Openjobmetis Varese - Vanoli Basket Cremona 110-105 d2ts

Di Davide Fumagalli. Pazzesca, una partita semplicemente pazzesca! Servono due tempi supplementari a Masnago per decidere il derby tra Openjobmetis Varese e Vanoli Cremona, derby valido per la 19esima giornata di Serie A e vinto 110-105 dalla squadra di Massimo Bulleri. I biancorossi la spuntano e centrano il secondo successo di fila, il secondo in quattro giorni dopo quello contro Brindisi, 4 punti fondamentali per tenere vivo il sogno salvezza: determinante il canestro di Strautins allo scadere dei regolamentari per il 95-95 del 40', spiccano le prove maiuscole del leggendario Luis Scola, 30 punti, 10 rimbalzi e 36 di valutazione, di Anthony Beane, 27 punti con 5 triple, e di Toney Douglas, 17 con 10 rimbalzi. Per la Vanoli di Paolo Galbiati un ko bruciante, il quinto di fila, soprattutto l'11esimo in altrettante trasferte a Varese: non bastano i 30 punti, career high, con 7 assist e 37 di valutazione di un clamoroso Peppe Poeta, bene anche Hommes, 22 punti, Cournooh, 15, e Jarvis Williams, 11 con 13 rimbalzi.

Strautins segna prima della sirena, overtime a Varese

Serie A
La Virtus Bologna piega Venezia in volata 72-71: è finale con Milano
7 ORE FA
La sfida di Masnago va a fiammate in avvio, 11-3 Cremona, poi controbreak Varese, vantaggio 15-11 e poi 21-18 alla prima pausa. Nel secondo periodo la squadra di Bulleri scappa fino a +9 (31-22), Palmi e Hommes rispondono a Scola e Beane, poi la Vanoli chiude il gap e all'intervallo conduce 49-48 con una bomba a fil di sirena di Poeta. Il terzo periodo parte con le polveri bagnate, poi Scola fa +6 e Douglas realizza allo scadere per il 67-64. Gli ultimi 10' sono al cardiopalma, Douglas e Scola tengono davanti Varese, Jakovics fa 81-75, ma Cremona non ci sta, Poeta impatta sull'81-81, poi Cournooh segna dall'angolo la bomba del sorpasso sull'87-85. Finita? Per nulla. Con 5" da giocare l'Openjobmetis sbaglia ma Strautins vola a rimbalzo e realizza sulla sirena per l'87-87... Overtime.

Poeta con la "logo tripla", canestro da lontanissimo

Nel supplementare è un botta e risposta dall'arco fra Cournooh e Poeta da una parte, Ruzzier e Beane dall'altra; sul 95-95 Varese ha l'ultima chance, si prende la responsabilità proprio l'ex Virtus Roma ma sbaglia e così arriva il secondo overtime. Qui Poeta apre il fuoco con la bomba del 100-98, Scola impatta dalla lunetta, poi sono ancora Beane dall'arco e l'argentino a fare 107-102 per l'Openjobmetis! La Vanoli accorcia nuovamente con una tripla di Palmi per il -2, poi sul -3 il finlandese fallisce il tiro del potenziale pareggio e così è ancora Scola, clamoroso, a sigillare dalla lunetta un successo pesantissimo per i biancorossi.

Prodezza di Toney Douglas allo scadere del 3° quarto

La Vanoli tornerà in campo fra tre settimane per sfidare Trento al PalaRadi mentre Varese, prima dell'impegno del 28 contro la Virtus Bologna, in casa, avrà gli ultimi due recuperi: mercoledì a Brescia (ore 20) e domenica a Masnago contro la Fortitudo Bologna (ore 16).
  • Varese: Beane 27, Jakovics 13, Ruzzier 5, Douglas 17, Scola 30, Virginio ne, Strautins 6, Ferrero 4, De Vico 2, De Nicolao ne, Morse 6, Van Velsen ne. All. Bulleri.
  • Cremona: Cournooh 15, Palmi 10, Williams R. 11, Poeta 30, Williams T. 4, Mian 13, Hommes 22, Lee, Trunic ne, Donda ne. All. Galbiati.

