Il calciomercato non si ferma mai, nemmeno durante i campionati: qual è l’ultimo giocatore messo nel mirino delle big di tutta Europa? Ci sono novità sui rinnovi dei calciatori più importanti? Qualche svincolato di lusso che sta per trovare una sistemazione? Ecco qui riportate e commentate da noi le tre notizie più interessanti sugli ultimi movimenti di mercato raccolte dai quotidiani in edicola stamattina e dai vari siti specializzati, in Serie A e all’estero.

Tuchel chiede Lukaku ad Abramovich: Inter che fai?

La notizia più gustosa di giornata arriva dall’Inghilterra e dal prestigioso “The Guardian” che dedica la propria apertura a Romelu Lukaku, che sarebbe il nome in cima alla lista dei desideri di Thomas Tuchel per rinforzare il Chelsea, fresco vincitore della Champions League 2020-21. Il quotidiano britannico evidenzia come dopo la stagione deludente di Timo Werner, il tecnico tedesco si sia convinto ad investire su un nuovo centravanti che possa garantire più gol e peso all’attacco dei Blues e il gigante belga avrebbe scavalcato nelle gerarchie addirittura Harry Kane. Il Guardian sottolinea come i problemi finanziari che attanagliano l’Inter e le impongono di realizzare 80-90 milioni di plusvalenze potrebbero far decollare la trattativa e addirittura convincerla a privarsi del proprio cannoniere.
Calciomercato 2020-2021
Camano rassicura l'Inter su Hakimi, ma su Lautaro...
30/05/2021 A 14:05
  • La nostra opinione: Nel calciomercato può succedere di tutto ma siamo convinti che Marotta e Zhang abbiano ben in mente che l’Inter non possa permettersi di perdere Lukaku, che è il leader tecnico e spirituale della formazione nerazzurra e, pur dopo l’addio di Conte, appare convinto di poter continuare a vincere ancora in nerazzurro. Il belga ha già avuto modo di parlare con il neo tecnico Simone Inzaghi che lo ha rassicurato riguardo la competitività della rosa e il modo in cui giocherà la squadra. Tutti segnali evidenti di quanto Big Rom sia un pilastro dell’Inter del presente e del futuro. Solo una proposta scioccante e irrinunciabile potrebbe sciogliere questo legame e far vacillare l’Inter e il gigante belga. Abramovich ci ha abituato a tutto ma al momento siamo convinti che l’obiettivo dell’Inter sia sacrificare un solo big (Hakimi, che ha più mercato) e ripartire per tentare l’assalto alla seconda stella con la Lu-La.

Da Donnarumma a Lukaku: la Top 11 del campionato

Milan, il piano per De Paul

La Gazzetta dello Sport dedica ampio spazio al grande obiettivo del Milan per rinforzare la trequarti. Il Diavolo per sostituire Hakan Calhanoglu, che in scadenza di contratto al 30 giugno è altamente improbabile possa rinnovare coi rossoneri, ha messo nel mirino Rodrigo De Paul. L’argentino ha già messo in vendita la proprio villa alle porte di Udine dove viveva e dopo l’ennesima stagione da protagonista in Friuli, aspira a giocare la Champions da protagonista. Per età, ruolo e ingaggio (l’argentino guadagna 1 milione di €) il numero 10 dell’Udinese appare il giocatore ideale per rimpiazzare Calhanoglu. I Pozzo però valutano il proprio gioiello non meno di 40 milioni di euro, una cifra eccessiva in tempi di Covid anche se il Milan spera che inserendo Hauge e una cifra fra 20-25 milioni possa convincere i bianconeri ad assicurarsi l’argentino.
  • La nostra opinione: Sono già un paio d’anni che Udine sta stretta a De Paul e a 27 anni il trequartista originario di Sarandì deve spiccare il volo in una big dei top 5 campionati. L’Udinese però è una bottega cara e non ha intenzione di fare sconti: 40 milioni, preferibilmente cash. Dura in tempi di Covid, trovare una squadra italiana che possa permettersi una simile cifra. Il Milan però un tentativo lo vuole fare perché sa perfettamente che De Paul sarebbe il giocatore ideale per dare qualità e imprevedibilità alla trequarti di Pioli. Il tecnico emiliano ha bisogno di gente che veda il gioco, salti l’uomo, garantisca gol ed assist e non abbia timore di prendersi responsabilità. De Paul risponde a tutte queste caratteristiche. Il problema è trovare il modo per accontentare l’Udinese: 20 milioni + il cartellino di Hauge potrebbero non bastare, serve qualche altra cessione, nella speranza che non si scateni un’asta e che altri club piombino sul genietto albiceleste. Inoltre a complicare il tutto c’è anche un dato non secondario, da qualche mese oltre allo storico agente Jimenez ad assistere l’argentino c’è anche Mino Raiola: con cui il Milan, dopo l’affaire Donnarumma, non ha rapporti così idilliaci... Il manager italo-olandese avrebbe però il mandato solo di trattare con l’estero. Staremo a vedere ma di certo la trattativa va monitorata.

De Paul - Udinese-Inter - Serie A 2020/2021 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Lazio, tutto Sarri: è il preferito di Lotito

Chiusura con il domino allenatori e in particolare la Lazio. Secondo la Gazzetta dello Sport e il Messaggero, il sostituto di Simone Inzaghi sulla panchina biancoceleste potrebbe essere Maurizio Sarri. L’ex tecnico di Napoli e Chelsea è affascinato dall’organico e dal progetto di sfidare Mourinho nella città Eterna e oggi potrebbe ricevere la buonuscita dalla Juventus ed essere libero di trattare con Lotito che ha intenzione di proporre al tecnico toscano un triennale da 3 milioni più bonus. Il patron biancoceleste tiene comunque vive altre piste a cominciare da Italiano e Mihajlovic.
  • La nostra opinione: Convincere Sarri a prendere la scomoda eredità di Simone Inzaghi sarebbe un autentico capolavoro per Claudio Lotito. Con tutti quei piedi buoni dalla trequarti in su, il Comandante avrebbe di che divertirsi anche se servirebbero qualche innesto per rendere meno traumatico il passaggio dal 3-5-2 al più congeniale 4-3-3 o 4-3-1-2. In una Serie A con pochi soldi e in cui tutti i top club hanno deciso di investire forte su allenatori carismatici e vincenti, riuscire ad accappararsi Sarri sarebbe un grande segnale anche per la piazza tradita dall’addio di Inzaghi e preoccupata per l’arrivo sulla sponda opposta di un allenatore dal curriculum pesante come José Mourinho. Molto dipenderà da cosa succederà oggi (se Sarri otterrà la buonuscita da 2,5 milioni dalla Juve per liberarsi dal contratto in essere fino al 2022) e da come andrà l’incontro con Lotito ma in un mercato allenatori che ci ha riservato colpi di scena e sorprese mai dire mai. Situazione da monitorare.

Dal dito medio a "forse smetto": il best of di Maurizio Sarri alla Juve in 5 minuti

Calciomercato 2020-2021
Vidal e il rischio zavorra per l'Inter: sarà rescissione?
11 MINUTI FA
Calciomercato 2020-2021
Fiorentina, Barone su Vlahovic: "Facciamo di tutto per il rinnovo"
37 MINUTI FA