0 che vale il +9 (32-23) a metà 2° quarto. Coach Vitucci rigetta nella mischia la coppia Harrison-Thompson e i 2 atleti lo ripagano con 5 punti in rapidissima successione, che però fanno vacillare solo per un attimo la difesa biancorossa. Milano continua infatti a tenere abbassata la saracinesca in fase di non possesso, specie nell’1vs1 dei lunghi avversari, e a trovare transizioni in sovrannumero per comodi canestri (36-28). L’attacco dell’Olimpia vive un po’ troppo di individualità e si arresta improvvisamente. L’Happy Casa ne approfitta, trovando uno 0-6, totalmente da cronometro fermo, e chiude il 1° tempo in ritardo di 4 lunghezze (40-36) solamente perché Shield è un autentico fenomeno.

Linea di fondo e super-schiacciatona, che meraviglia Derek Willis!

La squadra di coach Messina inaugura la ripresa con 2 triple consecutive, ma difensivamente soffre molto le sfuriate di Harrison e il lavoro nel pitturato di Perkins (48-42). Derek Willis si accende improvvisamente e regala due schiacciatone da highlights, ma è Thompson ad accorciare le distanze tra le due squadre (53-48) al 27’. Gli animi si accendono per un tentativo di stoppata di Datome ai danni Perkins, avvenuto però a cronometro fermo e che costa l’antisportivo allo stesso Datome e a Harrison. Quest’ultimo si galvanizza però totalmente, diventando il tuttofare biancoblu, ma è ancora Thompson assoluto protagonista. Prima suggella uno 0-8, utile a rimettere avanti l’Happy Casa. Poi s’inventa un canestrissimo (2+1) che chiude sostanzialmente il 3° quarto sul 57-63 in favore dei suoi e lo porta a 10 punti nella frazione.

Darius Thompson è un mago, che spettacolare gioco da 3 punti contro Milano!

Brindisi continua a bombardare da oltre l’arco dei 6.75 e trova anche il primo vantaggio in doppia cifra (59-69), grazie a una gran tripla di James Bell. Milano incappa invece in qualche turnovers di troppo (specie per falli in attacco), ma Shields si carica sulle spalle tutto l’attacco casalingo e trova canestri incredibili per ricucire le distanze (66-71 al 33’). Harrison prosegue nel trovare viaggi in lunetta e assistenze per i compagni, specie per le bombe di Raphael Gaspardo, Michael Roll gli risponde coi canestri che tengono in scia l’Olimpia (75-79) a 3’ dalla sirena. La squadra di coach Vitucci lavora meglio a rimbalzo offensivo, con Ousman Krubally sugli scudi, ma nemmeno questo basta per spezzare definitivamente le resistenze dei padroni di casa. 5-0 firmato Datome-LeDay e 1 sola lunghezza di svantaggio (80-81) a 90’’ dal termine dei regolamentari. Willis spara la tripla del +4 (82-86) quando manca 1’ alla fine, ma è il lavoro difensivo di Krubally a forzare l’airball di Kevin Punter (oggi molto opaco) e a far esplodere la festa sulla panchina ospite.

Compilation di schiacciatone per Derek Willis contro Milano

Il tabellino

  • Milano: Punter 8, LeDay 14, Moretti n.e., Micov 3, Moraschini 8, Roll 7, Tarczewski 8, Biligha, Cinciarini, Shields 14, Brooks 4, Datome 16. All. Messina.
  • Brindisi: Krubally 4, Zanelli 5, Harrison 20, Visconti n.e., Gaspardo 8, Thompson 16, Cattapan n.e., Guido n.e., Bell 6, Perkins 13, Willis 16. All. Vitucci.

Highlights: Milano-Brindisi 82-88

Serie A
Brindisi bombarda da 3: vittoria 105-93 sulla Fortitudo
30 MINUTI FA