Highlights: Varese-Cremona 110-105 d2ts

* * *

Dolomiti Energia Trentino - Carpegna Prosciutto Pesaro 70-81

Di Marco Arcari. Esordio con k.o. per coach Lele Molin sulla panchina della Dolomiti Energia Trentino. I bianconeri incassano la 7ª sconfitta consecutiva, sotto i colpi di una Carpegna Prosciutto Pesaro balisticamente perfetta (16/29 da 3). Entrambe le difese scelgono di chiudere bene i rispettivi pitturati, lasciando però molto spazio sul perimetro ai tiratori avversari e non riuscendo a contenere i rimbalzi offensivi. Luke Maye si conferma uomo in più dell’Aquila, dominando a rimbalzo (8 nel 1° quarto, di cui 3 in attacco) e realizzando canestri di pregevole fattura. Gli ospiti rispondono però con lo show balistico degli esterni (6/9 da oltre l’arco nella frazione) e volano sul +11 (15-26) al 10’, complice anche un grande buzzer di Ariel Filloy. Maximilian Ladurner è assoluto protagonista in apertura di 2° periodo, facendo la differenza a rimbalzo offensivo e riportando la Dolomiti Energia a sole 4 lunghezze di svantaggio (28-32) al 14’. Nel mentre, Maye ha già trovato la doppia-doppia personale (10+10 rimbalzi), ma nemmeno lui può impedire la continua grandinata di triple avversarie (9/12 al 16’ per gli ospiti). Andrea Mezzanotte ha un buon impatto quando si alza dalla panchina, ma è in fase di non possesso che Trento costruisce l’ennesima rimonta, coronata con la bomba di Victor Sanders che, bruciando la sirena del 1° tempo, scrive il -3 (36-39).

Justin Robinson inventa l'assist, Marko Filipovity vola sopra al ferro

In apertura di ripresa Henri Drell – il quale aveva iniziato il match con 2 falli in 20’’ – si carica sulle spalle tutto l’attacco della squadra di coach Repesa, ma è Justin Robinson a sparare l’ennesima bomba di serata, che vale peraltro il nuovo vantaggio in doppia cifra (41-51) al 26’. I turnovers limitano molto l’attacco di casa, ma Sanders dà lezioni in difesa e cercare di spezzare quasi tutte le trame dei biancorossi. Il catch and shoot di Simone Zanotti vale però il nuovo allungo Carpegna Prosciutto (51-58) a fine 3° quarto. Gerald Robinson sale in cattedra all’inizio dell’ultima fazione, ma sono le giocate di Carlos Delfino a spezzare definitivamente gli equilibri e lanciare i biancorossi alla fuga che si rivelerà poi decisiva. Kelvin Martin prova a guidare la rimonta di Trento con 7 punti personali consecutivi, ma ancora una bomba, sempre di J. Robinson, chiude definitivamente i conti e consente al play di chiudere con 14 (come Delfino) e 4/7 da oltre l’arco. Alla Dolomiti Energia non basta la sontuosa doppia-doppia di Maye (19 e 18 rimbalzi).
  • Trento: Browne 5, Maye 19, Forray 8, Sanders 10, Martin 10, Morgan 6, Conti ne, Mezzanotte 6, Pascolo ne, Jovanovic ne, Ladurner 4, Williams 2. All. Molin.
  • Pesaro: Delfino 14, Robinson J. 14, Zanotti 4, Filipovity 9, Robinson G. 12, Cain 6, Filloy 10, Drell 12, Tambone, Serpilli ne, Basso ne, Mujakovic ne. All. Repesa.

