L’abbiamo perso di vista un paio di anni e nel frattempo sarebbe diventato multimiliardario. Il calcio, però, non centra. Mathieu Flamini, ex centrocampista del Milan, secondo quanto riportato dal tabloid inglese Daily Star possiederebbe un patrimonio netto pari a 25 miliardi di sterline.


Il tutto nascerebbe dal suo periodo di militanza a Milano, quando nel 2008 incontra Pasquale Granata e insieme fondano GFBioChemicals, un’azienda di energia pulita che di occupa della produzione di alternative sostenibili al petrolio greggio. Mentre nel 2013, anno del suo ritorno all’Arsenal, fonda la sua seconda attività di business, insieme al compagno di squadra Mesut Ozil. Un marchio di cosmetici ecologici che che dal 2020, col nome Unity Performance Academy, aiuta anche gli atleti a massimizzare – tramite l’allenamento, alimentazione e supporto psicologico – le proprie performance.
Premier League
Il Tottenham vince senza Mourinho: 2-1 sul Southampton
28 MINUTI FA
L’ex Getafe e Crystal Palace ha, però, immediatamente respinto questa indiscrezione del tabloid Daily Star: “Voglio ratificare quanto ho letto, non ho tutti quei soldi sul mio conto, è una cifra che non corrisponde neanche al valore della mia azienda. Si tratta di una cifra che corrisponde al valore di mercato che vorremmo attaccare con le nostre nuove tecnologie, ma è come dire che un ristorante ha il valore dell’intera ristorazione francese. - riporta Corriere.it - Non sono per niente un miliardario. Inoltre, non ho investito nella tecnologia per fare soldi ma solo per avere un impatto positivo sull’ambiente”. Goal.com è dalla parte del francese, stimando che il patrimonio netto dell’ex centrocampista sia pari “solamente” intorno ai 25 milioni di sterline. Una differenza di qualche zero, assolutamente non indifferente ma i dubbi restano.

Pirlo: "Dna Champions? Anche il Milan a volte ha steccato"

Calcio
ECA via al dopo-Agnelli: Al Khelaifi nuovo presidente
UN' ORA FA
Serie A
Gravina: “Chi non rispetta le regole stia fuori dal calcio”
UN' ORA FA