Non c'è pace per l'Olimpia Milano e, particolarmente, per Riccardo Moraschini. Dopo il focolaio per Covid, che ha costretto al rinvio di molteplici sfide dei biancorossi, sia in Serie A che in EuroLega, la squadra di coach Ettore Messina si trova a dover fare i conti con un'altra assenza eccellente. Via Instagram, Moraschini ha infatti annunciato di essere stato squalificato dal Tribunale Nazionale Antidoping, che ha accolto la richiesta di squalifica avanzata dalla Procura Nazionale Antidoping per positività alla sostanza Clostebol Metabolita riscontrata nel controllo fuori competizione del 6 ottobre 2021. La stessa Procura, in fase preliminare, aveva però riconosciuto all'atleta classe 1991 l'involontarietà del fatto che ha portato alla positività, ossia "una contaminazione indiretta (da contatto) con un soggetto che stava utilizzando uno spray contenente la sostanza dopante e regolarmente acquistato in farmacia".
Non si conoscono ancora i termini della squalifica - anche se diversi rumor sostengono possa essere di un anno, ma la Gazzetta dello Sport mesi fa aveva esteso i potenziali termini fino a due anni, visti i precedenti di altri atleti - e rimane salva la possibilità, per Moraschini, di ricorrere in appello. Si tratta comunque di un caso non isolato nella storia dello sport italiano, a cominciare da Christian Burns, oggi ala della Germani Brescia con un passato proprio a Milano. Nel giugno 2019, Burns era infatti risultato positivo allo stesso tipo di anabolizzante, il 4-cloro derivato del testosterone (celebre il suo utilizzo dagli atleti della Germania dell'Est) solitamente contenuto in creme e spray per uso topico, ad esempio la rigenerazione del tessuto cutaneo. A fine luglio 2019, Burns era stato però assolto in formula piena, dopo che Procura e TNA avevano comunque constatato la buona fede del cestista come nel caso di Moraschini.
Serie A
Cambia il regolamento FIBA: novità coach challenge come in NBA
24/09/2022 ALLE 10:42

Moraschini: "Rodriguez è una leggenda, un vero leader e un compagno di squadra perfetto"

Serie A
Cavaliero saluta con 646 presenze in A: ora comanda Moss a 438
10/08/2022 ALLE 11:50
Serie A
Cavaliero lascia a 38 anni: "Mi ritiro. Che bello che è stato"
08/08/2022 ALLE 16:07