La Uefa ha da poco pubblicato la 12esima edizione di “The European Club Footballing Landscape”, l'annuale relazione comparativa sul calcio europeo. È il primo esame autorevole e approfondito di come la pandemia abbia colpito il calcio europeo, come ha sottolineato oggi “La Stampa”. Il bilancio è catastrofico, senza troppi giri di parole: i club europei hanno perso difatti in totale 9 miliardi di euro di entrate negli anni finanziari 2019/2020 e 2020/2021. “I motivi della Superlega spiegati in unico report”, ha affermato l’autorevole quotidiano politico nazionale italiano.

9 miliardi di mancate entrate

La proiezione dei mancati introiti nel periodo 2019-21 è di 7,2 miliardi di euro per il calcio professionistico di alto livello e 1,5 miliardi di euro per quello delle categorie cosiddette minori; non è finita qui: la spesa dei club europei nell'estate del 2020 è diminuita del 39% rispetto al record dell'estate 2019 e del 30% rispetto alla media delle tre estati precedenti.
Calciomercato 2020-2021
Kaio Jorge subito: la Juve vicino all'intesa per 3 milioni più bonus
3 ORE FA

I dati incoraggianti

Nonostante la pandemia abbia ridotto di 210 milioni i tifosi negli stadi, l'interesse generale per il calcio europeo non è affatto calato. La relazione si sofferma difatti sui record di telespettatori, di nuovi investitori e investimenti nei club, rimarcando l'incremento del traffico web in relazione alle varie squadre. Si dovrà ripartire da questo dato qui.

Ceferin: "Perez presidente del nulla, Superlega mai esistita"

Serie A
Allegri: "Pjanic? Ramsey ha fatto bene davanti alla difesa"
3 ORE FA
Serie A
Alla Juve il Trofeo Berlusconi: 2-1 al Monza con Ranocchia-Kulusevski
4 ORE FA