La Happy Casa Brindisi non è più padrona del proprio destino nella caccia al primo posto in classifica. Il secondo ko consecutivo dopo il grande trionfo con Milano che sembrava aver spalancato il rettilineo del traguardo la inchioda a due successi di distanza dall'Olimpia, e ora dovrà superare Varese e Trento nel recupero rimanente sperando in una sconfitta della formazione di coach Messina contro Cremona per mantenere vivo il sogno. Complice, in negativo, il grosso focolaio di covid che l'ha tenuta a riposo forzato per oltre due settimane e che, dopo il sorprendente avvio-sprint, si è fatto sentire duramente in una seconda metà di partita vissuta con energie ridotte al lumicino.

Derek Willis è un fulmine: schiacciata pazzesca da canestro subito

Già, perché l'inizio è tutto a marca brindisina, con un break devastante di 12-2 costruito grazie a un approccio duro, intenso e in grado di sorprendere una Dinamo scesa in campo con scarsa concentrazione, forse ancora distratta dalle vicende interne che hanno portato alla sospensione disciplinare di coach Gianmarco Pozzecco, rimpiazzato dall'assistente Edoardo Casalone. La Happy Casa corre, macina gioco in contropiede e apre il campo con i tiratori, dando la chiara impressione di essere una squadra in grande salute, ma le rotazioni corte (ancora out Gaspardo e Krubally) si ripercuotono già all'inizio del secondo periodo, quando Sassari, stringendo qualche vite difensiva e cominciando a sfruttare in maniera sistematica la superiorità vicino a canestro, assorbe la sfuriata iniziale per prendere le misure del match (44-44 all'intervallo lungo).
Serie A
Marco Spissu lascia l'Italia: è fatta con l'Unicaja Malaga
22/07/2021 A 20:47

Burnell inchioda la stoppata, Spissu piazza la tripla in contropiede

Esaurito un terzo periodo interlocutorio, la Dinamo scava il break decisivo nelle battuti iniziali dell'ultimo quarto, accesa da un Filip Kruslin cattedratico in uscita dalla panchina: il tiratore croato si regala una serata on-fire, sparando 5/6 dall'arco per 22 punti complessivi, 12 dei quali negli ultimi 10' di gioco. Se le triple di Kruslin mettono il sigillo sul successo, in realtà è l'intero front-court, come detto, a fare realmente la differenza. Jason Burnell flirta a lungo con il premio di MVP della serata prima di trovarsi costretto ad abbandonare il parquet anzitempo per un colpo a una coscia (20 punti, 8 rimbalzi), Miro Bilan vince lentamente il duello tra pesi massimi con Nick Perkins (17 punti, 5 rimbalzi) ed Eimantas Bendzius, dopo un inizio gelido, scalda la mano con il trascorrere dei minuti, bersagliando il canestro avversario con spingardate dolorose a cavallo dei due periodi conclusivi (15). A venire in soccorso alla serata stranamente opaca di Marco Spissu (soltanto 3 punti e 4 palle perse in 23'), ci sono un solido Toni Katic e, soprattutto, uno Stefano Gentile capace di dividersi con grande profitto nei due ruoli sul perimetro.
Crollata nel finale, a Brindisi non servono i 22 punti di D'Angelo Harrison, l'ultimo ad issare bandiera bianca, i 21 di Nick Perkins, lentamente evaporato dopo un avvio troneggiante, e i 16 di Josh Bostic. Steccano Derek Willis e Darius Thompson, entrambi scomparsi dopo un inizio promettente.

Happy Casa Brindisi-Banco di Sardegna Sassari 90-97

  • Brindisi: Thompson 7, Harrison 22, Bostic 16, Willis 10, Perkins 21; Zanelli 2, Visconti, Udom 6, Bell 6. N.e.: Danese, Vitucci, Guido. All.: Vitucci.
  • Sassari: Spissu 3, Gentile 9, Bendzius 15, Burnell 20, Bilan 17; Treier, Kruslin 22, Happ 6, Katic 5. N.e.: Chessa, Re, Gandini. All.: Casalone.

Highlights: Brindisi-Sassari 90-97

* * *

Riguarda Happy Casa Brindisi-Banco di Sardegna Sassari in VOD (Contenuto Premium)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Basket

Happy Casa Brindisi - Banco di Sardegna Sassari

00:00:00

Replica
Basketball Champions League
L'urna ha deciso: ecco le avversarie di Sassari, Brindisi e Treviso
07/07/2021 A 11:14
Basketball Champions League
Tre italiane in Champions: Sassari e Brindisi ai gironi, Treviso ai preliminari
25/06/2021 A 12:20