Happy Casa Brindisi-Virtus Segafredo Bologna 91-85

Di Daniele Fantini. 8 gennaio 2020, il giorno dell'ultima sconfitta esterna della Virtus Bologna. Un'era geologica fa, a livello sportivo e, soprattutto, sociale. Nel mezzo, lo stop per la pandemia e una striscia vincente lunga 14 mesi, fatta di 23 successi consecutivi tra campionato (10-0), Eurocup (10-0 tra questa edizione e il resto della scorsa) e prima fase della Supercoppa di agosto-settembre (3-0). Il record va in frantumi oggi, nel giorno più delicato di tutti. Perché Bologna perde nuovamente lo scontro diretto con Brindisi, la chance di riavvicinare l'Olimpia Milano al secondo posto in classifica e, soprattutto, continua a dimostrare una stranissima idiosincrasia nei confronti delle big del nostro campionato: con questo ko, la Virtus è ora 0-4 contro le Top 3 della Serie A (Milano, Brindisi, Sassari).
Ma ai demeriti di Bologna, riassumibili in un secondo tempo di scarsa qualità, fluidità ed efficacia offensiva, con ingranaggi stranamente insabbiati e qualche errore di troppo su tiri aperti, si unisce la grande serata di una Brindisi brillante e capace di supplire con la forza del gruppo alle pesanti assenze del lungodegente D'Angelo Harrison, Andrea Zanelli e Ousman Krubally, segno, ancora una volta, della grande solidità del sistema costruito da Frank Vitucci.
Serie A
Virtus Bologna, ufficiale l'ingaggio di Ekpe Udoh
18/07/2021 A 21:05
Tutto lo sport di Eurosport LIVE, Ondemand e senza pubblicità per un anno intero a metà prezzo!

Milos Teodosic serve un assist no-look splendido per Hunter

I momenti decisivi della partita si concentrano nelle battute iniziali dei due quarti conclusivi, dove la Happy Casa cancella prima il -5 dell'intervallo lungo (43-48) tentando una mini-fuga a suon di triple (56-52) e spegne poi uno dei migliori attacchi del campionato con una difesa aggressiva, mobile e coriacea anche sotto i tabelloni, dove l'ottimo Mattia Udom (10 punti e 9 rimbalzi dalla panchina) funge da spalla perfetta alla gran serata di Nick Perkins (19 punti, 8 rimbalzi), marmoreo in uno splendido duello tra centroni di peso con Julian Gamble (18 punti, 9 rimbalzi, il migliore su sponda bianconera).
La capacità di reggere in area nonostante l'assenza di Krubally e contro una delle front-line più fisiche e profonde del campionato (44-40 il conto dei rimbalzi) permette a Brindisi di giocare la sua pallacanestro offensiva, con ritmo alto, grande uso del tiro pesante (11/29) e tanta qualità sul perimetro, dove brillano Darius Thompson (17 punti, 6 assist) e, soprattutto, il miglior Josh Bostic della stagione, che prosegue la sua miracolosa resurrezione post-Reggio Emilia con 27 punti, 5 triple e un perfetto 10/10 in lunetta. Già, perché la striscia della carità sposta tanti equilibri in un finale sporco, spezzettato e macchiato da una lunga serie di falli su entrambi i fronti: Brindisi resiste nonostante un momento di scarsa brillantezza che frena una possibile fuga alla metà del quarto periodo, ma la Virtus, a sua volta, non capitalizza su un fallo antisportivo fischiato a Perkins (il suo quinto) mancando l'occasione dell'aggancio con un air-ball sorprendente di Marco Belinelli.

Josh Bostic on-fire: 27 punti con 5 triple nella vittoria su Bologna

Ed è proprio il Beli, suo malgrado, uno dei volti più persi della serata virtussina: mai incisivo nonostante la partenza in quintetto e finito presto fuori giri con una serie di (brutte) conclusioni forzate in precarie condizioni di equilibrio. Chiuderà con 8 punti frutto di un paio di fiammate in chiusura di primo tempo, ma sporcando il foglio con un triste 2/11 dal campo. Corrente alternata anche per Milos Teodosic (15 punti, 4 assist ma 5/14 al tiro), scomparso in un quarto periodo di scarsa qualità nella gestione della squadra, del ritmo e dei possessi, cui si aggiungono errori insoliti al tiro nei momenti cruciali, quelli in cui ci ha invece abituato a far frusciare soltanto la retina. Ininfluente Stefan Markovic (4 punti, 4 assist in 26'), non utilizzato Josh Adams, poco cavalcato Vince Hunter e stranamente dimenticato sul fondo della panchina Awudu Abass, disattivato dopo un primo tempo di grande impatto (9 punti in 13'). A differenza delle tante partite di Eurocup risolte in questo modo, il quintetto piccolo con Weems da 4 tattico scelto nel finale da Sasha Djordjevic non dà i risultati sperati: Brindisi, o almeno questa versione di Brindisi, si accoppia bene con un sistema di basket leggero.
  • Brindisi: Thompson 17, Bostic 27, Willis 7, Gaspardo 3, Perkins 19; Visconti 5, Bell 3, Udom 10. N.e.: Guido, Motta, Cattapan. All.: Vitucci.
  • Bologna: Markovic 4, Belinelli 8, Weems 10, Ricci 9, Tessitori 4; Hunter 4, Teodosic 15, Abass 9, Pajola 4, Gamble 18, Alibegovic. N.e.: Adams. All.: Djordjevic.

