UNAHOTELS Reggio Emilia - Dolomiti Energia Trentino 83-74

Di Davide Fumagalli. La settimana che era iniziata con la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia grazie al ko di Cremona contro Milano, si chiude altrettanto bene per la Unahotels Reggio Emilia che supera 83-74 la Dolomiti Energia Trentino nel primo anticipo della 17esima giornata di Serie A. Alla Unipol Arena la squadra di Antimo Martino la spunta con un gran terzo periodo e interrompe una striscia di cinque sconfitte, ritrovando un successo che mancava dal 16 dicembre contro la Fortitudo: Reggio sale a 7-9 di record e torna a vincere in casa contro l'Aquila per la prima volta dal campionato 2015-16. Sono cinque i giocatori in doppia cifra: spiccano i 16 punti dell'ex di turno Baldi Rossi, bene Bostic con 14, Taylor con 13 punti e 6 assist, e Frank Elegar, 11 con 8 rimbalzi; gli ultimi arrivati Sutton e Koponen chiudono con 8 e 3 punti rispettivamente. Per la Dolomiti Energia, che in settimana aveva battuto il Kuban in Eurocup, prosegue la serie nera in campionato visto che è il quinto stop di fila (ultimo successo il 13 dicembre contro Cantù): pesa il 5 su 25 da tre (0 su 6 per Morgan, zero punti), non bastano i 20 punti con 8 rimbalzi di Williams e i 16 con 9 carambole di Maye.

Frank Elegar e la sua fisicità sui due lati del campo

Serie A
Emergenza infortuni: la Virtus "tampona" con JaKarr Sampson
3 ORE FA
Il match della UnipolArena è molto equilibrato in avvio, per tutto il primo tempo le squadre rispondono colpo su colpo e ci sono vantaggi risicati per l'una e per l'altra, non più di un possesso: è 17-16 per la Unahotels al 10', all'intervallo la squadra di Martino conduce 37-33 con 11 punti di Baldi Rossi, ex della sfida. Per Trento ci sono invece 8 punti di Maye, MVP della settimana in Eurocup per la prova da 25 punti e 15 rimbalzi col Kuban.
Dopo l'intervallo Reggio Emilia cambia marcia, Elegar alza la fisicità con due schiacciate da Top 10 e una stoppata, Taylor e Kyzlink fanno +9 sul 49-40, la Dolomiti Energia prova a restare a galla con Williams e Maye, ma i padroni di casa ne hanno di più. Infatti Sutton, Koponen e Baldi Rossi colpiscono da fuori, poi Candi va a segnare fino al ferro ed è +16 sul 65-49, massimo vantaggio. Trento è vicina al ko, nel quarto periodo Browne, Martin e Maye dimezzano lo scarto fino a -8 (72-64), ma la Unahotels non perde la bussola, Elegar e Bostic riportano il +12, e poi nel finale la squadra di Martino gestisce i due possessi di margine, anche perchè gli ospiti non segnano praticamente mai da fuori. Alla sirena è 83-74 per la Reggiana che muove la classifica dopo oltre un mese.

Numero da ballerino e pennellata mancina per Williams

Nel prossimo turno di Serie A Trento ospiterà la Fortitudo Bologna, domenica 31 gennaio alle 17.30, mentre la Reggiana chiuderà a Brindisi lunedì 1 febbraio alle 20.30. Prima però entrambe avranno impegni europei: l'Aquila in Eurocup in Francia col Boulogne-Metropolitans, la Unahotels in Fiba Europe Cup nella "bolla" di Den Bosch, in Olanda, con tre partite in 4 giorni contro Mons-Hainaut, Iraklis e Kormend.
  • Reggio Emilia: Bostic 14, Candi 3, Kyzlink 12, Baldi Rossi 16, Elegar 11, Taylor 13, Koponen 3, Sutton 8, Diouf 3, Bonacini ne, Porfilio ne, Giannini ne. All. Martino.
  • Trento: Browne 12, Martin, Morgan, Maye 16, Williams 20, Forray 6, Pascolo 6, Martin 7, Sanders 7, Ladurner, Mezzanotte ne, Conti ne, Jovanovic ne. All. Brienza.

Highlights: Reggio Emilia-Trento 83-74

* * *

Virtus Segafredo Bologna-Germani Brescia 89-90

Di Daniele Fantini. Quell'arresto dal palleggio in angolo, dai cinque metri, è sempre stato il tiro di David Moss. Lo ha preso talmente tante volte in carriera che oggi, a 37 anni, è automatico. E quando si sfila dal fly-by di Marco Belinelli, il sorpasso a 3 secondi dalla sirena è praticamente scritto ancor prima che i polpastrelli lascino andare quel pallone. Da copione, era quasi giusto che finisse tra le sue mani, meritatissimo riconoscimento per una serata trascorsa a inseguire Milos Teodosic su tutti i blocchi, e sono proprio il suo spirito e la sua resilienza a incarnare nel migliore dei modi i valori messi in campo da Brescia, tornata a essere specchio della sua filosofia del suo allenatore dopo una lunga serie di tre ko in fila.

