Dalla gloria all'inferno e di nuovo alla gloria in meno di un minuto. La manona di Nicolas Batum che inchioda al tabellone un lay-up già scritto di Klemen Prepelic salva il finale auto-distruttivo della Francia e strappa il pass per la terza finale olimpica nella storia della rappresentativa transalpina: sarà rematch con il Team USA, già partita d'esordio della fase a gironi, dove la squadra di Collet sgambettò gli States aprendo la marcia finora immacolata verso il match per la medaglia d'oro. La giocata di Batum, estratta dalle ultime gocce di energia di una partita spesa in gran parte a rincorrere Luka Doncic sul perimetro in una staffetta di grande solidità con Timothe Luwauw-Cabarrot e Frank Ntilikina, strozza in gola l'urlo di Klemen Prepelic, uomo-simbolo dell'oro sloveno a Euro 2017 e arrivato a una manciata di millimetri nel trasformarsi anche in eroe olimpico. Lui che, dopo aver sbagliato un libero sanguinoso a meno di un minuto dalla sirena, aveva riaperto la partita con una doppia giocata difensiva-offensiva, con sfondamento subito da Evan Fournier e tripla spaccagambe per il -1. Poi rimasto tale.
Il medagliere | Il calendario completo | Gli Azzurri

Batum manda la Francia in finale, poi consola Doncic

Tokyo 2020
Il basket a Tokyo 2020: formula, partecipanti e calendario
06/07/2021 A 11:03
La Francia centra l'appuntamento con il bersaglio grosso giocando una partita differente rispetto al successo nei quarti contro l'Italia, faticando a tenere basso il ritmo in un primo quarto che sorride alle folate offensive slovene, e affidandosi all'estro dei suoi esterni più che alla forza nel verniciato per costruire il break poi risultato decisivo nella parte finale del terzo periodo. Nonostante una scelta scellerata nell'ultima azione offensiva, con quel ferro scheggiato su un jumper forzato dai cinque metri, l'MVP è Nando De Colo, partito in sordina ma poi emerso con grande personalità ed esperienza in una ripresa dominata: 25 punti, 7 rimbalzi, 5 assist e tempi dettati a meraviglia. Ottima spalla sul perimetro è Evan Fournier, motorino sempre acceso (23 punti) e determinante con un paio di canestroni per frenare la violenta rimonta slovena nel quarto periodo, capace di rientrare a contatto dal -10. Bene Thomas Heurtel dalla panchina, sempre lucido nelle letture in pick'n'roll, così come fondamentale l'apporto di Timothe Luwawu-Cabarrot, vero plus francese in un primo tempo di grande quantità e qualità su entrambi i lati del campo (15 punti, 5 rimbalzi e tanta difesa).
Mentre la Slovenia sceglie di intasare l'area lasciando Mike Tobey costantemente in drop su ogni pick'n'roll giocato da Rudy Gobert, scelta tattica che cavalca le percentuali ondivaghe degli avversari nel mid-range, la Francia lavora con grande aggressività su Luka Doncic anche a costo di sguarnire l'area, fattore ben sfruttato dalla squadra di coach Sekulic nella rimonta sfiorata nel quarto periodo, costruita in gran parte sul gioco interno. Dopo aver iniziato con il fuoco vivo addosso, Doncic soffre la marcatura fisica di Batum, Luwawu-Cabarrot e Ntilikina, perdendo progressivamente smalto e fiducia. Certo, il tabellino recita una tripla doppia da 16 punti, 10 rimbalzi e 18 assist (record assoluto nei Giochi), la terza nella storia delle Olimpiadi dopo quelle scritte da Alex Belov (1976) e LeBron James (2012), ma i numeri non si traducono in altrettanta vera efficacia sul parquet. Così, serve il soccorso del già citato Prepelic (17 dalla panchina) e di un super-prolifico Mike Tobey (23 con 8 rimbalzi), bravo nel muoversi negli spazi aperti dalla difesa francese proiettata su Doncic.
Il finale, come detto, vive di una strana alternanza di giocate spettacolari e grandi errori concentrata in una manciata di secondi. Decide la zampata di Batum, premiando (forse) la squadra più solida e continua sui 40 minuti. Ora il grande match contro gli States, probabilmente la finale attesa già alla vigilia dei quarti. Sarebbe un errore, però, fidarsi del risultato della partita della fase a gironi. Quello era un Team USA molto differente dalla squadra che scenderà in campo nella notte di sabato 7 agosto.

Francia-Slovenia 90-89

  • Francia: De Colo 25, Fournier 23, Batum 3, Yabusele 9, Gobert 9: Fall, Heurtel 6, Luwawu-Cabarrot 15, Ntilikina. N.e.: Cornelie, Poirier, Albicy. All.: Collet.
  • Slovenia: Doncic 16, Blazic 14, Dragic 1, Cancar 11, Tobey 23; Dimec 4, Hrovat 3, Muric, Nikolic, Prepelic 17. N.e. Cebasek, Rupnik. All.: Sekulic.

Riguarda Francia-Slovenia in VOD (Contenuto Premium)

Premium
Basket

Francia - Slovenia

02:07:56

Replica
Guarda tutte le gare delle Olimpiadi di Tokyo 2020 abbonandoti a Discovery+: 3000 le ore live, fino a 30 canali in contemporanea dedicati a tutte le 48 discipline e a tutti i 339 eventi previsti. E potrai rivedere quando vuoi tutte le gare nella sezione VOD. Abbonati ora su discoveryplus.it!

SPORT EXPLAINER: Basket

Tokyo 2020
Patty Mills manda la Slovenia ko: prima medaglia per l'Australia
07/08/2021 A 13:26
Tokyo 2020
Quarto oro consecutivo per il Team USA: Francia battuta 87-82
07/08/2021 A 04:28