Christian Eriksen contro l'Inter. O meglio, il suo procuratore. Nei giorni in cui si parla insistentemente del sempre più probabile addio del trequartista danese, fuori dai piani di Antonio Conte e chiacchierato sia al PSG che in Inghilterra, l'agente Martin Schoots va all'attacco. Nel mirino c'è proprio il club nerazzurro, nei confronti del quale è stato presentato un ricorso al Collegio di Garanzia del CONI.
"Il Collegio di Garanzia dello Sport - si legge sul sito del Comitato Olimpico - ha ricevuto un'istanza di arbitrato, ex art. 22, comma 2, del Regolamento Agenti Sportivi del CONI, da parte dell'Agente Sportivo Martinus Schoots contro la F.C. Internazionale Milano S.p.A., in virtù del contratto di mandato, sottoscritto il 27 gennaio 2020, in forza del quale la società intimata ha conferito incarico al suddetto istante al fine di consentire la realizzazione del trasferimento del calciatore Christian Eriksen, allora tesserato presso il Tottenham Hotspur F.C., alla società milanese".
L'oggetto dell'istanza non è chiaro e non è stato specificato. Come spiegato dal CONI, in ogni caso, il reclamo presentato dall'agente di Eriksen è legato al trasferimento del calciatore a Milano, andato in scena durante la finestra di mercato di un anno fa. Una controversia, con ogni probabilità di natura economica, che ha portato alla decisione di Schoots di rivolgersi al Collegio di Garanzia. Proprio mentre il suo assistito ha ormai un piede e mezzo lontano da Milano. Il club nerazzurro, tramite Ansa, fa sapere che tutti gli obblighi contrattuali saranno rispettati.
Serie A
Eriksen a Milano per gli esami: torna ad allenarsi a ottobre?
08/09/2021 A 17:41

Conte: "Eriksen? Serve tempo, ma magari sboccerà"

Euro 2020
Danimarca-Belgio: il bellissimo applauso riservato a Eriksen
17/06/2021 A 17:00
Euro 2020
Mou: "Ho pregato per Eriksen. Il calcio ha unito le persone"
13/06/2021 A 18:54