David Moss a 3" dalla sirena: Brescia batte la Virtus così

C'è tutto il meglio di Buscaglia nella rimonta che la Germani orchestra dopo essere precipitata sul -11 in un terzo periodo in cui funge quasi da sparring-partner per le giocate di Teodosic e Belinelli, spentasi contro il muro difensivo fisico virtussino dopo un primo tempo condotto a lungo e segnato da percentuali di fuoco dall'arco (7/14 prima dell'11/27 finale). Quando la partita sembra ormai destinata a fuggire, ecco arrivare un parziale violento e improvviso a cavallo dei due periodi finali, super-cinico nello sfruttare un brevissimo ritorno del Beli in panchina e un minimo rilassamento del Mago serbo (0-10, da 69-58 e 69-68). Così, quando Djordjevic si ritrova costretto a rilanciare in fretta e furia la cavalleria pesante per respingere il contrattacco, la bilancia emotiva è totalmente ribaltata: Brescia si è ricostruita una chance, con la piena consapevolezza di poterla sfruttare.

Giordano Bortolani brilla a Bologna: 23 punti e career-high

I 90 punti segnati sul parquet della Segafredo Arena sono tanti. Ma gli interpreti relativamente pochi, anzi, quasi riconducibili a un duo, perfetto nell'alternanza di momenti e zone del campo in cui colpire. Nonostante l'assenza di Christian Burns e il vuoto causato dalla partenza di TJ Cline (Darral Willis sarà a disposizione soltanto dalla prossima settimana), Dusan Ristic è padrone del verniciato: 21 punti, 6 rimbalzi, 9/14, e una presenza che oscura sia Julian Gamble che, soprattutto, Vince Hunter, reduce dalla sua miglior partita della carriera in Eurocup ma poco incisivo questa sera. Sul perimetro agisce con cinismo Giordano Bortolani, pronto a cogliere l'occasione più grande che la sua ancor breve carriera cestistica gli ha proposto finora: 23 punti (career-high), 4/5 da due, 3/5 dall'arco e una naturalezza sorprendente nell'esporre le debolezze di una delle difese più forti del campionato. Poi si aggiungono le letture di Luca Vitali (7 punti, 6 assist), la duttilità di Tyler Kalinoski come combo-guard (11 dalla panchina) e qualche silurata con tempismo perfetto di Kenny Chery (14).

Milos Teodosic sforna assist contro Brescia: ecco le sue tre perle migliori

La Virtus, che vede spegnersi una striscia positiva di tre vittorie con la sesta sconfitta casalinga del campionato, ha molto da rimproverarsi, a cominciare da un primo tempo approcciato in maniera compassata, con un gioco lento, prevedibile e scarso movimento di uomini e palla. La scintilla si accende con l'ingresso in campo di Milos Teodosic (17 punti, 8 assist), utilizzato come ultimo uomo in rotazione in una sorta di scambio di gerarchia con Marco Belinelli, tornato invece in quintetto per la prima volta dopo l'esordio con Milano. La difesa, però, non stringe. O meglio, lo fa a corrente alternata, come dimostra il break da 29-15 che forgia il +11 nel terzo periodo opposto ai 60 punti concessi nei due quarti pari. E, anche nel momento migliore della serata, resta l'impressione di un parziale costruito più sulle giocate dei singoli (leggasi Teodosic e Belinelli, 23 punti macchiati però da un modesto 6/16 al tiro) che di un sistema armonico e corale.
  • Virtus Bologna: Markovic 10, Belinelli 23, Weems 7, Ricci 4, Gamble 10; Tessitori, Alibegovic 7, Adams 2, Hunter 6, Teodosic 17, Abass 3. N.e.: Deri. All.: Djordjevic.
  • Brescia: Vitali 7, Moss 6, Crawford 5, Sacchetti 2, Ristic 21; Parrillo 1, Chery 14, Bortolani 23, Kalinoski 11, Ancellotti. N.e.: Bertini. All.: Buscaglia.

Highlights: Virtus Bologna-Brescia 89-90

* * *

RIVIVI REGGIO EMILIA-TRENTO IN VOD (CONTENUTO PREMIUM)

Premium
Basket

UNAHOTELS Reggio Emilia - Dolomiti Energia Trentino

02:04:27

Replica
* * *

RIVIVI VIRTUS BOLOGNA-BRESCIA IN VOD (CONTENUTO PREMIUM)

Premium
Basket

Segafredo Virtus Bologna - Germani Brescia

02:03:18

Replica
Serie A
Altra tegola per la Virtus: infortunio e operazione per Abass
6 ORE FA
Serie A
Buona la prima per la Virtus Bologna: esordio ok a Trento
UN GIORNO FA