Un terzo quarto tremendo da 29-12 spegne il sogno dell'Italia di rientrare a Milano con un'extra-dose di fiducia per affinare nel miglior modo possibile il cammino di preparazione verso il preolimpico di Belgrado. Dopo i successi su Tunisia e Repubblica Ceca, gli Azzurri danno ancora ottimi segnali nel primo tempo della "finale" contro la Germania, primo avversario realmente competitivo del quadrangolare, salvo poi franare nella ripresa sotto una scarica di triple e i problemi fisiologici di un roster con poco peso sotto i tabelloni e scarsa potenza di fuoco sul perimetro, data sia dalle assenze per turnover di Nico Mannion e Stefano Tonut che dallo sfortunatissimo infortunio muscolare che toglie molto presto Marco Spissu dalla contesa (+11 con il playmaker di Sassari in campo).
Certo, non è il momento di far suonare gli allarmi, perché si tratta pur sempre di una partita amichevole in cui coach Meo Sacchetti concede tanto spazio alle seconde linee per avere il quadro più completo possibile della situazione prima di diramare le convocazioni ufficiali, ma è l'occasione per evidenziare anche i punti deboli della nostra Nazionale dopo le due cavalcate agevoli di venerdì e sabato pomeriggio.

Fa tutto Melli: prima la stoppata, poi la schiacciata

Torneo preolimpico
Torneo di Amburgo: Germania-Italia LIVE
20/06/2021 A 18:25
Partiamo comunque dalle note positive, ricalcate sulla falsariga dei primi due successi. Quando la squadra riesce a correre, aprire il campo e creare gioco sul perimetro per imbeccare anche i tiratori sull'arco, è un'Italia piacevole, produttiva e divertente. I 46 punti sparati nel primo tempo (28 dei quali nel solo secondo quarto) ne sono lo specchio perfetto: 6/14 da tre (poi scemato in un più modesto 9/29 finale) e grosse dosi di responsabilità e carattere dei nostri veterani.
Nik Melli non sbaglia un colpo, salendo di livello in entrambe le metacampo dopo le prime due partite giocate (giustamente) col freno a mano tirato (21 punti, 17 in una prima metà di gioco infuocata), Achille Polonara si mantiene su standard molto elevati (16 punti, 9 rimbalzi, 3 assist), Michele Vitali parte con la faccia cattiva (8), e Marco Spissu ritrova finalmente la sua dimensione in regia prima di quella sfortunatissima spaccata su una macchia di sudore che lo costringe anzitempo alla panchina.

Primo tempo imperiale di Nik Melli con 17 punti

Ma il vantaggio dell'intervallo lungo (anche +8 nel secondo periodo) viene presto eroso in una ripresa in cui è la Germania a uscire con prepotenza. Quando il livello di fisicità difensiva si alza e i tiratori avversari cominciano a far frusciare le retine quasi mai accarezzate in un primo tempo asfittico dall'arco, ecco calare una mannaia pesantissima su un'Italia che perde certezza, fluidità e gioco, ritrovandosi schiacciata in area (46-22 il conto a rimbalzo e 64% da due concesso) e frenata in attacco dal crollo dell'efficacia degli esterni.
Con Spissu ai box e senza due grandi creatori di gioco e penetratori come Tonut e Mannion, gli Azzurri faticano nel costruire dal palleggio, con annessa picchiata delle percentuali dall'arco e incapacità di trovare sbocchi alternativi per la mancanza di un vero centro di peso da servire in vernice. Il parziale pro-Germania, volata fino a toccare il +18 (83-65), è del tutto fisiologico e naturale.

Contropiede e pennellata mancina di Achille Polonara

Oltre ai già citati veterani, si notano spunti interessanti da Mouhamet Diouf (9 punti con un paio di movimenti di ottima tecnica in post-basso), in grande crescita fisica e mentale dopo l'esordio molto timido contro la Tunisia, e da Matteo Spagnolo (9), ultimo ad arrendersi in un quarto periodo giocato con la bava alla bocca.
Dopo il rientro a Milano previsto per lunedì con nuovo raduno e convocazioni ufficiali (si aggregano Abass, Fontecchio, Moraschini, Pajola, Ricci e Tessitori, out Bortolani, Caruso, Gaspardo e Zanotti), l'Italia tornerà in campo per l'ultima gara amichevole di preparazione al preolimpico giovedì 24 giugno, alle ore 20.45, sfidando il Venezuela all'Allianz Cloud: la partita sarà tramessa LIVE su Eurosport 1 e in LIVE-Streaming su Eurosport Player e Discovery Plus.

Germania-Italia 91-79

  • Italia: Spissu 4, Candi 5, Vitali 8, Polonara 16, Melli 21; Spagnolo 9, Bortolani 3, Ruzzier 2, Diouf 9, Akele 2. N.e.: Zanotti, Caruso. All.: Sacchetti.
  • Germania: Bonga 11, Wimberg 7, Obst 13, Barthel 10, Voigtmann 11; Saibou 18, Van Slooten, Benzing 7, Wagner 11, Herkenhoff 3, Wank, Stanic. All.: Rödl.

Highlights: Italia-Germania 79-91

Riguarda Germania-Italia in VOD (Contenuto Premium)

Premium
Basket

Italia - Germania

02:12:47

Replica
Tokyo 2020
L'Italia vince e diverte: successo 83-71 sulla Rep. Ceca ad Amburgo
19/06/2021 A 16:53
Tokyo 2020
L'Italia parte bene ad Amburgo: vittoria 82-56 sulla Tunisia
18/06/2021 A 16:52