Nei primissimi anni del nuovo millennio, la Spagna ha aperto un ciclo. Un lunghissimo ciclo che l'ha portata nel novero delle nazionali più forti al mondo, così importante e imponente da renderla, in molte occasioni, vero contaltare alla strapotenza del Team USA al completo. Nelle ultime tre edizioni olimpiche, la Spagna è sempre andata a medaglia, centrando l'argento a Pechino 2008 e Londra 2012 e il bronzo a Rio 2016: i protagonisti, in parte, sono cambiati, ma il tema è rimasto sempre lo stesso. Vi proponiamo quattro sfide indimenticabili di quegli anni, a voi la scelta di quella che vi suscita emozioni e ricordi più profondi: la partita sarà trasmessa nel nuovo programma di Eurosport dedicato al grande basket, Players Zoom, domenica 14 giugno alle ore 20:00. Selezionate la partita che vorreste rivedere nel sondaggio in fondo all'articolo: le votazioni sono aperte fino alla mezzanotte di lunedì 8 giugno!

Spagna-Italia 71-63 (Atene 2004, fase a gironi)

Olimpiadi
USA-Spagna 2012: LeBron James regala l'oro al Team USA a suon di schiacciate e triple
06/05/2020 A 17:54

L'inizio del ciclo, quando la Spagna si presentò ad Atene con una squadra molto giovane ma ricchissima di talenti pronti a esplodere. È l'occasione per riammirare gli anni verdi di Pau Gasol, Juan Carlos Navarro, José Calderon e Rudy Fernandez, anche se l'MVP di quella partita fu un vecchio volpone ben conosciuto al pubblico italiano: Jorge Garbajosa, ex-ala della Benetton Treviso.

Spagna-USA 107-118 (Londra 2012, finale)

Il sogno accarezzato di quella che è stata molto probabilmente la versione della nazionale spagnola più forte di sempre. Allenata da coach Sergio Scariolo, quella Spagna tenne testa quasi fino all'ultimo minuto al Team USA, basandosi su un'ossatura composta da leggende del basket europeo: Pau Gasol, Rudy Fernandez, Sergio Rodriguez, Juan Carlos Navarro, Felipe Reyers, Sergio Llull, Marco Gasol e il naturalizzato Serge Ibaka.

Spagna-USA 76-82 (Rio 2016, semifinale)

Un'altra grande sfida contro il Team USA, un'altra sconfitta di misura che non intacca, però, il grandissimo valore di quella squadra. Sempre allenata da coach Sergio Scariolo, quella Spagna si regge ancora su un'ossatura di livello stellare: Pau Gasol, Rudy Fernandez, Sergio Rodriguez, Juan Carlos Navarro, Felipe Reyes, Sergio Llull, Ricky Rubio e Nikola Mirotic.

Spagna-Australia 89-88 (Rio 2016, finale 3°-4° posto)

Una bellissima partita, lottata, combattuta punto a punto fino alla fine tra due grandi nazionali ferite dalle sconfitte in semifinale. Per la Spagna è un bronzo che vale tantissimo, perché vinto ai danni di un'Australia che, a sua volta, getta le fondamenta di un ciclo destinato a portarla a ricoprire un ruolo molto importante sulla scena internazionale negli anni a venire.

Il sondaggio: vota la partita più bella!

Tokyo 2020
Il basket a Tokyo 2020: formula, partecipanti e calendario del torneo olimpico
05/03/2020 A 09:08
Mondiali
Argentina-Spagna 75-95: gli highlights del trionfo mondiale della Roja di Sergio Scariolo
15/09/2019 A 15:55