Il calciomercato non si ferma mai: qual è l’ultimo giocatore messo nel mirino delle big di tutta Europa? Ci sono novità sui rinnovi dei calciatori più importanti? Qualche svincolato di lusso che sta per trovare una sistemazione? Ecco qui riportate e commentate da noi le tre notizie più interessanti sugli ultimi movimenti di mercato raccolte dai quotidiani in edicola stamattina e dai vari siti specializzati, in Serie A e all’estero.

Classifiche e risultati

Serie A 2020-2021, la classifica aggiornata | Serie A 2020-2021, calendario e risultati | Serie A 2020-2021, la classifica marcatori aggiornata
Calciomercato 2020-2021
Morata resta alla Juventus: rinnovato il prestito con l'Atletico
15/06/2021 A 19:51

Inter, Hakimi e Lautaro via entro il 30 giugno

Vendere sia Hakimi che Lautaro Martinez entro il 30 giugno per dare ossigeno ai bilanci. Secondo il Tutto Sport è questa la non semplice missione che Suning ha affidato a Beppe Marotta e Piero Ausilio. L’input della proprietà è chiaro, solo vendendo entrambi i due pezzi pregiati, possono essere rispettati i patti presi con Oaktree, di abbassare considerevolmente il monte ingaggi dopo il prestito da 250 milioni. I nerazzurri però non vogliono farsi prendere per la gola e proveranno ad ottenere il massimo sperando in una sorta di asta. Di certo la proposta da 50 milioni di euro cash del PSG per il marocchino e 45 milioni dell’Atletico per il Toro non sono ritenute congrue, servono almeno 70 milioni per Hakimi e 90 milioni per Lautaro. Prezzo trattabile magari inserendo delle contropartite tecniche (Emerson Royal, Marcos Alonso, Leandro Paredes, le possibile pedine chiacchierate nel caso di trattative con Barça, Chelsea e PSG). Per rimpiazzare il numero 10 argentino, l’Inter avrebbe già trovato il sostituto: Raspadori, giovane, di prospettiva, con ingaggio sostenibile e che i nerazzurri hanno già bloccato. A favorire il buon esito della trattativa c’è anche il fatto che l’agente del golden boy emiliano sia Tullio Tinti, procuratore di Bastoni e Simone Inzaghi.
La nostra opinione: Saranno due settimane frenetiche per i dirigenti nerazzurri che saranno chiamati a completare almeno una grossa cessione per aggiustare i conti. Il problema è che dopo la crisi post pandemica, vendere è diventato assai improbo a causa della svalutazione dei cartellini. Se il Borussia Dortmund, che aspirava a cedere Sancho per non meno di 95-100 milioni, molto probabilmente si dovrà accontentare di 70 milioni: l’Inter probabilmente da Lautaro e Hakimi farà assai fatica ad ottenere i 90 e 70 milioni che desidera, a meno che nell’affare non entrino delle contropartite tecniche che possano essere utile per Inzaghi. Di certo, come confermato da Alejandro Camano (agente sia del Toro che del laterale marocchino): “Quello che regola il mondo sono i bilanci”. Dunque la parola d’ordine sarà vendere i giocatori con ingaggi pesanti (come Vidal che dal ritiro del Cile non ha escluso una possibile uscita verso il CF America) e rimpiazzarli con profili giovani, futuribili ed affamati alla Raspadori o il nuovo talento del calcio brasiliano Ricardinho, 20enne attaccante del Gremio per cui – stando a Globo Esporte - i nerazzurri avrebbero avanzato una proposta da 9 milioni respinta però dal club verdeoro.

Milan-Giroud, l’accordo sul biennale c’è ma deve liberarsi gratis

Secondo la Gazzetta dello Sport, il Milan nella giornata di ieri ha mosso un altro passo in avanti verso Olivier Giroud. Il club rossonero e l’entourage del giocatore hanno definito un accordo di massima sull’ingaggio, 4 milioni di euro all’anno per due stagione. Ora l’agente del centravanti francese dovrà lavorare ai fianchi del Chelsea per concedergli la lista gratuita, nonostante quel rinnovo di contratto automatico firmato qualche settimana fa. Con la dirigenza Blues andrà risolto anche l’affaire Tomori (riscattato da 28 milioni) mentre sempre per la Rosea, è ancora in altomare anche il riscatto di Tonali dal Brescia con Cellino che chiede 15 milioni e il Milan che non vuole investire più di 10 milioni per il riscatto del 21enne mediano lombardo. A sbloccare la trattativa potrebbe essere l’inserimento del giovane Colombo.
La nostra opinione: In un mercato avaro di soldi succede anche sia complicatissimo anche chiudere affare apparentemente ‘semplici’ come quello Giroud-Milan. Il ragazzo e l’agente spingono per vestire la maglia del Diavolo, il club punta a chiudere ma da giorni la quadra non si trova perché il Chelsea – forte di un contratto fino al 2022 – non vuole lasciare andare via a costo zero il proprio centravanti. L’impressione è che però la quadra dovrà essere trovata entro 7-10 giorni, altrimenti i rossoneri dovranno cambiare indirizzo e profilo. Anche perché con Ibra infortunato, il Milan non può tergiversare oltre e deve presentarsi con un centravanti affidabile e fisicamente in forma.

Giroud, Ronaldo, Van Basten: le migliori rovesciate in Champions

Napoli, Emerson Palmieri il primo colpo per Spalletti

Sempre la Gazzetta dello Sport anticipa quale sarà il primo colpo di mercato del Napoli, Emerson Palmieri: pupillo di Luciano Spalletti e che andrà a riunirsi con il tecnico di Certaldo che lo ha lanciato e valorizzato ai tempi della sua militanza nella Roma. Giuntoli non è preoccupato dalla concorrenza dell’Inter e punta a chiudere l’affare molto presto.
La nostra opinione: Da almeno tre anni, il Napoli ha un buco sulla fascia sinistra da colmare, Emerson Palmieri sarebbe il profilo ideale perché garantirebbe fisicità, gamba e soprattutto conosce alla perfezione il calcio che Spalletti intende interpretare. Se dovesse davvero essere l’italo-brasiliano il primo rinforzo dei partenopei sarebbe un grande colpo.

Isak, la torre che ha spaventato la Spagna e piace a Mou

Calciomercato 2020-2021
De Paul all'Atletico per 35 milioni: manca solo l'ufficialità
15/06/2021 A 19:32
Calciomercato 2020-2021
Higuain e l'Inter Miami verso l'addio: il Pipita si ritira?
6 ORE FA