Vertice fruttuoso quello tra Federcalcio, vertici del basket e Comitato Tecnico Scientifico avvenuto in remoto nella giornata di giovedì. C'è il piano per riaprire stadi (e palazzetti) al pubblico: 1000 spettatori a partire dalla prossima primavera in Serie A, 30% della capienza per le partite della Nazionale all'Europeo itinerante 2021, a Roma in occasione della fase a gironi degli azzurri. Lo riferisce in "prima", taglio alto, la Gazzetta dello Sport questa mattina. Il prossimo incontro tra le parti avverrà - in presenza - tra 10-15 giorni ma la strada è ormai stata tracciata in toto.
Sarà determinante, ça va sans dire, la buona riuscita della campagna vaccinale ed è proprio questa la discriminante per la riapertura primaverile: i primi a tornare a gremire gli spalti saranno, in segno di riconoscenza, proprio gli operatori sanitari. Gravina è ottimista, il Cts ha dato il suo benestare, da Umberto Gandini in giù anche il basket si prepara a riempire di nuovo i palazzetti dello Stivale. E questa è certamente una buona notizia per tutti: la road map per ritrovare la normalità (o forgiarne una nuova) per quanto lastricata d'insidie è tracciata.
Serie A
De Siervo: "Danno da 1,2 miliardi con stadi chiusi fino a giugno"
25/01/2021 A 18:17

Gravina: "Il campionato sta crescendo, ora mancano i tifosi: spero che gli stadi riaprano presto"

Calcio
I 10 migliori stadi del mondo
31/10/2020 A 10:55
Serie A
Covid, Mancini: “Fosse per me, aprirei stadi al pubblico oggi”
29/10/2020 A 13:02