Che la Segafredo Virtus Bologna avesse acquisito un giocatore importante lo si sapeva, ma che Kevin Hervey avesse questo impatto sull'avvio di stagione della squadra di Sergio Scariolo, non era facile da pronosticare. L'ala texana classe 1996 è stato un autentico uragano in 4 delle 5 gare ufficiali giocate dalla Virtus: dominante in Supercoppa, dove è stato MVP sia nel quarto contro Tortona, sia nella semifinale contro Venezia (meno evidente nella finale contro Milano), esagerato nelle prime due giornate di campionato, dove il doppio 33 di valutazione fa capire in che modo si sia abbattuto sulle malcapitate Dolomiti Energia Trentino e Openjobmetis Varese.
La duttilità nei ruoli di ala, la grande mobilità, le braccia interminabili (224 centimetri di apertura alare), un atletismo non troppo influenzato dai due gravi infortuni alle ginocchia al liceo e al college, ne fanno un'arma di enorme importanza per Sergio Scariolo, uno che sembra di un'altra categoria per la Serie A e che ha già dimostrato lo scorso anno al Lokomotiv Kuban di essere un potenziale go-to-guy anche in Eurocup. Un prospetto di 204 centimetri scelto al secondo giro del Draft NBA 2018 dagli Oklahoma City Thunder, che però dopo due anni quasi esclusivamente in G-League con gli OKC Blue ha deciso di cercare fortuna da questa parte dell'oceano, e per adesso sembra averla trovata.

Ruzzier con l'assist "alla Teodosic" per Hervey

Serie A
Hervey e Belinelli lanciano la Virtus, Varese è travolta 97-56
03/10/2021 A 18:39

Numeri roboanti per Kevin

Sergio Scariolo lo sta utilizzando tanto, 25' di media sul parquet in 5 partite (secondo dietro ai 25.8 minuti di media di Kyle Weems), e Kev sta rispondendo alla grandissima in termini numerici. Quasi 17 punti di media, addirittura 22 considerando solo il campionato, ha piazzato due doppie doppie roboanti e ne ha sfiorata una terza: 18 punti e 18 rimbalzi al debutto in Supercoppa con Tortona, 17 e 9 contro Venezia in semifinale, e poi 23 punti in 11 rimbalzi domenica nell'esordio casalingo contro Varese in Serie A. I 23 contro l'Openjobmetis migliorano i 21 della prima giornata contro Trento, due gare complessivamente ottime impreziosite da 3 assist, 0 palle perse, e 33 di valutazione, nettamente il migliore del campionato.
MinutiPuntiRimbalziAssistRubatePerseValutazione% da due% da tre% ai liberi
vs Tortona (SC)2618180303255,6 (5-9)33,3 (2-6)100 (2-2)
vs Venezia (SC)261791121750 (6-12)50 (1-2)100 (2-2)
vs Milano (SC)2344102450 (2-4)0 (0-2)-
vs Trento (A)242163303372,7 (8-11)100 (1-1)100 (2-2)
vs Varese (A)2623113503369,2 (9-13)0 (0-4)100 (5-5)
2516,69,61,62,40,823,861,2 (30-49)26,7 (4-15)100 (11-11)
Il texano sta tirando molto bene da due (61% complessivo, oltre il 70% nelle due gare di campionato), anche perchè spesso si trova a tu per tu col ferro o in situazione di rimbalzo d'attacco, mentre va registrata la mira dall'arco: 4 su 15 da tre nelle prime 5 gare, 0 su 4 domenica contro Varese, statistiche basse per uno che nella passata stagione in Russia viaggiava attorno al 34%, non numeri da specialista, ma certamente un indicatore che tiene in allerta la difesa avversaria e sconsiglia di sfidarlo troppo al tiro. Alzare quella percentuale è importante affinchè le difese italiane non decidano di "sfidarlo" deliberatamente. Spicca invece l'estrema precisione ai liberi, pur senza tirare così tanto: 11 su 11, un perfetto 100% finora tra Supercoppa e Serie A, dove ha infilato i 7 tentativi avuti.

Teodosic col lancio bowling, Hervey segna e ringrazia

Difesa e tagli: manna per la Virtus

La grande mobilità, il fisico longilineo, le braccia interminabili e le capacità di correre il campo già citate in precedenza, rendono Kevin Hervey un giocatore preziosissimo per Sergio Scariolo, in generale un profilo importante per qualsiasi squadra. Aldilà dei numeri, non sarà mai la stella primaria di una squadra, quello che da solo ti fa vincere le partite, ma assomiglia sinistramente a quel tipo di atleta che contribuisce alle vittorie con le piccole cose e con giocate che spesso non finiscono sul referto. Anche nella gara contro Varese ha fatto vedere la sua bravura nel giocare sulle linee di passaggio, nel toccare tutti i palloni a rimbalzo, e di spostarsi con grande velocità per andare a raddoppiare sul portatore di palla o ruotare in situazioni di aiuto. Avere un giocatore così permette alla retroguardia della Segafredo di essere molto aggressiva contro attacchi magari poco fluidi e in prospettiva di cambiare sui pick and roll, visto che Hervey ha la velocità per tenere gli esterni e i centimetri per stare coi lunghi. Tenendo conto che Bologna ha già un altro buon difensore come Weems e un autentico diavolo come Pajola, ecco che la difesa della Segafredo rischia di diventare un problema per tutti.
Detto questo, non è che Hervey sia una "zavorra" in attacco, anzi. Per quell'atletismo è un valore aggiunto in situazioni di transizione e contropiede, è un problema per gli avversari quando si butta a rimbalzo offensivo, e poi ha buone soluzioni spalle a canestro, qualità che forse la Virtus potrebbe provare ad esplorare di più visto che con quel fisico può far pagare eventuali cambi. Probabilmente però il maggior aiuto che può dare alla manovra di Scariolo è la sua abilità nel muoversi senza palla e lontano dalla palla, manna dal cielo per una formazione con al timone un certo Milos Teodosic che spesso e volentieri premia i tagli e i movimenti appunto senza palla dei compagni.

Magia di Kevin Hervey: segna un canestro tirando da seduto

* * *

RIGUARDA VIRTUS BOLOGNA-VARESE IN VOD (CONTENUTO PREMIUM)

Premium
Basket

Virtus Segafredo Bologna - Openjobmetis Varese

02:07:27

Replica
* * *
Serie A
Emergenza infortuni: la Virtus "tampona" con JaKarr Sampson
27/09/2021 A 15:34
Serie A
Forte e compatta: Sergio Scariolo ha già preso in mano la Virtus Bologna
22/09/2021 A 06:32