Torna a parlare Gazidis, non per strigliare il Milan dopo la sconfitta contro lo Spezia (0-2 al Picco). Il dirigente dei rossoneri, in realtà, ha solo parole positive per l'operato dei vari Maldini, Pioli e Massara e, soprattutto, per quello che stanno facendo i giocatori in campo, con il Milan che è concentrato sul suo vero obiettivo: tornare in Champions League. Con Gazidis c'è sempre spazio per una battuta di mercato, e si riflette sulla possibilità che Ibrahimovic possa rimanere a Milano per un'altra stagione.
| Tabellone: le ufficialità di gennaio | Tutte le news |

Cosa ha rilanciato il Milan dopo il lockdown?

Calciomercato 2020-2021
Maldini fa sognare i tifosi: "Rinnovo Ibra? Se gioca così..."
08/02/2021 A 21:17
Non c’è solo un momento, ci sono tante cose da dire. È davvero una grande storia con tanti momenti. Posso parlare del nostro allenatore Stefano Pioli e del lavoro che sta facendo. È arrivato in un momento davvero difficile come spesso accade ai nuovi allenatori. Ha portato calma, concentrazione e modernità nell’approccio alle partite. Una persona incredibile, un allenatore top. Posso raccontare la storia di Paolo Maldini, il nostro direttore tecnico affiancato dal ds Massara. Paolo è una leggenda del calcio, ma sta mettendo tutto se stesso in questo nuovo ruolo. Il club è passato attraverso dei cambi di proprietà, e ora c’è la nuova proprietà americana. Hanno risollevato il club da una situazione finanziaria davvero molto complicata
Possiamo parlare di Ibrahimovic, dalla MLS alla Serie A per rimettersi in gioco ancora una volta. E ancora, possiamo parlare di questa squadra. Una squadra ricostruita con giocatori davvero giovani. Nonostante Ibra, siamo la seconda squadra più giovane nei top 5 campionati europei e la più giovane della Serie A. Abbiamo davvero ricostruito con giocatori giovani che stanno crescendo insieme alla squadra, sia caratterialmente che tecnicamente. Ci sono tante storie, tanti momenti diversi e sono tutti importanti. [Gazidis al podcast di Sports Illustrated]

Ibra-Lukaku: voodoo, asino e cosa si sono realmente detti

Che dire di Ibrahimovic?

Nonostante l’età, è una sfida davvero romantica per lui. Ibrahimovic ha un legame speciale con il club. Guidare un gruppo di ragazzi giovani e riportare in alto il Milan è una sfida fatta apposta per lui. Rinnovo? Se fisicamente riesce e continua ad essere così, e se la sua famiglia accetterà di continuare qui in Italia, perché non continuare? Non so come faccia. È un'eccezione alla regola. La voglia, la motivazione che ha è straordinaria. Non ho mai visto nessuno lavorare come lui. Questa è una grande sfida per lui, sta segnando una marea di gol e tutta la squadra è con lui. I giovani lo prendono come esempio

Zlatan Ibrahimovic esulta dopo il gol del definitivo 4-2 al Torino in Coppa Italia, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Perché fare il dirigente del Milan?

Sono un appassionato di calcio e tifoso fin da bambino. La mia generazione è cresciuta sapendo bene cos’è il Milan. Questa grande squadra con una storia europea incredibile, vincitrice di 7 Champions League. Non “solo” una squadra italiana, ma un club davvero internazionale. Ad oggi il Milan ha circa 130 milioni di tifosi in giro per il mondo, uno dei club più grandi. Però ha passato 7-8 anni davvero difficili per un motivo o per un altro, le prestazioni non sono mai state ad alti livelli. Per me questa è un’opportunità unica, nel calcio probabilmente non c’è un club di questa importanza che con il giusto lavoro e le giuste idee può essere riportato ai fasti di un tempo. L’ho trovata come una sfida professionale davvero intrigante, un qualcosa che non ti capita tutti i giorni e ho ritenuto che valesse davvero la pena accettarla. Spero ovviamente che raggiungeremo gli obiettivi, siamo ancora nel pieno del lavoro. Ci stiamo muovendo però nella giusta direzione, qui tutto è votato alla grandezza. C’è entusiasmo

Pioli: "Peggiore gara del Milan dell'anno, ko meritato"

Serie A
Maldini: "Ibra? Ha difeso i suoi compagni da Lukaku"
30/01/2021 A 14:14
Calciomercato 2020-2021
Tabellone di mercato: tutti gli acquisti e le cessioni di gennaio
31/12/2020 A 12:17