Stephanie Frappart, ma non solo: anche in Italia si scrive la storia degli arbitri al femminile. Se la 37enne è diventata la prima arbitro donna in Champions lo scorso 2 dicembre in occasione di Juventus-Dinamo Kiev, Maria Marotta - 37 anni anche lei - è divenuta la prima a dirigere un incontro di Serie B, in Italia.
Reggina-Frosinone (0-4) di lunedì scorso è diventata la sua vetrina: al Granillo, Maria aveva tutte le telecamere addosso e lei se l'è cavata con una prova molto professionale, malgrado la sfida fosse molto tirata. Marotta (da Sapri) fa parte dell’organico degli arbitri di Serie C ma è stata dirottata nella categoria superiore grazie alla norma da poco introdotta. Qualche cartellino giallo distribuito e alla fine grandi sorrisi e strette di mano.
Calciomercato 2020-2021
Leao-Hauge, ne resterà solo uno: chi verrà ceduto?
39 MINUTI FA
"Un’emozione immensa e indescrivibile al primo fischio, poi è stata una gara come le altre. Ho arbitrato con concentrazione, determinazione e impegno, la solita passione di ogni domenica. Ho apprezzato tanto l’accoglienza delle due squadre, tutto ciò che i due mister e la dirigenza mi hanno riservato, è stata una giornata che non dimenticherò mai".
Non solo: oltre a Maria, anche Francesca Di Monte di Chieti ha avuto il suo ruolo da seconda assistente. Una coppia rodata, visto che già il 2 maggio scorso condussero la semifinale di Champions League femminile tra Chelsea e Bayern.
Ad ognuna delle colleghe ho detto: oggi venite in campo con me. Questa è stata una giornata emozionante che non dimenticherò mai.

Futuro in Serie A?

“Calma, calma, la mia passione nasce da lontano, per ora non mi pongo obiettivi, spero di far bene sempre in futuro e non commettere errori, per me, le mie colleghe e per tutto il movimento femminile“.

Frappart ma non solo: le donne che rinnovano lo sport

Calciomercato 2020-2021
Atalanta, è fatta per Lovato. Romero verso il Tottenham?
UN' ORA FA
Calciomercato 2020-2021
Dalla Spagna: Real, conto alla rovescia per Mbappé
4 ORE FA