Il sogno di giocare a calcio da professionista, per Usain Bolt, sembra esser destinato a rimanere tale, almeno finché le pretese in termini di soldi del recordman del mondo dei 100 metri piani non scenderanno. Il giamaicano, al momento in prova con i Central Coast Mariners (A-League australiana, la corrispondente della nostra Serie A), sta avendo più di qualche problema in relazione all’offerta contrattuale.
I Mariners hanno offerto a Bolt un contratto da 150.000 dollari australiani annui (che corrispondono a 92.000 euro circa): si tratta di un salario in linea con la media dell’A-League. La risposta dell’uomo più veloce del mondo è arrivata in forma di richiesta di 2,9 milioni. Chiaramente, la squadra che fa base a Gosford (Nuovo Galles del Sud) ha fatto sapere che, a quelle cifre, non ci può assolutamente essere margine di trattativa. La situazione, riportata dal Sunday Morning Herald, ha provocato l’allontanamento di Bolt dagli allenamenti “fin quando un accordo non sarà raggiunto”.

Usain Bolt, Central Coast Mariners, 2018

Credit Foto Eurosport

A-League
Usain Bolt chiede troppi soldi ai Mariners: sfuma il sogno di diventare un calciatore
02/11/2018 A 08:52

La doppietta in amichevole

Usain Bolt aveva giocato, due settimane fa, un’amichevole col Macarthurs South West United, segnando due reti che potete rivedere nel video qui sotto. Ora, quei gol potrebbero rimanere gli ultimi, almeno all’altro capo del mondo.
Federico Rossini
A-League
Usain Bolt non giocherà a Malta: rifiutato il biennale de La Valletta. Resta in Australia
17/10/2018 A 15:48
A-League
Bolt realizza il suo sogno: esordio da calciatore professionista, gioca per 20 minuti
31/08/2018 A 13:33