Un lungo e appassionato post per denunciare gli insulti omofobi ricevuti dalle tribune prima e sui social dopo: Joshua Cavallo, primo calciatore professionista a fare coming out e a dichiarare la propria omosessualità, si è sfogato così dopo il brutto episodio che l'ha visto protagonista durante la partita di A-League (la Serie A australiana) dell'Adelaide United (squadra nella quale milita) sul campo del Melbourne Victory. Cavallo, entrato sul terreno di gioco al minuto 54, ha raccontato quanto vissuto sul proprio profilo Instagram.
"Non farò finta di non avere visto o sentito gli insulti omofobi durante la partita. Non ci sono parole per spiegare quanto io sia deluso. Questo dimostra che, come società, dobbiamo ancora avere a che fare con questi problemi nel 2022: non è accettabile e va fatto di più per fare in modo che queste persone vengano ritenute responsabili di ciò che fanno e dicono. L'odio non vincerà mai. Non chiederò mai scusa per vivere nella verità e per chi sono al di fuori del mondo del calcio. A tutti i giovani che hanno subito abusi omofobi, dico di tenere la testa alta e di continuare a inseguire i loro sogni. Sappiate che nel calcio non c'è spazio per questo. Il calcio è per tutti, non importa chi tu sia, di che colore sia la tua pelle o da dove tu venga".
A-League
Josh Cavallo: "Da gay avrei paura ai Mondiali in Qatar"
09/11/2021 A 08:04
Infine un messaggio rivolto direttamente a Instagram: "Non voglio che nessun bambino o adulto riceva i messaggi odiosi e offensivi che ho ricevuto io. È triste che non si stia facendo abbastanza per fermare tutto questo. Ma dico grazie anche ai tanti messaggi positivi, di amore e supporto che superano di gran lunga quelli negativi. L'amore vincerà sempre".

Nassib: “Sono gay, farò di tutto per sensibilizzare il mondo”

A-League
Josh Cavallo fa coming out: è il primo calciatore professionista in attività
27/10/2021 A 11:01
Serie A
Maldini: "La spinta dei tifosi è stata fondamentale, ci hanno trasmesso emozione"
UN' ORA FA