I tifosi dell'Inter si sono re-innamorati di Ivan Perisic: fact. L'esterno croato in questa stagione sta vivendo una seconda giovinezza che all'età di 32 anni non in molti avrebbero potuto pronosticare. E anche la partita di San Siro contro il Napoli è lì a sottolinearlo.
Ivan PERISIC 7,5 - Trova il gol del 2-1 con un'incornata da posizione quasi impossibile. Conferma di essere un giocatore tatticamente molto prezioso e in forma smagliante. Non si contano i suoi raddoppi in aiuto ai compagni. Da applausi.
Un gol, tanta sostanza e molto di più. Il "problema" è che non si tratta né della prima né (probabilmente) dell'ultima partita da applausi del buon Perisic, anche quest'anno, ancor più che lo scorso anno, punto fermo della formazione di Simone Inzaghi, e lo dicono i numeri: per lui ci sono infatti undici presenze su tredici da titolare in campionato e due su quattro in Champions, il tutto condito da tre reti, un assist e prestazioni periodicamente ben sopra la sufficienza. Non solo: Ivan è terzo per cross in Serie A (con 43 passaggi), quinto per cross in area di rigore (8), non male soprattutto se il tuo lavoro è mietere chilometri su una fascia, quella sinistra, che ha un solo padrone, lui. Le poche volte che Simone Inzaghi ha fatto a meno del croato, con il buon Federico Dimarco a subentrare alla bisogna, è stato unicamente per farlo rifiatare.
Serie A
Formazioni tipo: ecco come giocheranno le 20 squadre di A
02/08/2021 A 22:27
Penso che sia una grandissima risorsa per noi, giocatore completo e duttile. E' una risorsa che mi tengo stretto visto che ha vinto tanto ed ha esperienza internazionale" (Simone Inzaghi su Perisic)

Ivan Perisic

Credit Foto Getty Images

Da "prestato" a titolare inamovibile

Perisic intoccabile, dunque e anche osannato dal pubblico di fede interista. Qualcosa davvero di impensabile appena tre stagioni fa quando fu Antonio Conte a dire apertamente che si poteva fare a meno di lui e lo spedì in prestito al Bayern Monaco: colpa di un atteggiamento indolente che mal si incastrava con la volontà del tecnico pugliese. La svolta nel ritiro pre-stagione della scorsa stagione, quando invece Conte riuscì a trasformarlo in quello che è ora: probabilmente uno dei "migliori quinti di sinistra" al mondo. Un'evoluzione di ruolo che ha convinto lo stesso Perisic, che ha scoperto doti che forse nemmeno lui sapeva di avere. 5 gol e 3 assist nella scorsa stagione, con Conte, 3 gol e 1 assist già realizzati in questa; 77 minuti giocati a partita, contro i 56 dell'anno scorso; 72,2 % di dribbling riusciti, contro i 38,9 del 2020/21; 2,85 azioni di gol create, contro 2,36. I numeri di StatsBomb parlano chiaro.
Partite giocate11
Gol fatti3
Assist1
Rigori1 su 1
Passaggi74,7%
Tiri totali9
Tiri nello specchio5

220 presenze e 48 gol con l'Inter, eppure...

C'è un però. Ivan Perisic sta forse vivendo il suo momento migliore in questa seconda parte della sua carriera, ma il suo contratto è in scadenza nel giugno del 2022. 220 presenze con la maglia del club di Steven Zhang, dopo il rinnovo quinquennale nel 2017 è tempo adesso di una nuova decisione: secondo le indiscrezioni delle ultime settimane, Perisic non sarebbe intenzionato a rinnovare il contratto, tanto che i dirigenti dell'Inter avrebbero già opzionato l'arrivo di Filip Kostic dall'Eintracht Francoforte. Nel futuro di Perisic, ci sarebbe probabilmente la Germania anche se non è da escludere un'esperienza in Premier League. Certo, sempre che queste prestazioni di altissimo livello non convincano lui a rimanere e i dirigenti dell'Inter a provare a investire ancora di più su di lui. Un piccolo sforzo in questo senso, visti i numeri e l'entusiasmo prodotto nei tifosi, sarebbe ampiamente giustificato.
Il tabellone delle ufficialità | Gli allenatori della Serie A | Le news di calciomercato

Darmian-Perisic: così i quinti hanno affossato il Napoli

Calciomercato 2020-2021
Tabellone di mercato: acquisti e cessioni della Serie A 2021-2022
23/07/2021 A 16:55
Calciomercato 2020-2021
L'Inter studia Abner e Alvarez, Maldini chiude il mercato
19 ORE FA