Luca Vialli non si è mai nascosto, della sua malattia ne ha sempre parlato apertamente. Intervistato da Londra per Cremona1 è tornato ad aprirsi sulla sua dura battaglia di vita: “L'ospite indesiderato è ancora con me, a volte più presente, altre meno. Spero mi possiate sopportare ancora per tanti anni ma sono fiducioso ed ottimista, chi mi circonda mi trasmette forza e coraggio”.
Il capo delegazione della Nazionale dell'Italia prosegue: sogna un calcio al servizio della comunità riconoscente nei confronti dei tifosi. “Il tifoso è sempre lì e non cambia, anche se le cose vanno male. Occorre dare qualcosa a chi ti sostiene. Bisogna far quadrare investimenti e bilanci, si tratta di una cosa costosa.”
Calcio
Dalla Francia: "Neymar via dal PSG". Inter: Sanchez blocca Dybala
18 MINUTI FA
E sull’amico Mancini in corsa per la qualificazione ai Mondiali: "Roberto è il monarca assoluto, anche se poi l'ambiente si trasforma in una certa democrazia. È un leader, lo ringrazio per quello che mi ha fatto vivere”.

Mancini: "Ho pianto anche per Vialli, stiamo diventando anziani..."

Calciomercato
Asensio-Milan, qual è il prezzo giusto? Servono almeno 35/40 milioni
UN' ORA FA
Serie A
Rivoluzione Serie A: ufficiale da subito spareggio Scudetto
2 ORE FA