Adesso che Steven Zhang è stato fin troppo chiaro - “sopire, tagliare; tagliare, sopire” - il popolo circonda il carro dell’Inter campione e lo sbircia inquieto. Per evitare il fondo, nonostante il Fondo, urge un tesoretto da 100 milioni.

Le scelte di Conte

Non si può non partire dalle scelte che Antonio Conte aveva innalzato a formazione tipo, secondo il 3-5-2: Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Darmian (o Young o Perisic); Martinez, Lukaku. Per Nereo Rocco buon’anima “una squadra perfetta deve avere un portiere che para tutto, un assassino in difesa, un genio a centrocampo, un "mona" che segna e sette asini che corrono”.
Calciomercato 2020-2021
Higuain e l'Inter Miami verso l'addio: il Pipita si ritira?
6 ORE FA

Young - Inter - Serie A 2020/2021

Credit Foto Getty Images

Allora: Samir Handanovic non parerà (più) tutto, ma resta affidabile; sui “sette asini che corrono”, non ci sono problemi; neppure sul “mona” che segna: Romelu Lukaku. Di sicuro, manca il “genio” in mezzo: non solo all’Inter, però. E sull’”assassino”, il termine calzerebbe a pennello per Marco Materazzi, un po’ meno per Milan Skriniar, Stefan De Vrij, “battitore libero” in maschera, e Alessandro Bastoni, gli attuali corazzieri che hanno comunque garantito il fortino più blindato.

Inter, Antonello: "Inzaghi? Al lavoro per la soluzione corretta"

Simone Inzaghi non cambierà modulo: un vantaggio. Raccontano che, per 60 milioni, Achraf Hakimi sia già del Paris Saint-Germain. Ha firmato 7 gol, è il classico terzino-ala che lega le mode alla tradizione. Ricorda, a spanne, il caso di Roberto Carlos con una differenza sostanziale: il brasiliano venne ceduto per errore; il marocchino lo sarà, verosimilmente, per esigenze di bilancio.
Tuchel chiede Lukaku, Inter che fai? Milan sogno De Paul

Io tengo...

Il mio Piave coinvolge Lukaku, Lau-Toro Martinez, Marcelo Brozovic, Nicolò Barella, De Vrij e Bastoni, giovane, forte e bloccato fino al 2024. Tutti gli altri, trattabili. Sbaglierò, ma non riesco a immaginare un esodo massiccio. Di soldi in giro ce ne sono pochi, Premier esclusa. Ho letto di un ritorno di Federico Dimarco (da Verona): terzino sinistro, classe 1997. Perché no. E se proprio si dovesse sacrificare Lau-Toro, terrei d’occhio Giacomo Raspadori del Sassuolo, 21 anni, un centravanti che coltiva l’area senza ignorare i compagni.

Arriva Inzaghi

A Inzaghi piace Stefan Radu, suo cocco alla Lazio. Il romeno ha 34 anni e il 30 giugno va in scadenza. Un’operazione, per la cronaca, “alla” Aleksandar Kolarov. Niente di che. Ciò premesso, Radu è più jolly del serbo. Fra coloro che son sospesi, Danilo D’Ambrosio (a fine contratto), Ashley Young (non ha entusiasmato, e poi ne ha 35) e Arturo Vidal (molti dubbi).

Simone Inzaghi e Antonio Conte, Inter-Lazio, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Dal Monza potrebbe rientrare Lorenzo Pirola, un 2002 che svetta in trincea e del quale si dice un gran bene. La vendita di un pacchetto di ex titolari (da Joao Mario, in parola con lo Sporting Lisbona, a Radja Nainggolan) potrebbe condurre a Rodrigo De Paul, il trequartista che, nella capitale, Inzaghino trovò in Luis Alberto.
Il portiere mi sembra l’ultima delle seccature. Juan Musso, come vice ed erede designato del capitano, sarebbe l’ideale, ma dal momento che le casse piangono terrei Ionut Radu. E Stefano Sensi? Calma, prima di mollarlo: allenato “con juicio”, e non a tutta manetta, potrebbe
sistemare almeno il destino.


===
Per commentare o fare domande potete inviare una mail a roberto.beccantini@fastwebnet.it o visitare il blog di Roberto Beccantini
===

Conte, vincere e dirsi addio: fra ristoranti, carri e sfoghi

Calciomercato 2020-2021
Bufera Vlahovic: oltre alla Juve, si muovono altre big europee
12 ORE FA
Calciomercato 2020-2021
Dybala-Juve, entro fine mese l'annuncio del rinnovo
IERI A 06:41