Era il 31 agosto 2005 quando, a soli 19 anni, un giovanissimo Sergio Ramos veniva acquistato dal Real Madrid per l'allora considerevole cifra di 25 milioni di euro. Oggi, sedici anni e 22 trofei dopo, con quattro Champions League in bacheca, il centrale spagnolo sembrerebbe essere all'addio definitivo con le Merengues, dopo 101 (!) marcature con la camiceta blanca, per quello che è diventato il simbolo del Real nell'ultima decade.

Sergio Ramos

Credit Foto Getty Images

Secondo Marca, il classe 1986, dopo un colloquio con Ancelotti e uno con Florentino Perez, avrebbe rifiutato la proposta di rinnovo annuale (con il 10% di stipendio in meno)offertagli dal Real, continuando a pretendere un accordo biennale. Ramos potrà quindi risolvere il suo contratto definitivamente il 30 giugno, con una conferenza stampa già giovedì, nel quale il capitano sarà accompagnato da Perez, che gli renderà tutti gli onori del caso.
Calciomercato 2020-2021
Allarme Covisoc: "Plusvalenze sospette". Juve e Napoli nel mirino
3 ORE FA
Un addio non burrascoso dunque tra Ramos ed il club più blasonato del mondo, con il difensore che lascia dopo 16 anni ricchi di trofei, finali e stagioni vissute da grande protagonista. Al suo posto, il Real si è già cautelato con l'acquisto dell'austriaco David Alaba, che avrà l'arduo compito di sostituirlo. Per Ramos si aprono invece un ventaglio infinito di possibilità ora, con il PSG che sembrerebbe in pole per accaparrarsi il suo cartellino.

Sergio Ramos: "Buffon? Un orgoglio superare una leggenda"

Calciomercato 2020-2021
Luis Alberto-Lazio: aria di divorzio a gennaio
4 ORE FA
Calciomercato 2020-2021
United, Conte pronto ad accettare in caso di esonero di Solskjaer
IERI A 07:05