È una grande, grandissima Italia in quel di Oberhof! La squadra azzurra composta da Thomas Bormolini, Lukas Hofer, Tommaso Giacomel e Dominik Windisch sale sul terzo gradino del podio nella staffetta 4x7,5km di scena nel tempio tedesco del biathlon, battuta solo dalle superpotenze Francia e Norvegia. Un risultato da applausi, che forse era nell'aria ma non affatto scontato. Si tratta del primo podio per il settore maschile in questa stagione, dopo i tre conquistati a livello individuale da Dorothea Wierer. Nel format, invece, gli azzurri non entravano tra i primi tre dalla gara di Oestersund del 7 dicembre 2019.

Che Italia a Oberhof! Terzo posto in staffetta, rivivi la gara

Oberhof
A Simon la mass start: gli highlights
17/01/2021 A 15:09

La top 10 della staffetta

1. Francia (0+6) - 1:22.28
2. Norvegia (1+4) - +4.2
3. Italia (0+5) - +1.06
4. Russia (0+9) - +1.55
5. Germania (3+11) - +2.06
6. Ucraina (0+2) - +2.31
7. Svezia (1+9) - +2.59
8. Canada (0+9) - +3.05
9. Svizzera (0+9) - +3.17
10. Finlandia (0+7) - +3.32

L'Italia sgomma già con Thomas Bormolini in prima frazione: il 29enne di Livigno, in ottimo spolvero nelle ultime apparizioni, è perfetto a terra e copre rapidamente con la ricarica l'unico errore in piedi. L'azzurro arriva al cambio al comando, insieme alla Germania di Lesser e appena davanti alla Francia di Desthieux. Poi Svizzera e Norvegia. In seconda, può scatenarsi un incontenibile Lukas Hofer. L'atleta altoatesino rimane con Benedikt Doll fino al primo poligono, poi se ne va da solo. Disastrosa la Norvegia, con Dale costretto al giro di penalità, mentre sono già attardate Svezia e Russia. L'Italia, a metà gara, comanda con 18 secondi su Germania e Francia, mentre la Norvegia è quarta ma a 1 minuto e 13 secondi.

Oberhof: l'arrivo della staffetta maschile

Credit Foto Eurosport

Tommaso Giacomel si trova così in solitaria all'inizio della terza frazione. Il classe 2000 commette due errori a terra, ma non perde mai la calma, utilizza al meglio le ricariche e mantiene la testa insieme a due atleti più esperti come Peiffer e Claude. Dietro, uno scatenato Tariej Boe prova a ricucire il gap. Nella sessione in piedi, Giacomel è da favola e riparte per primo. Il giovane azzurro paga dazio nell'ultimo giro, vedendosi scavalcato sia da Francia che Germania. Ma l'Italia è lì, terza all'ultimo cambio con 24 secondi dal duo di testa. Tocca a Dominik Windisch, che parte con Jacquelin e Horn nel mirino e Johannes Boe alle calcagna. L'azzurro è il solito diesel, ed è impeccabile a terra. Qui si capisce che l'Italia è da podio, perchè Horn è disastroso e con tre giri di penalità si chiama fuori dalla contesa. Il francese Jacquelin resta da solo e non ha problemi nell'ultimo poligono, involandosi verso la vittoria. Dietro Boe si mangia Windisch al poligono, ma l'azzurro è comunque freddo a coprire i bersagli e sfila in tranquillità verso il terzo posto.

Rivivi la staffetta di Oberhof (Contenuto premium)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Biathlon

Oberhof | Staffetta 4x7,5km uomini

Commento italiano | Versione integrale

01:47:58

Replica
Oberhof
Tarjei Boe vince a Oberhof, Hofer 4°: gli highlights
17/01/2021 A 13:04
Oberhof
Giacomel: "Bellissimo questo podio insieme ai miei compagni"
15/01/2021 A 16:33