Notte storica per il basket italiano: Lorela Cubaj è stata scelta con la numero 18 al Draft WNBA 2022. L'azzurra classe 1999, nata a Terni ma di origini albanesi, è chiamata dalle Seattle Storm che l'hanno subito girata alle New York Liberty in cambio di una seconda pick del 2023. Cubaj, ala di 193 centimetri, è cresciuta a livello giovanile fra la Pink Basket Terni e la Reyer Venezia, poi dal 2017 ha giocato negli Stati Uniti al college a Georgia Tech, lo stesso di Francesca Pan e, a livello maschile, dell'ex campione NBA coi Miami Heat Chris Bosh.
Lorela è inoltre una giocatrice importante per la Nazionale avendo vestito la maglia azzurra sia a livello giovanile, sia con la selezione maggiore: vanta 19 presenze e 63 punti con la Senior, a 23 anni ha già disputato due edizioni degli Europei; a livello Giovanile ha vinto l'argento al Mondiale Under 17 nel 2016 e il bronzo all'Europeo Under 16 nel 2015, partecipando in tutto a ben nove competizioni FIBA, dai 14 ai 19 anni. A livello NCAA Cubaj si è ben comportata e nel suo quinto e ultimo anno a Georgia Tech ha viaggiato in doppia doppia di media, 10 punti e 11 rimbalzi, tirando col 42% dal campo, conquistando inoltre per due anni di fila il premio di difensore dell'anno per la ACC Conference.
Basket
Primo titolo WNBA per le Chicago Sky! 3-1 alle Mercury
18/10/2021 A 09:25
Si tratta della terza scelta al Draft WNBA per le Liberty dopo Nyara Sabally, sorella minore della più famosa Satou, pescata alla pick numero 5 assoluta proveniente da Oregon, e prima di Sika Kone, centro del Mali in forza a Gran Canaria, chiamata alla 29. La franchigia newyorkese ha grandi ambizioni, ha ingaggiato la mitica allenatrice australiana Sandy Brondello, e a roster può vantare l'ex veneziana Natasha Howard, la famosa guardia Sabrina Ionescu, l'australiana Sami Whitcomb e Betnijah Laney, top scorer l'anno scorso a quasi 17 punti di media.
"Cubaj è una giocatrice che seguo da diversi anni, la ammiro. La sua durezza e l'orgoglio con cui gioca in difesa potrà aiutarci a tenere un livello molto alto nella nostra metà campo", il commento di Sandy Brondello riguardo Lorela. L'azzurra è stata chiamata al Draft WNBA esattamente 25 anni dopo la prima italiana, Catarina Pollini, scelta alla numero 32 dalle allora Houston Comets nella stagione inaugurale 1997; in mezzo, altre giocatrici italiane hanno giocato oltreoceano tra cui Raffaella Masciadri, Chicca Macchi e Cecilia Zandalasini.
Il Draft WNBA ha visto alla 1 Rhyne Howard, guardia da Kentucky per le Atlanta Dream, alla 2 l'ala NaLyssa Smith, da Baylor, per le Indiana Fever, e alla 3 il centro Shakira Austin da Ole Miss, per le Washington Mystics; alla 4, sempre le Fever, hanno scelto Emily Engstler, ala da Louisville, poi alla 5 la prima pick delle New York Liberty, la già citata Nyara Sabally, ala-centro da Oregon.

Anche la WNBA si ferma: maglie con 7 fori sulla schiena per Blake

WNBA
Awak Kuier n. 2 al Draft WNBA: da Ragusa alle Dallas Wings
16/04/2021 A 09:50
WNBA
Cecilia Zandalasini pronta al ritorno in WNBA
14/07/2021 A 11:57