Highlights: Brindisi-Virtus Bologna 91-85

* * *

UNAHOTELS Reggio Emilia - Allianz Pallacanestro Trieste 70-96

Di Davide Fumagalli. Larghissima vittoria esterna dell'Allianz Trieste che si impone 96-70 a Bologna contro la Unahotels Reggio Emilia nella sfida che apre la 22esima giornata di Serie A. La squadra di Eugenio Dalmasson conquista la seconda affermazione in fila dopo quella con Cantù, sale a 11-10 di record (5-5 in trasferta) e si porta a soli 2 punti dal quinto posto dell'Umana Reyer Venezia, a riposo questa settimana e prossima avversaria proprio dei biancorossi al PalaRubini. L'Allianz resta praticamente sempre avanti, allunga nel secondo periodo e poi trova la fuga decisiva in avvio di secondo tempo con un break di 15-3: ottima prova corale come indicano i 21 assist e i cinque uomini in doppia cifra, spiccano Myke Henry con 20 punti e un solo errore al tiro, Doyle con 18 e Fernandez con 17 punti. In evidenza la percentuale al tiro degli ospiti: 12 su 30 da tre, soprattutto 24 su 32 da due, 75%! Prosegue invece la crisi della Unahotels, arrivata al quinto stop consecutivo (7-14 di record): la squadra di Antimo Martino, il cui posto in panchina pare a serio rischio, patisce moltissimo in difesa e in attacco non ha la minima fluidità, aldilà delle percentuali (3 su 21 da tre, 15 su 24 ai liberi): i migliori a referto sono Frank Elegar, 16 punti, e l'ultimo innesto Lemar, 15.

Henry recupera la palla e si scatena in campo aperto

Parte bene la Unahotels che arriva a +7 sul 14-7 con una tripla di Diouf, resta davanti con Lemar e Elegar, e alla prima pausa conduce 22-21. Nel secondo periodo l'Allianz riesce a limitare le palle perse, Alviti firma il sorpasso sul 26-24, poi sono Fernandez e ancora Alviti a firmare l'allungo sul 33-26. Reggio Emilia non ci sta, Elegar e Baldi Rossi accorciano sul -1 (33-34), poi lì arriva una spallata di Trieste con Henry e Upson che fanno +12 (45-33), scarto che all'intervallo si assottiglia sul 45-36.

Frank Elegar va all'attico per inchiodare a una mano

L'inizio di ripresa è tragico per i padroni di casa, eccezionale invece per l'Allianz: parziale terrificante di 15-3 con Henry e Doyle a banchettare sugli inviti del "Lobito", e allungo sul 60-39, +21. La Unahotels è colpita al cuore, l'unico che ci prova è Justin Johnson e infatti coi canestri dell'ex Pistoia c'è una mini rimonta fino a -13 sul 51-64, ma al 30' è 66-51 e non sembrano esserci troppi margini per riaprire il discorso. Anche perchè l'Allianz apre l'ultimo quarto con un altro 10-0 con due bombe di Alviti e dilaga fino a +25 sul 76-61. La partita è "in ghiaccio", resta solo il tempo per vedere un altro paio di schiacciate di Elegar e Trieste toccare il massimo vantaggio sul +26, 89-63. Alla sirena è 96-70 per la squadra di Eugenio Dalmasson, padrona della sfida praticamente dal secondo quarto in poi.

Fernandez come Dame Lillard, con la "logo tripla"

Nel prossimo turno l'Allianz Trieste ospiterà la Reyer Venezia con la chance dell'aggancio in classifica mentre la Reggiana avrà un altro match delicatissimo in chiave salvezza contro la Fortitudo Bologna.
  • Reggiana: Lemar 15, Diouf 5, Elegar 16, Taylor 11, Baldi Rossi 2, Porfilio ne, Sims 11, Johnson 8, Candi 2, Koponen, Bonacini ne, Giannini ne. All. Martino.
  • Trieste: Doyle 18, Arnaldo 3, Da Ros, Upson 10, Coronica 1, Grazulis 4, Alviti 12, Fernandez 17, Henry 20, Delia 9, Laquintana, Cavaliero 2. All. Dalmasson.

Highlights: Reggio Emilia-Trieste 70-96

* * *

RIGUARDA REGGIO EMILIA-TRIESTE IN VOD (CONTENUTO PREMIUM)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Basket

UNAHOTELS Reggio Emilia - Allianz Pallacanestro Trieste

00:00:00

Replica
* * *

RIGUARDA BRINDISI-VIRTUS BOLOGNA IN VOD (CONTENUTO PREMIUM)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Basket

Happy Casa Brindisi - Segafredo Virtus Bologna

00:00:00

Replica
* * *
Serie A
Virtus, Vince Hunter squalificato tre mesi per doping
16/07/2021 A 17:02
Serie A
Virtus Bologna, sorpasso sul Partizan per Ekpe Udoh
15/07/2021 A 07:03