L’Italia sarà rappresentata anche nella BMX alle Olimpiadi di Tokyo 2020. L’Unione Ciclistica Internazionale ha infatti ufficializzato la lista delle Nazioni che hanno ottenuto le quote Paese nella specialità Racing, quella che abbiamo già ammirato ai Giochi in tre edizioni (Pechino 2008, Londra 2012, Rio 2016).
L’Italia avrà diritto a un pass non nominale, dunque spetterà al CT decidere chi convocare per la rassegna a cinque cerchi. L’obiettivo è stato raggiunto grazie ai buoni risultati ottenuti da Giacomo Fantoni nelle ultime due prove di Coppa del Mondo (sesto e settimo nelle finali disputate la scorsa settimana a Bogotà, in Colombia).
Tokyo 2020
La BMX a Tokyo 2020: gare, qualificati, calendario
14/06/2021 A 09:41
Cresce così il contingente azzurro nel ciclismo: 9 carte su strada (5 maschili, 4 femminili), 12 su pista (5 per sesso, più due riserve), 4 nella mountain bike (3 maschili, 1 femminile). L’Italia era stata presente nel BMX alle Olimpiadi 2008 e 2012, sempre con Manuel De Vecchi (nel primo caso si fermò in semifinale, nel secondo venne eliminato ai quarti), mentre a Rio 2016 non c’erano azzurri in questo sport. Va ricordato che a Tokyo 2021 debutterà anche il BMX Freestyle, per il momento non ci sono nostri portacolori qualificati in tale specialità.

Allacciate le cinture: ecco a voi i migliori trick con la BMX

BMX
Hannah Roberts regina della BMX: il titolo mondiale è ancora suo
07/06/2021 A 11:09