Il Bayern Monaco è tornato sul tetto d'Europa con la vittoria della Champions League: dietro quest'ultimo successo e una lunga sfilza di allori, c'è una mentalità vincente portata avanti da persone come Karl-Heinz Rummenigge. L'amministratore delegato del club ha parlato a tutto tondo a Tuttosport: "La mia idea è che i soldi siano importanti, ma lo sia altrettanto la mentalità della società. Oltre ai campioni, che sono indispensabili per vincere, abbiamo costruito un gruppo forte e in sintonia con l'allenatore. Noi abbiamo trovato questo equilibrio, però non mi sento di dare consigli a nessuno".

Non possiamo pagare un giocatore della dimensione di Messi. Non fa parte della nostra politica e della nostra filosofia
Champions League
Bayern-Atletico, pagelle: Coman top player
21/10/2020 A 21:36

Ovviamente questa filosofia si sposta anche sul mercato e per questo motivo Rummenigge smentisce qualsiasi potenziale rumors su Messi al Bayern: "Pensiero del Bayern? No! Non possiamo pagare un giocatore di quella dimensione. Non fa parte della nostra politica e della nostra filosofia. Sinceramente, sentire che Messi può lasciare il Barcellona mi mette anche un po' di tristezza. Leo ha scritto la storia del club e secondo me dovrebbe chiudere la carriera in blaugrana. Poi ci sono aspetti interni e privati che non conosco e per questo non mi intrometto".

Poi altri nomi, a partire da Perisic, con cui va trovato l'accordo per il riscatto con l'Inter: "Ivan ha fatto bene, con lui abbiamo alzato tre trofei. Non abbiamo ancora preso una decisione. Ai tempi del Coronavirus dobbiamo valutare bene come comportarci sul mercato: giocare senza spettatori è un problema per tutti i club. Per Perisic c'è tempo, sono in contatto col mio amico Marotta". Con l'Inter potrebbe esserci in ballo anche il nome di Marcelo Brozovic, anche se Rummenigge glissa: "No comment". Smentito un interesse per Khedira, mentre su Tolisso e Alaba aggiunge: "Khedira è un bravo ragazzo, un vincente, ma non stiamo pensando a lui. Tolisso resta, è molto contento e vuole andare avanti con noi. Alaba resta? Speriamo di sì".

Per Perisic non abbiamo ancora preso una decisione. Brozovic? No comment

Infine una valutazione di Rummenigge sulla scelta della Juventus di affidare la panchina ad Andrea Pirlo: "Se Agnelli ha deciso così, mi fido. Comunque mi sembra una scelta interessante. Da giocatore era un professore in campo, con la sua visione e la sua classe dirigeva i compagni. Può ripetersi in panchina perché è un uomo con le idee chiare e con un piano preciso in testa".

Bayern campione, i tifosi inondano le strade di Monaco e partono i caroselli

Champions League
Poker d'assi Bayern: 4-0 senza storia all'Atletico
21/10/2020 A 20:51
Calcio
Boateng nei guai, rischia 5 anni di prigione
16/10/2020 A 07:55