Highlights: Trento-Pesaro 70-81

* * *

Umana Reyer Venezia - Acqua S. Bernardo Cantù 80-75

Di Davide Fumagalli. Prosegue spedita la corsa dell'Umana Reyer Venezia che supera l'Acqua S.Bernardo Cantù nella 19esima giornata di Serie A e resta al secondo posto della classifica con 24 punti, nel gruppone alle spalle della capolista Milano. Per gli orogranata di Walter De Raffaele si tratta della sesta vittoria in fila, restano imbattuti nel 2021 e si preparano al meglio per le Final Eight di Coppa Italia dove nei quarti avranno il big match con la Virtus Bologna. Nonostante l'assenza di Bramos e le difficoltà a rimbalzo (42-36 per gli ospiti), Venezia la spunta con una bella prova corale coi 15 punti di Daye, i 13 di Watt e gli 11 a testa di Campogrande e Tonut. Per l'Acqua S.Bernardo, reduce dal successo contro Varese, arriva il quinto stop nelle ultime sei gare che significa ultimo posto a 10 punti proprio con l'Openjobmetis che ha due gare da recuperare. Bene il talentino Procida, 10 punti, ottimo Gaines con 23, molto interessante la prova di Bayehe, 16 punti e 11 rimbalzi.

Tutta l'eleganza di Austin Daye, 15 punti contro Cantù

La gara del Taliercio inizia subito a buon ritmo, Campogrande e Watt rispondono a Gaines e Leunen, poi Daye e Chappell insaccano tre bombe e Venezia conduce 26-21 al 10'. Nel secondo quarto Cantù viene fuori, Johnson fa -1, poi Procida piazza una tremenda schiacciata per il -2 sul 30-28, ancora il talento dell'Acqua S.Bernardo mette la bomba del 40-38, poi torna al lavoro Daye che firma 5 punti consecutivi e l'Umana Reyer conduce 47-44 all'intervallo.
In avvio di secondo tempo si accende Luca Campogrande, l'ex giocatore di Brindisi e Roma segna 8 punti di fila e la Reyer scappa a +11 sul 60-49! La squadra di Bucchi però non demorde, si affida a Procida ad un indiavolato Frank Gaines, rimonta e addirittura sorpassa al 30' sul 63-62 con una bomba dell'esterno mancino. L'ultimo periodo diventa decisivo e qui la squadra di De Raffaele cambia marcia, in difesa e come intensità: Stone a rimbalzo e De Nicolao dall'arco firmano lo strappo per il 72-67, poi Cantù perde Gaines per falli e Daye chiude la pratica con il canestrone del 75-67. Nel finale tornano a segnare Watt e Tonut, poi Smith allo scadere mette la bomba del definitivo 80-75.

Tre giocate da fenomeno di Procida contro Venezia

L'Umana Reyer Venezia ora dovrà pensare alle Final Eight di Coppa Italia mentre per il campionato tornerà il weekend del 28 febbraio: i lagunari avranno il big match in casa di Sassari, Cantù invece avrà una sfida decisiva in chiave salvezza in casa a Desio contro Treviso.
  • Venezia: Stone 5, Tonut 11, Watt 13, De Nicolao 8, Daye 15, Clark 4, Casarin, Cerella, Mazzola, Campogrande 11, Chappell 4, Vidmar 9. All. De Raffaele.
  • Cantù: Johnson 10, Procida 10, Bayehe 16, Smith 7, Leunen 5, Baparapè ne, Kennedy 2, Lanzi ne, Gaines 23, Thomas, Pecchia 2, Caglio ne. All. Bucchi.

Highlights: Venezia-Cantù 80-75

* * *

De' Longhi Treviso - Happy Casa Brindisi 90-108

Di Marco Arcari. Partita ad altissimo punteggio e, per larghi tratti, spettacolare quella che va in scena al Palaverde. L’Happy Casa Brindisi centra il successo con una maiuscola prestazione di squadra, ma la De’ Longhi Treviso dà battaglia per circa 3 quarti, prima di cadere sotto i colpi scagliati da Mattia Udom – nuovo career high in LBA con 18 punti, ma anche 8 rimbalzi e 2 soli errori al tiro – e Darius Thompson (15 e 15 assist, alcuni semplicemente irreali). Approccio ad alto ritmo per entrambe le formazioni, con i padroni di casa che replicano lo show balistico di domenica scorsa, piazzando un 6/8 da 3 punti di squadra (3/3 per David Logan). Nick Perkins lavora bene sotto entrambi i tabelloni e, innescato alla perfezione dagli assist di Thompson, tiene a stretto contatto la squadra di coach Vitucci (25-27 al 10’).

