Dopo le tanto attese visite mediche di lunedì e la forma sul contratto, è arrivato l'annuncio ufficiale del Milan: Pietro Pellegri, 20enne enfant prodige ex-Genoa, è un nuovo giocatore rossonero. Pellegri ha firmato un contratto annuale con il Diavolo, e disputerà la stagione corrente sotto la guida tecnica di Stefano Pioli. Il centravanti di proprietà del Monaco sbarca a Milano con la formula del prestito oneroso di un milione di euro, con diritto di riscatto fissato sui 6 milioni più un milione di bonus in base a determinati obiettivi stagionali. Inoltre, il Milan accetta una percentuale del 15% sulla futura rivendita. Il diritto si trasformerebbe in obbligo con il verificarsi di determinate condizioni.
Il tabellone delle ufficialità | Gli allenatori della Serie A | Le news di calciomercato
Maldini regala così a Pioli la sua terza punta di peso; Pellegri dovrà guadagnarsi minuti giocabili giorno dopo giorno, dimostrando che la lunga trafila di infortuni che hanno affossato il suo soggiorno a Monaco è ormai alle spalle. In attesa della guarigione di Ibra, Pellegri potrà rendersi utile da subito, in alternativa a Giroud.
Serie A
Formazioni tipo: ecco come giocheranno le 20 squadre di A
02/08/2021 ALLE 22:27

Il comunicato ufficiale

"AC Milan è lieto di annunciare di aver acquisito, a titolo temporaneo con opzione per l'acquisizione definitiva che diventa obbligo al verificarsi di determinate condizioni, il diritto alle prestazioni sportive dell'attaccante Pietro Pellegri da AS Monaco FC. Il calciatore indosserà la maglia numero 64. Nato a Genova il 17 marzo 2001, il giovane attaccante esordisce in Serie A il 22 dicembre 2016, all’età di 15 anni, in occasione della partita Torino-Genoa. Pellegri colleziona 33 presenze tra Serie A (nove), Coppa Italia (una), Ligue 1 (22) e Coppa di Francia (una), segnando complessivamente cinque reti (tre in Serie A e due in Ligue 1)".

Chi è Pietro Pellegri: record e infortuni

Pietro Pellegri esordì in Serie A il 22 dicembre 2016 in occasione di Torino-Genoa 1-0. A soli 15 anni e 280 giorni, eguagliò il record di Amedeo Amadei per l'etichetta di calciatore più giovane ad esordire nel massimo campionato italiano. Tale record è stato poi infranto nel 2021 da Wisdom Amey, che ha esordito a 15 anni e 274 giorni con la maglia del Bologna. Anche il primo gol di Pellegri in Serie A è pregno di significato simbolico: la prima rete arrivò nell'ultima giornata della stagione 2016/17, in quel Roma-Genoa (3-2) che passò alla storia come l'ultima partita di Totti in maglia giallorossa.

Pietro Pellegri, Genoa, LaPresse

Credit Foto LaPresse

Contro l'altra sponda romana, Pellegri realizzò la sua prima doppietta di campionato: nella quarta giornata della stagione 2017/18, il Grifone perse 2-3 al Ferraris contro la Lazio. Quel giorno, Pellegri divenne il più giovane di sempre a realizzare una doppietta in Serie A (16 anni e 112 giorni). Nelle sale stampa parlava con l'umiltà e l'ingenuità di un predestinato, eppure il futuro ha preso una piega diversa dalle proiezioni gravate più volte sulle sue spalle.
Ad oggi, Pietro Pellegri sta cercando un nuovo trampolino di lancio: l'avventura a Monaco si è spenta sul nascere per colpa di ricorrenti infortuni: in tre anni presso il club di Ligue 1, il giovane centravanti ha totalizzato solo 23 presenze e due gol. Solo tre comparsate nella prima stagione, dopo che il Monaco lo aveva prelevato dal Grifone per 21 milioni di euro, rendendolo così il calciatore 16enne più pagato nella storia.

Locatelli: "Il gol col Milan? Mia nonna juventina mi disse..."

Calciomercato 2020-2021
Tabellone di mercato: acquisti e cessioni della Serie A 2021-2022
23/07/2021 ALLE 16:55
Serie A
Lazio-Torino 1-1, pagelle: Pobega jolly, Milinkovic-Savic c'è sempre
16/04/2022 ALLE 21:43