Salgono le quotazioni di Mike Maignan come possibile sostituto di Gianluigi Donnarumma nel caso in cui quest'ultimo non dovesse trovare l'accordo per rinnovare il contratto con il Milan. Abbiamo chiesto ai colleghi di Eurosport Francia un'opinione sul 25enne del Lille che sta incantando la Ligue 1.

Caratteristiche tecniche

Si tratta di un portiere completo, alto (1,91 m) e atletico. Rispetto all'inizio della carriera è molto migliorato nell'approccio alla partita e ora commette pochissimi errori. Si distingue con la palla tra i piedi, è molto sicuro e preciso nei passaggi corti, ma anche nei lanci lunghi. Con sole 19 reti subite in 30 partite (meglio del PSG: 21), per ora Maignan ha avuto un ruolo decisivo nell'exploit della squadra di Christophe Galtier, in vetta al campionato francese a pari merito con Mbappé e compagni. Nel 2018-19 ha mantenuto la porta inviolata 15 volte, in questa stagione ha già collezionato 16 clean sheet su 30 match disputati. Una sicurezza. Nessuno ha fatto meglio di lui nei top5 campionati europei.
Calciomercato 2020-2021
Le 5 trattative che vi siete persi oggi (29/07)
2 ORE FA
  • I collezionisti di clean sheet nei top5 campionati europei
PortiereSquadraPresenzeClean sheet (partite senza subire gol)
Mike Maignan Lille (Ligue 1)3519
EdersonManchester City (Premier League)2318
Jan OblakAtletico Madrid (Liga)3417
Edouard Mendy Chelsea (Premier League) 2816
Samir HandanovicInter (Serie A)3414

Fuori dai radar del mercato

Nonostante il talento e l'età non più giovanissima, Maignan non è mai stato cercato dalle big del calcio europeo. La scorsa estate, ad esempio, il Chelsea ha fatto compere in Ligue 1 accaparrandosi Edouard Mendy, 29enne portiere del Rennes, come vice di Kepa, non considerando il gioiello del Lille, anche se era stato messo sul mercato.

Maldini a colloquio con Donnarumma prima di Hellas Verona-Milan - Serie A 2020/2021 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Personalità da Milan

"Magic Mike" è cresciuto nel PSG ai tempi in cui vi militava anche Zlatan Ibrahimovic ("In allenamento mi prendeva a pallonate. Quando mi faceva gol mi diceva ‘Portiere di m***’, provocandomi, ma quando paravo i suoi tiri gli rispondevo alla stessa maniera, ‘Attaccante di m***’. Questo lui lo apprezzava perché vedeva il mio carattere forte”, ha raccontato a France Football), ma è al Lille che ha trovato la propria consacrazione. Inoltre in Nazionale ha fatto tutta la trafila fino a raggiungere anche una presenza con la prima squadra dei Bleus, nel 2019, ma è sempre stato chiuso dai vari Lloris, Mandanda e Areola. Ora, secondo i nostri colleghi oltralpe, è pronto a fare il salto in una big.

Donnarumma non rinnova: 5 nomi caldi per la porta del Milan

Calciomercato 2020-2021
Locatelli distante dalla Juve; Romero-Barça? La Dea vuole 60 milioni
4 ORE FA
Calciomercato 2020-2021
Kessié-Milan, si discute sui bonus: rinnovo sempre più vicino
5 ORE FA