Darius Thompson è un artista degli assist no-look!

I ritmi si abbassano in apertura di 2° quarto, con una serie di palle perse a frammentare forse troppo il gioco. Treviso non trova più il bersaglio dalla lunga distanza, ma in compenso beneficia della sapiente regia di DeWayne Russell e del gran lavoro dei lunghi nel pitturato avversario. Riccardo Visconti emerge invece quale go-to-guy degli ospiti, collezionando giocate da highlights e scrivendo sul tabellone il 47-48 dell’intervallo. È nel 3° quarto che l’Happy Casa prende in mano le redini della sfida e sostanzialmente scava il solco che alla fine risulterà decisivo. Gaspardo e Udom (7 a testa nella frazione) fanno la differenza in entrambe le metà campo, scardinando la difesa casalinga nei momenti più propizi. La De’ Longhi fatica a contenere la fisicità degli avversari e scivola a -12 (62-74) a 10’ dalla sirena finale.

Matteo Chillo schiaccia in testa a Visconti, che poster!

Nei minuti restanti Logan (13 nel 4° quarto) tenta di suonare la carica per la rimonta trevigiana, ma un 2/2 in rapida successione di Udom da oltre l’arco spezza le ultime resistenze e trasforma gli ultimi 5’ in puro showtime. La coppia Krubally-Thompson non si fa certo pregare nel realizzare schiacciatone in serie, complice una difesa ormai troppo lassista. Alla sirena è festa bianco-azzurra, con 108 punti a tabellone, 2ª miglior prova offensiva in questa Serie A (ma 1ª entro i tempi regolamentari e per % da 2, col 79% di squadra) e ben 5 giocatori in doppia cifra: oltre ai due già citati, 25 (e career high) per Gaspardo, 17 per Perkins (con anche 10 rimbalzi) e 13 per Krubally. Logan chiude con 27 (6/10 da 3), Russell con 14 e 7 assist.
  • Treviso: Russell 14, Logan 27, Vildera 3, Bartoli, Imbrò 3, Piccin 3, Chillo 8, Mekowulu 17, Sokolowski 5, Akele 10. All. Menetti.
  • Brindisi: Motta, Krubally 13, Zanelli 4, Visconti 7, Gaspardo 25, Thompson 15, Cattapan, Guido, Udom 18, Bell 9, Perkins 17. All. Vitucci.

Highlights: Treviso-Brindisi 90-108

* * *

RIGUARDA OPENJOBMETIS VARESE-VANOLI CREMONA IN VOD (CONTENUTO PREMIUM)

Premium
Basket

Openjobmetis Varese - Vanoli Cremona

02:28:48

Replica
* * *

RIGUARDA DOLOMITI ENERGIA TRENTINO-CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO IN VOD (CONTENUTO PREMIUM)

Premium
Basket

Dolomiti Energia Trentino - Carpegna Prosciutto Pesaro

01:51:27

Replica
* * *

RIGUARDA UMANA REYER VENEZIA-ACQUA S. BERNARDO CANTÙ IN VOD (CONTENUTO PREMIUM)

Premium
Basket

Umana Reyer Venezia - Acqua S.Bernardo Cantù

01:55:08

Replica
* * *

RIGUARDA DE' LONGHI TREVISO-HAPPY CASA BRINDISI IN VOD (CONTENUTO PREMIUM)

Premium
Basket

De'Longhi Treviso - Happy Casa Brindisi

01:49:31

Replica
* * *
Serie A
Milano risponde alla rimonta di Brindisi, vince 72-67 ed è in finale
11 ORE FA
Serie A
Supercoppa, Highlights: Olimpia Milano-Treviso 108-60
IERI A 10:14