Bandiera dell’Independiente, stella di Siviglia e Fiorentina, preziosissima tessera del mosaico napoletano nell'era Maradona. Daniel Bertoni ha lasciato un’impronta indelebile in Argentina e Italia; sbarcato sulla Penisola nel 1980, ha vestito le maglie di Fiorentina – 27 gol in 97 presenze -, Napoli – 14 gol in 53 presenze – prima di terminare la sua carriera con l’Udinese.
Uno dei primi stranieri a tornare in Italia dopo la riapertura delle frontiere e benamato campione del Mondo nel 1978, la gara più importante per Bertoni è appena iniziata: intervenuto al programma Botines y Escritorios (Scarpette e Scrivanie) di Late (una radio di Buenos Aires), il leggendario centrocampista argentino ha annunciato la grave malattia: Ho un cancro alla prostata. Ho appena effettuato alcuni esami e mi dicono che sto bene. Per fortuna ho una buona assicurazione medica, e gli oncologi mi stanno curando molto bene”.
Serie A
Pioli: "Maignan in porta col Sassuolo. Tomori torna mercoledì"
26 MINUTI FA

Maradona, migliaia a Buenos Aires per chiedere giustizia per Diego

A 66 anni, Bertoni riceve ancora un supporto affezionato dei più nostalgici tifosi. Col diffondersi della notizia, la marea social lo ha cullato con messaggi di incoraggiamento e auguri di pronta guarigione.

Copa America, l'Argentina debutta omaggiando Maradona

Serie A
Plusvalenze Juve, le intercettazioni: "Siamo una macchina ingolfata"
2 ORE FA
Serie A
Caso plusvalenze: cosa rischia la Juventus?
2 ORE FA