Adesso è ufficiale: Andrea Pirlo non è più l'allenatore della Juventus. Il tecnico è stato esonerato dopo una sola stagione durante la quale ha vinto la Supercoppa italiana, la Coppa Italia e ha chiuso il campionato al quarto posto centrando la qualificazione alla Champions League solo all'ultima giornata. Pirlo era stato promosso dall'Under 23 nell'estate 2020 a seguito del licenziamento di Maurizio Sarri.

Atteso l'annuncio del ritorno di Allegri

Champions League
Allegri: "Sono sempre andato agli ottavi con la Juve. Fino a che..."
04/10/2022 ALLE 20:13
Si attende a questo punto l'annuncio del successore di Pirlo, che sarà Massimiliano Allegri: il tecnico livornese, che secondo quanto riportato da Sky Sport firmerà un contratto di 4 anni con ingaggio di 9 milioni di euro a stagione, torna quindi sulla panchina bianconera a distanza di due anni dalla separazione avvenuta nell'estate 2019. Nella sua prima esperienza da allenatore della Juve, Allegri aveva vinto 5 Scudetti, 4 Coppe Italia e 2 Supercoppe italiane. Aveva inoltre raggiunto in due occasioni la finale di Champions League arrendendosi al Barcellona nel 2015 e al Real Madrid nel 2017.

Il comunicato della Juve

Grazie, Andrea.
Sono le prime parole che tutti noi dobbiamo pronunciare al termine di questa esperienza speciale vissuta insieme Pochi mesi fa, Andrea Pirlo, icona del calcio mondiale, iniziava sulla panchina della Juventus una nuova avventura, la prima da allenatore. Per farlo ci vuole innanzi tutto coraggio, oltre che consapevolezza dei propri mezzi, specie in un periodo segnato da mille difficoltà, con il mondo costretto dalla pandemia a reinventare le proprie regole giorno dopo giorno. Lo ha fatto anche Andrea: ha iniziato (e di questo siamo sicuri: la sua sarà una brillante carriera da allenatore) un viaggio di trasformazione, cercando, e spesso riuscendo, a portare le sue idee e la sua esperienza da fuoriclasse in campo dall’”altro lato” della barricata.
E siccome nel calcio quello che conta sono le vittorie che si mettono in bacheca, ricordiamole: in pochi mesi la sua Juve ha sollevato due trofei e ha portato a casa vittorie brillanti sui campi più prestigiosi, da San Siro al Camp Nou. Per tutto questo, per il coraggio, la dedizione, la passione con cui ha affrontato ogni giorno, per i successi ottenuti, il nostro grazie arriva davvero dal cuore. Così come il nostro in bocca al lupo per un futuro che sicuramente sarà bellissimo.

Pirlo: "Peccato per lo scudetto, annata tutto sommato positiva"

Champions League
Allegri: "Yom Kippur? Non influenzerà il Maccabi, sono organizzati e..."
04/10/2022 ALLE 18:04
Serie A
Allegri: "Juve ordinata e brava a non strafare. Milik? Sa giocare..."
03/10/2022 ALLE 06:20