Nazionale svizzero di origini congolesi: Dennis Zakaria, classe 1996, nuovo giocatore della Juventus, secondo il collega di Eurosport Deutschland Dennis Melzer, costituisce un colpo di assoluto valore per la linea mediana bianconere. Un autentico jolly d'interdizione, utilizzabile peraltro anche in difesa. Alla Continassa è arrivato dal Borussia Mönchengladbach per 5 milioni più 2 di bonus, legandosi alla Vecchia Signora fino al 2026 per 3 milioni di euro a stagione.
| Tutte le news di calciomercato | Il tabellone delle ufficialità | Tutte le deadline |

1) Che tipo di giocatore è Zakaria? Punti di forza e debolezze

Serie A
Allegri: "Juve ordinata e brava a non strafare. Milik? Sa giocare..."
6 ORE FA
"Zakaria è un tuttofare d'interdizione, che può anche aiutare come difensore centrale, se necessario. Certamente, la sua posizione preferita è quello del centrocampista centrale davanti alla retroguardia con compiti di copertura. I maggiori punti di forza di Zakaria sono sicuramente quelli di trasformare palloni sporchi in occasioni di impostazione. È estremamente forte nei duelli uno contro uno e generalmente molto bravo quando si tratta di vincere contrasti in generale anche in fase di anticipo.Ha grandi capacità polmonari e fisiche: buono sia alla distanza ch inegli sprint. Al 'Gladbach è stato per anni il punto focale del centrocampo. Non ci sono davvero grandi debolezze rilevanti nel suo stile di gioco. Un giocatore davvero completo per quantità e qualità".

2) A chi assomiglia Zakaria? Più simile a un Khedira o a un Matuidi? O, per citare nomi del presente e del passato, può essere addirittura accostato a gente del calibro di Vieira, Kanté, Makelele...?

"E' sempre difficile fare paragoni. Tittavia, per la sua altezza (191 centimetri, ndr), potenza e intelligenza tecnico-tattica, potrebbe essere accostato a un Paul Pogba del presente o a un Patrick Vieira del passato".

3) Un investimento tra i 7/8 milioni costituisce un grande affare per la Juve? Oppure esiste anche un rischio "flop"?

"Penso che sette-otto milioni per un giocatore del calibro di Zakaria siano un ottimo affare (anche se in estate sarebbe andato a parametro zero). La Juve avrebbe potuto affrontare più concorrenza in estate, quindi è stato saggio assicurarselo ora. Se si guarda alle somme che a volte vengono spese per giocatori che non hanno le qualità di Zakaria, questa non può che essere considerata una brillante operazione per la Juve. Non riesco a immaginarlo come potenziale flop alla Vecchia Signora, onestamente".

Italia-Svizzera, qualificazioni ai Mondiali di Qatar 2022: Denis Zakaria (Svizzera). Foto di Giuseppe Maffia per Getty Images

Credit Foto Getty Images

4) Che impatto potrà avere Zakaria in Serie A e in un grande club come la Juventus?

"Penso che lo stile di gioco di Zakaria sia particolarmente adatto alla Serie A e alla Juventus. Il suo gioco è senza fronzoli, va dritto all'obiettivo. Insomma, qualcosa che si incastrerebbe alla perfezione nella mentalità di mister Massimiliano Allegri".

5) Il 'Gladbach avrà qualche rimpianto?

"Ovviamente è un peccato per la Bundesliga che un giocatore come lui lasci la Germania. Chiaramente, ancora peggio per il Gladbach che un "top performer" di lunga data lasci il club. Ma non penso ci saranno particolari pentimenti: si tratta di affari e Zakaria era a fine contratto: avrebbe comunque lasciato i 'Fohlen'. D'altronde, il 'Gladbach ha sempre di mostrato di poter trovare e crescere nuovi campioni, basti pensare ai vari Reus, Granit Xhaka, Thorgan Hazard o Marc-André ter Stegen...".

Vlahovic arriva al JMedical! Tifosi della Juventus pazzi di gioia

Serie A
Allegri pensa al 3-4-1-2 per il rilancio della Juve: pro e contro
29/09/2022 ALLE 13:17
Serie A
Juve, è il giorno del CdA: ma non si deciderà su futuro Allegri
23/09/2022 ALLE 07:26